Conferenza. Montella: ‘Shakhtar battibile’.Totti:’Continuiamo con Vincenzo’

0


CONFERENZA STAMPA DA DONETSK – La conferenza stampa di Vincenzo Montella e Francesco Totti alla vigilia di Shakhtar-Roma:

MONTELLA
Importanza della partita. Sei molto giovane
“Come ho detto nelle prime mie conferenze l’importante è essere se stessi, avere delle idee e cercare di trasmetterle ai giocatori. Poi l’età conta poco in questo senso. L’importante per me è essere, chiaro,  diretto e cercare di trasferire le mie idee nel modo migliore possibile. ”
La partita di andata dove l’avevi vista?
”  A casa”
Cosa ricordi? Le difficoltà della Roma?
“La squadra aveva iniziato molto bene creando anche abbastanza per essere una partita di Champions, poi ha avuto quei dieci minuti di follia hanno compromesso la partita dove ha subito le qualità dello Shakhtar. che sono tante, ha subito 3 gol in contropiede. Poi ha anche  avuto la forza di reagire. Con un po’ di fortuna nel finale poteva anche pareggiare”
Nella partita di andata lo Shakhtar sembrava avere più gamba, più freschezza atletica della Roma. in queste settimane c’è la possibilità di vederla diversa questa partita? Di vederla più ottimista?
“Nella partita dell’andata si è visto lo Shakhtar che ha giocatori di qualità e anche di corsa, come hai detto te  però al contempo ha dimostrato anche di essere una squadra battibile perchè nonostante la Roma non abbia espresso in quella partita il suo miglior potenziale, ha avuto tante occasioni da rete quindi può farea ncora meglio. Da questo punto di vista sono molto ottimista anche perché  vedo che la squadra sta crescendo. naturalmente la partita sarà difficile, perché è sempre una squadra valida. Però ripeto, sono ottimista perché la Roma è in netta crescita e probabilmente come valore assoluto dei giocatori è anche superiore. Noi ci giocheremo la nostra partita come è giusto che sia e come immaginate insomma e come molto probabilmente immaginerà anche l’allenatore dello Shakhtar. Stiamo qua per giocarci le nostre chances”
Quali possono essere le insidie domani?
“Lo spirito dovrà essere quello degli ultimi 15 minuti di Lecce, dove la squadra ha dimostrato nelle difficoltà di volereo la vittoria, la squadra non uno solo, poi ci vorrà la massima attenzione fino alla fine. Bisogna fare attenzione all’avversario ce non perde da 60 partite, squadra di grande qualità, una squadra che si chiude bene e riparte in contro piede. Noi queste caratteristiche le conosciamo bene e metteremo in campo tutte le nostre qualità”
La Roma ha cinque anni e mezzo in più a giocatore. pensi possa contare in partita secca?
“Credo che è una situazione reale che non si ppuò cambiare. Ho sentito parlae di modulo di altri giocatori. Questi sono allenatori di 5 anni fa con 5 anni in più. Se sono ancora alla roam e se hanno il privilegio di incdossare questa maglia è eprché la meritano. Il resto conta poco. Bisogna solo guardare in faccia la realtà. Il resto sono solo discorsi
Magari sei un po’ insperto e giovane. Ti dà fastidio che te lo dicano?
“Per me è un complimento. Non mi dà fastidio perché so che mediaticamente non si può avere l’unanimità sempre. Se sono stato scelto dalla società probabilmente hanno valutato la mia competenza, l’entusiasmo, la voglia di cresecere, il fatto di essere adeguato in questa realtà. per me è importante e che anche io non mi senta inappropriato” (interviene Totti: ‘Volevo precisare che non sono stato io a far venire Montella, perché ho sentito anche questo. Che ho cacciato Ranieri…)
Borriello, Menez, i litigi in campo…
“Si è detto tanto di questa storia, anche troppo. A volte siete più informati di me. io la chiuderei qui. Negli spogliatoi ci sono queste cose, voi spesso riuscite a sapere tante cose, ma non tutto. Nell’anno in cui abbiamo vinto lo scudetto non andavamo tanto d’accordo, poi l’anno dop andavamoa nche più d’accordo e l’abbiamo buttato via. Come ha detto anche Gattuso poi…”

Più facile allenare Totti o giocarci insieme?
“Facile in ogni caso. E’ facile giocarci insieme  per le qualità tecniche, la visione di gioco, ma anche allenarlo perché è anche maturato, anche io ero meno maturo, si allena con intensità, corre quasi più adesso, è disponibile accetta le scelte con serietà. Importante che alle esclusioni ci rimanga male perché vuol dire chesente dentro ancora qualcosa da dare. E’ un privilegio, una fortuna sia averci giocato insieme – ma quello è anche un merito che allenarlo”

E’ un visionario Ranieri o un grande psicologo Montella?
“Rispetto tutte le considerazioni, le vaglio, ma non mi lascio condizionare. Io valuto in base alle mi sensazioni, non mi lascio influenzare da quanto successo prima e poi valuto di conseguenza. Vedo un gruppo unito che ha voglia di rivalsa anche versos e stesso. Questa è la cosa su cui mi piace lavorare di più. Le motivazioni fanno la differenza, bisogna anche crearle e io lavoro per dare le giuste motivazioni.  Chi ha giocato a calcio lo sa, quando si va in campo tutti si ha voglia di vincere soprattutto verso se stessi, poi verso la società, verso la propria famiglia. L’importante è che ci si prepari a vincere”

