Crotone, Zenga si affida a Trotta per l’impresa

0

CROTONE ROMA, L’AVVERSARIA – Vittoria e qualificazione ai quarti di Champions contro lo Shakhtar e l’urna di Nyon che pesca il Barcellona come prossimo avversario. Questa riassunta in poche parole, la concitata settimana della Roma, che però dovrà superare un ultimo ostacolo: il Crotone di Walter Zenga, che aspetta all’Ezio Scida i giallorossi per il match di domenica alle 15.00 valevole per l’undicesima giornata del girone di ritorno di Serie A. I calabresi, invischiati nella lotta retrocessione, cercano conferme dopo il brillante successo per 4-1 della scorsa settimana contro la Sampdoria.

TRA COLPI E SCIVOLONI – In questo momento il Crotone occupa il sedicesimo posto con 24 punti, a pari merito con la Spal terzultima. Salvezza ancora tutta da guadagnare quindi e che passa da una continuità di risultati che ancora manca alla compagine rossoblu, che fin qui sotto la guida di Zenga, ha alternato ottime prestazioni come quella di domenica scorsa con la Sampdoria, il pareggio a San Siro con l’Inter o la vittoria a Verona contro l’Hellas, per poi cadere in match chiave nella lotta per restare in Serie A contro Benevento e e Spal. Il tecnico pitagorico ha chiesto ai suoi la partita perfetta per frenare la Roma, anche se non sono poche le defezioni: non saranno del match infatti Festa, Simic, Budimir e Izco.

TATTICAMENTE PARLANDO – L’arrivo di Zenga al posti di Nicola ha portato anche una piccola rivoluzione tattica in terra calabrese: si è passati infatti dal 4-4-2 dell’ex tecnico, al 4-3-3 attuale. Uno stile di gioco ovviamente improntato sul sapersi chiudere e difendere in maniera solida e poi provare a ripartire con l’agilità degli esterni d’attacco, ma anche degli interni di centrocampo con Benali e Stoian o Barberis dotati di una buona gamba. Con l’allenatore ex Samp inoltre, sembra stia trovando continuità finalmente Marcello Trotta: 3 degli cinque gol stagionali sono arrivati con “l’Uomo Ragno” in panchina.

COSI’ IN CAMPO – Zenga mette in campo il solito 4-3-3, confermando anche negli interpreti la formazione che ha steso per 4-1 la Sampdoria. Così, davanti a Cordaz agiranno Faraoni, Ceccherini, Capuano e Martella. A centrocampo confermato Mandragora in cabina di regia con Benali e uno tra Stoian e Barberis. Trotta guida l’attacco spalleggiato da Nalini e dall’ex Ricci.

PROBABILE FORMAZIONE

CROTONE (4-3-3): 1 Cordaz; 37 Faraoni, 7 Ceccherini, 23 Capuano, 87 Martella; 5 Stoian, 38 Mandragora, 92 Benali; 11 Ricci, 29 Trotta, 9 Nalini.
A disp.
: 78 Viscovo, 20 Pavlovic, 3 Festa, 31 Sampirisi, 93 Ajeti, 19 Diaby, 10 Barberis, 89 Crociata, 21 Zanellato, 6 Rodhen, 99 Simy.
All.: Zenga

BALLOTTAGGI: Faraoni-Sampirisi, Stoian-Barberis
IN DUBBIO: –

INDISPONIBILI: 32 Tumminello (infortunio al ginocchio), 17 Budimir (frattura terzo metatarso del piede), 13 Izco (elongazione), 34 Simic, 6 Rohden (contrattura)
DIFFIDATI: 23 Capuano, 7 Ceccherini, 5 Stoian, 38 Mandragora 
SQUALIFICATI: –

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here