CONFERENZA STAMPA RANIERI: ´Domani mi aspetto di vincere. Vucinic? Il mio spogliatoio è sempre aperto…M

0

CONFERENZA STAMPA-Le dichiarazioni integrali (parola per parola) di Claudio Ranieri alla vigilia di Roma-Lazio di Coppa Italia:

Roma-Lazio di coppa Italia, in questo momento si dice può essere quasi un intralcio in questa fase della stagione, è una tesi plausibile, ci avete pensato o è solo ua frase butatta lì….
“No, no è un derby vero, è un derby di Coppa Italia, noi ci teniamo alla Coppa Italia, per cui faremo di tutto per vincerlo”.

Quindi non è un intralcio sicuramente…
“No, no, non è un intralcio”

Lei ha visto in queste ultime ore un uomo, lei parla molto spesso di collettivo, se riesce a dirci un nome?
“No, no, tutta la squadra, l’intero gruppo, è determinato a far bene”.

Ha parlato con Vucinic, si è parlato molto di questo faccia a faccia?
“Non dovevo parlare io con lui, il mio spogliatoio è aperto, quando ha voglia parliamo”.

A inizio stagione lei disse ‘Non sento più l’atmosfera di un tempo’, in una conferenza stampa di Champions League con Perrotta disse: ‘Non c’è più lo stesso entusiasmo’. E’ passato un po’di tempo, è successo un po’ di tutto, vittorie un po’ di appannamento, le chiedo come stanno adesso le cose? Col passare del tempo, come sta andando?
“Mi sembra di aver detto, di aver ritrovato la squadra nella partita contro il Brescia, quando perdemmo”

Non solo a livello tecnico…
“Totale, per cui da allora la squadra sta cercando di risalire partita dopop partita punto sopra  punto per tornare a  lottare per lo scudetto. Siamo 4-5 squadre, vogliamo esserci”.

Chi è la favorita?
“Di solito nel derby non c’è una favorita, noi stiamo facendo bene, la Lazio sta facendo bene, faremo di tutto per vincere”

Lei domenica, dopo la partita con il Cesena ha detto ‘Con questi atteggiamenti non si va a nessuna parte, dovrò parlare con il giocatore’, si è riuscito a dare una spiegazione…
“No, forse la tanta voglia di.. dovete chiederlo a lui non a me, io non mi devo dare spiegazioni,  io faccio l’allenatore, scelgo e devono le mie decisioni,sennò è tutta Roma che non fa bena alla Roma, questo loro lo sanno per cui quando ci stanno queste cose ci pensa la società perché ci devo pensare io, io devo fare solo il bene della Roma, sempre”.

In rapporto a tutti questi malumori  la situazione della squadra se guardiamo anche allo scorso anno, è positiva…
“Non ci sono malumori, sono scazzi improvvisi e si fermano là, sono positivi, questi fanno bene”.

Cito le sue parole, questi scazzi improvvisi…
“Non è che ho detto na parolaccia, sennò sembra che io voglia fare. Una parola che credo nel vocabolario oramai ci sia”

Considerando sua esperienza, si riusciranno trasformare in un’energia più positiva? E come?
“Sicuramente. Quelle piccole cose che sono successe, io credo che sia proprio la grande voglia di partecipare e di far bene. Tutti uanti vogliono partecipare a questa rincorsa, ho detto loro…Il bello che l’avevo dettoi prima che tutte le partite si decidono negli ultimi minuti e le squadre che hanno più qualità, giocatori con più qualità hanno qualche chance in più per cui io farei a gara per giocare gli ultimi 15 minuti “.

E’ simpatico quello che lei dice
“non è simpatico, è vero”

Cene sono state tante di liti negli spogliatoi, poi alla fine hanno vinto degli scudetti, può essere questo l’elemento in più anche se da fuori sembra che c’è tanto caos, vi tirate pugli e calci nel sedere
“Io vi posso assicurare che nello spogliatoio c’è allegria ed entusiasmo,  raggazzi si allenano bene, per cui non vedo tutte queste cose.”

Quindi cos’è, la troppa adrenalina?
“Magari si io credo sia questo. La troppa voglia di far bene crea quello che vedete”

Lei ha sempre questo atteggiamento da duro, questo è l’esterno, poi non so come è in privato, secondo lei è giusto assumere questo attaggiamento con i ragazzi, magari qualcuno potrebbe pensare ‘midà fastidio l’atteggiamento di Ranieri che è sempre bianco o nero, ripeto, è una sensazione (risate, ndr). No no bianconero , attenzione…

“Cartellino rosso, ma non si può dai, ma vi prego”

Molto netto molto deciso, le chiedo eh…
“Sempre a questo giocatore o a questi giocatori, se sono vent’anni che giro per il mondo, evidentemente va bene il mio comportamento, il mio modo di esser, il mio modo di comunicare, per loro, 28-29 giocatori, è più facile capire una persona, però per tutti quanti non puoi mai avere la chiave giusta. di apertura, se poi qualcuno volesse essere così gentile, se non mi capisce bene, ma io credo che mi capiscono tutti molto, ma molto bene”

Che si aspetta dalla Lazio?
“Io cosa mi aspetto dalla Roma, io mi aspetto una vittoria, della Lazio non è che m’interessa”.