TOTTI

Come ti trovi con Montella? Cambieresti la vittoria nel derby con questa?
“E’ cambiato il modulo come abbiamo visto un po’ tutti. Il modulo lo conosciamo abbastanza bene. Lo abbiamo espresso per 4 anni con Spalletti. Conosciamo tutti i movimenti e le giocate che abbiamo sempre fatto, cercheremo di mettere in difficoltà la squadra. Sulla seconda domanda, sono due partite importantissime. Ma prima di tutto pensiamo a quella di domani, nella quale ci giochiamo la stagione a in europa, il derby lo accantoniamo. Poi da mercoledì penseremo al derby, ma innanzitutto domani è una partita alla quale teniamo tutti”
Il passaggio da Spalletti a Ranieri. Se con Ranieri si erano perse caratteristiche di calcio spettacolo...
“In Europa sappiamo di affrontare big e squadre internazionali. Per arrivare in fondo non serve essere offensivi, serve avere un modulo un gioco, l’adattamento ai giocatori. Penso che è la squadra, è il gruppo che vince, non il modulo. Ognuno ha il suo modo di giocare per cui non si perde e le caratteristiche non si perdono”
Da quando sei tornato ad essere prima punta sei più a tuo agio…
Al traduttore: “Non traduci?” “Certo in quel ruolo mi trovo meglio, però sono momenti della stagione che quando nons egna un attaccante si trovano problemi negativi, stavo bene anche prima soltanto che non facevo gol. E’ un problema”
La Roma ideale per passare il turno?
“Inizialmentefarei giocare Totti (ride,ndr). Partita difficile perché affrontiamo una squadra ben messa in campo, siamo noi a dover fare la partita perché dobbiamo fare 2 gol senza prenderne uno. Cerchiamo di affrontare la partita nel modo migliore perché per noi è determinante”

Questi sono giorni importanti per il futuro in Europa, ma anche per la società. Come la vivete?
“Noi la viviamo con serenità, con tranquillità anche perché come ho sempre detto, come abbiamo sempre detto, noi dobbiamo pensare soltanto al campo e basta e il resto esternamente non ci deve interessare. Anche perché dietro abbiamo gente competente che ci ha sempre messo il viso perciò sotto questo punto di vista siamo cautelati. E poi la prestazione di domani, cercheremo  di riuscire a passare il turno anche se sappiamo che sarà una partita difficilissima ”
Non so se hai letto le dichiarazioni di Ranieri che ha detto che tu nello spogliatoio saresti più solo di quanto si pensi…
“Meglio soli che male accompagnati (ride, ndr). Non l’ho letto, me l’hanno detto. Ha espresso un suo parere”
Se domani  andate in vantaggio poi perdete?

“Macché perdere,intanto andiamo in vantaggio 2-0 poi vediamo”
La partita contro la Lazio?
“Ci pensiamo mercoledì”
Totti scherza con il traduttore ucraino: “Ma che sei della Lazio?”

C’è la voglia di riconquistare la tifoseria anche dopo l’addio di Ranieri con molta gente che vi considera dei mercenari…
“Purtroppo a Roma sappiamo come va l’andamento delle cose, a Roma spesso si va dalle stelle alle stalle. Putroppo ci siamo adeguati e speriamo di metetre a tacere le critiche perché anche a grazie ai nostri tifosi siamo riusciti ad ottenere i risultati. Faremo di tutto per tonare a farli sorridere. Anche nei miemi confronti, ma non ci faccio più caso. Dispiace ad una squadra che prima della gara di Brescia eravamo fortissimi e ora siamo indegni, anche perché chi scende in campo lo fa sempre per vincere e mai per perdere.”
Le sentite ingiuste, esagerate queste accuse?
“Sì, ma ormai non ci faccio caso perché conosciamo la gente di Roma come è fatta, dispiace un po’ a tutti. L’ho sentita a livello personale. Io penso che chi scende in campo non scende in campo per perdere”
Se dovessi scegliere un apartita in cui partire titolare. Domani o derby?
“Tutte e due. Se devo sceglierne una il derby, non ne ho giocato neanche uno. La notte porta consiglio”

Montella più esigente da compagno o da allenatore?
“Quando si è presentato sembrava facesse l’allenatore da 20 anni, il primo giorno. Però io con Vincenzo abbiamo avuto sempre un ottimo rapporto sia in campo che fuori. Anche se come ho sempre detto potrebbe ancora giocare per come sta, vedendo anche gli altri attaccanti in giro per il mondo ma ha fatto questa scelta di vita ed è rispettabilissima . Può diventare un grande allenatore perché ha le idee chiare, le idee chiare perché sa quello che vuole, è determinato,  ha voglia di dimostrare ma soprattutto di imparare, quindi lo seguiamo sperando che in un futuro possiamo ancora rimanere insieme, chissà. Poi come persona lo conoscete un po’ tutti”
Se la Roma dovesse risalire anche con il cambio di società non meriterebbe la fiducia Vincenzo? Tu gliela daresti?

“Penso che è una llenatore che vuole imparare, vuole fare bene. Penso che ha tutte le carte in regola per fare bene.  Questa è una cosa che la società attuale o quella che verrà, saprà bene cosa fare, se ci porterà in Champions League sapranno cosa fare. Avendo in casa un allenatore così, a Trigoria bisognerebbe tenerselo stretto”

CONFERENZA SHAKHTAR LUCESCU SRNA

DICHIARAZIONI GAI E HUBSCHMANN

DICHIARAZIONI MONTALI ALLA PARTENZA DA FIUMICINO

(Fine)

ROMANEWS.EU SEGUE LA CONFERENZA IN TEMPO REALE

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here