ESCLUSIVA. De Montis (ag. FIFA): “Roma interessata da tempo a Xhaka. Ziyech opportunità persa”

10

ESCLUSIVA RN DE MONTIS – Meno di due settimane al termine del calciomercato e Monchi è al lavoro per tentare di regalare alla Roma altri due acquisti. Per capire meglio le strategie di mercato e quelli che possono essere i profili più congeniali alla squadra giallorossa, ai microfoni della Web Radio di Romanews.eu è intervenuto Giovanni De Montis, procuratore e agente FIFA. Queste le sue parole:

“E’ stato un calciomercato interessante, ha mosso soprattutto a livello di alta Serie A, le squadre che lotteranno per la Champions hanno fatto un mercato di sostanza. La Juventus ha sancito, se ce ne fosse bisogno, una supremazia totale con Cristiano Ronaldo. Sta arrancando un po’ di più a livello delle squadre che devono salvarsi, un po’ per la vicenda Chievo, un po’ per il Parma che ha già una penalizzazione di cinque punti. Di partenza a me la Roma sembra una squadra un po’ meno forte dello scorso anno e dell’Inter. Parliamo dell’undici, però, perché poi ha una profondità di rosa importante. La Roma ha un progetto diverso, provare a costruire un gruppo che deve fare cose importanti in proiezione di due o tre anni. Ad oggi, vincere con queste rivali che sembrano più pronte sembra difficile. La vicenda Malcom è stata vincolata alla sfortuna, perché se Willian o Hazard fossero andati al Barcellona tu avresti preso un calciatore importantissimo ad una grande cifra. Una trattativa con un timing avverso, che se fosse andata diversamente avrebbe dato solo elogi a Monchi. N’Zonzi può essere il nome giusto per il centrocampo, è fortissimo, di ordine ed intelligente. Rispetto a Gonalons ti fa fare un salto in quel ruolo, verrebbe a fare il titolare indiscusso. Però, capisco la Roma è un ’88, con quell’ingaggio e che quindi difficilmente potrai rivendere. Xhaka? Io conosco bene gli intermediari che lavorano per lui per l’Italia ed è un calciatore che doveva arrivare qui già da tempo. La Roma è già stata su di lui in tante occasioni, ma non ha mai affondato il colpo per diverse ragioni. Con Ziyech la Roma ha perso un’opportunità, è un calciatore squisito, fantastico, anche se in Olanda gioca in un contesto estremamente diverso rispetto alla Serie A, molto più facile, agevole e senza pressioni”.

Prosperi-Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

10 Commenti

  1. Scusate se vado controcorrente… Xhaka e un sopravvalutato al massimo… fa mille passaggi indietro, al massimo orizzontali – sbaglia ogni passaggio in verticale – (lo conosco da i tempi di basilea dove si faceva notare come per corsa, bimbo cattivo che sa picchiare con una tecnica elevato per un picchiatore, l’ho seguito al Gladbach e lo vedo sempre in nazionale… per diventare bravo gli manca, testa, cervello e personalità)…. dovrebbe essere un regista basso ala Pirlo, Modric, Verratti.. ma lui e un inutile rallentatore… chi ha seguito la nazionale svizzera al mondiale intende benissimo di che sto parlando… ( e al Arsenal non e mica lui che accende la luce – sono sempre Wilshere,Özil e Ramsey) …. XHAKA una pippa, un bidone e pure arrogante e antipatico.. se dovesse venire a roma avrei davvero un problema… FORZA ROMA!!!!! e Monchi di raccomando…lascialo dove

    • Pensiero tuo. Io ho sempre visto un giocatore che in campo dà l’anima per ottenere risultati. Non è un giocatore dalla tecnica sopraffina, ma tatticamente intelligente ed instancabile. Ovviamente non ha le caratteristiche dei sopracitati verratti e modric ma perché ha un ruolo diverso rispetto a loro, quest’ultimi avanzano palla al piede e tantano spesso il passaggio decisivo dopo la trequarti (nella Roma questo ruolo probabilmente lo avrà Pastore), Xhaka invece fa partire l’azione dalla difesa e lascia alle due messale il compito di avanzare. Poi vorrei ricordare come con il Borussia Mönchengladbach abbia giocato due mesi con una costola rotta pur di non lasciare la squadra scoperta. A parer mio il meglio che si possa comprare.

  2. Ion non do’ mai giudizi sui giocatori se non dopo averli visti all’opera alla Roma per un anno calcistico,,,,,,Avevo definito Under ” Iturbe 2 alla riscossa” ma ,fortunatamente mi sbagliavo. Poi ognuno ha le sue opinioni ma non è depositario della verità assoluta. Quindi io non sparo sentenze ma aspetto…..Magari sono nomi fatti circolare apposta per confondere le idee ( dopo Malcom…..)… io aspetto e poi giudico ma,come dicevo prima sarà un mio giudizio personale,non condivisibile.

  3. impareggiabile il tizio espertone inter avanti con modric vidal e messi certo, zyiech che ce famo che siamo coperti sul ruolo? nzonzi e gonalons non hanno lo stesso ruolo e non sono la stessa tipologia di giocatore, ci vado io a fare l’agente fifa li pagano anche bene per dire queste banalità

  4. Ma chi è questo scienziato del calcio che parla?
    Tutti maghi, vediamo cosa combina l’inter, ne riparleremo.
    L’opportunità l’ha persa Ziyech e il suo procuratore che per sparare grosso non prende una lira, no la Roma.

  5. Ridicolo monchi…dopo aver venduto alisson(fenomeno e record per un portiere di calciomercato) compra un buon portiere e poi dice che gli acquisti piu importanti sono stati fatti..VERGOGNA!!
    I soldi dove sono andati??dopo aver preso i soldi della champions nuova…i 100 milioni circa in questa edizione passata…i 30 di emerson palmieri…i soldi degli sponsor..lui che fa?! Da naingolan all’inter e alisson via per altri 75 milioni e riempie la squadra di ragazzini forti solo per poterli rivendere…VERGOGNA…VERGOGNA!!

  6. Sinceramente a me non dispiace ne il francese e neanche lo svizzero, sono entrambi ottimi centrocampisti d’ordine. Però se il profilo che cerca monchi e’ questo sarei contento se facesse un tentativo per Rafinha, secondo me visto il rapporto qualità,età,prezzo sarebbe il top.

    • Non è detto che non l’abbia fatto. Ma magari non se lo vendono, se non a prezzi stratosferici. Mice ci vengono a dire tutte le trattative, i tentativi e gli approcci fatti, e i giornalettisti sanno meno della metà della metà della metà di quanto avviene, dammi retta. E quel che sanno al 90% è quallo che vogliono fargli sapere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here