Dove andrà gestita la gara…
“Domani vediamo”

Ma Lei come l’ha studiata
“Mi piace parlare solo della Roma, parlo solo della Roma”

La Roma punta allo scudetto, la Lazio solo alla Champions, sono due squadre alla pari, può puntare anche la Lazio allo scudetto, quali sono le sue valutazioni
“La Roma  fa parte di quelle 4-5 squadre che puntano allo scudetto, punto e noi vogliamo andare più avanti possibile in Coppa Italia, in Champions League, in tutto”

Passando al campo c’è la convocazione di Cassetti, uscito con problemi a Cesena , le chiedo come sta e la condizione psicologica, soprattutto di Rosi…
“Credo che stia bene, è entrato l’altro giorno, per cui non credo, anche lui ha dei problemi? Una settimana così ne facciamo uno a settimana. Prima Pizarro, poi Totti, poi Vucinic, la prossima settimana Rosi, l’altra ancora Pettinari, cosi ce li abbiamo tutti”

Perché per tanto tempo non ha giocato, poi a Cesena uno spezzone
“Cassetti è in gran forma”.

Lo dicono i giocatori
“Io non dico che sono invenzioni”

Come sta Cassetti?
“Spero che stia bene. Domani lo verificheremo”

Se fosse arrivato già il suo rinnovo contrattuale ci sarebbero stati meno scazzi improvvisi?

“Non lo so non credo e  non mi interessa”


L’ipotesi che ci spossano essere i supplementari le fanno preparare i derby in un modo un po’ diverso visto che i derby sono partite equilibratissime, oppure

“No, noi abbiamo pensato a tutto abbiamo provato anche i calci di rigore, per cui anche la gestione della gara e tutto mi fa pensare a ampio raggio a tutta la partita”.

Volevo chiedereLe se Lei capisce la formula di questa Coppa Italia dove si goiocano tutte le partite, compresa la finale, in gara secca e le semifinali con andata e ritorno. L’anno scorso c’erano le teste di serie fatte con le cose di campionato, quest’anno si è sorteggiato per cui il quarto di finale, eventualmente si gioca in casa della Juve che non mi risulta essere arrivata prima della Roma…
“(Ride, ndr)Hanno cercato di innovare di fare qualcosa di nuovo, per cui… non lo so se ne parliamo sì”.

Lei ha detto che la Roma è tra le 4-5 pretendenti per lo scudetto, la Lazio?

“Non mi interessa chi sono le altre, noi dobbiamo stare tra quelle 4-5”

AL di là degli scazzi improvvisi, è un po’ il tormentone di questa conferenza, la situazione di Vucinic, è contento al 100% o forse deve capire un po’ di più la logica del turn over che lei sta applicando…
“Lui deve capire che l’allenatore lo vuole sopra ogni misura,  la società lo vuole sopra ogni misura per cui Mirko quindi resterà qui al 100%”

Lei dice spesso che per la Roma l’importante è la difesa perché il gol prima o poi arriva. Analizzando la classifica tra le prime 8 squadre, la Roma è il secondo peggior attacco proprio dietro alla Lazio. Quali sonole difficoltà che incontra la squadra nella realizzazione. Ci sono dei problemi?
“Non ci sono dei problemi, mi sembra, quando era, l’altro giorno leggevo che era la diciannovesima partita che andavamo in gol  per cui non ci sono problemi, i problemi ci sono solo quando prendiamo gol. Se riuscissimo a fare 19 partite senza incassare reti,”

Però magari a Cesena se non fosse arrivato l’autogol saremmo tornati a casa con un punto…
“Fa parte del gioco. A Genova se non avessimo fatto quei 2 errori, saremmo tornat con 1-0 per noi’

Poi una cosa tattica, quando gioca Totti a centrocampo ha la tendenza a tornare dietro a prendersi il pallone, mentre Borriello gioca più di punta, da centravanti puro. Ecco la Roma gioca in maniera diversa quando c’è l’impiego di uno o dell’altro?
“Si ovvio, ”

Quindi lei li sceglie anche in base all’avversario

“Sì”.

Su Adriano, in allenamento gli ha dato tante indicazioni, gli ha fatto provare anche i rigori, ecco volevo sapere se lei punta su di lui solo per il secondo tempo o anche magari dall’inizio
“Fa parte dei convocati e tutti quanti hanno la stessa possibilità di giocare dall’inizio o nel corso della partita”.

Mister questo sarà un derby diverso dagli altri perché oltre a non essere di Campionato è una gara secca, poi si affronterà eventualmente la Juve nei quarti in quella corsa alle dieci coppe Italia per la stelletta, come sta plasmando i ragazzi perché magari sentiranno particolarmente questa tensione particolare?
“Un derby è un derby,per cui cui queste sono gare in cui l’allenatre deve parlare meno i ragazzi già si caricano di per sé perché sentono l’euforia, il coinvolgimentodei tifosi, i ragazzi sono sereni, sono motivati, sono determinati per cui sono pronti”

Una curiosità, nella lista ho visto che non c’è Lobont e c’è Doni volevo sapere se cambia la gerarchia…

“No, non cambia la gerarchia in questo momento Lobont sta recuperando, per cui per venire dodicesimo andava bene a Cesena, adesso però,  Doni e Bertagnoli in questo  momento stanno più in forma, più pronti di Lobont, tutto qua”.

Poi volevo tornae sulla doppia sostituzione. Lei ha detto ‘ho tanta qualità, negli ultimi minuti si vincono le partite anche in questo modo però le chiedo: pochi minuti prima di sostituire sia Vucinic che Menez lei aveva chiesto ha chiesto se lor  se la sentivano  di continuare, loro ovviamente hanno risposto che ce la facevano, perché una domanda se già aveva deciso di cambiarli hanno risposto ‘bene’ e li ha tolti comunque?
“Per vedere come stavano, per sentirli”.

Però loro hanno detto che stavano bene…
“E poi ho deciso”

(Fine)

TESTO A CURA DI
SONNINO-FRASCHETTI

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here