Che cosa ha detto Di Francesco in conferenza stampa (VIDEO)

2

DI FRANCESCO CONFERENZA STAMPA – Questi sono gli argomenti trattati dal tecnico giallorosso Eusebio Di Francesco alla vigilia della sfida di campionato Cagliari-Roma.

MIGLIORAMENTI – Direi che stiamo crescendo tantissimo negli automatismi, in quello che cerchiamo nelle due fasi. È ovvio che devono ancora migliorare in tanti aspetti e devono diventare ancora più bravi a proteggere la nostra linea difensiva. Per quello dobbiamo lavorare ancora tanto anche se sto vedendo una buona crescita da parte di tutti”.

COSA MIGLIORARE – “Dobbiamo migliorare in tante cose, anche nelle scelte finali, in quello che facciamo. Non puoi pretendere tutto e subito come ognuno di noi vorrebbe, dobbiamo essere un pochino più bravi, come ho detto prima, a proteggere la linea difensiva con i centrocampisti e dare meno possibilità agli avversari di arrivare alla conclusione. Stiamo lavorando in questo senso e vorrei che la squadra migliorasse questo aspetto. l’ho sottolineato anche prima dell’ultima partita con l’Inter: parlavamo del fatto che non facevamo gol ma noi certe situazioni le riusciamo a creare. Dobbiamo essere bravi a concedere il meno possibile agli avversari. Dobbiamo lavorare più da squadra”.

FAZIO E MANOLAS – “Sì. Sono passato al Divino Amore prima di venire in conferenza perché Manolas ha avuto un colpo in partitella. A oggi la sua possibilità di utilizzo è al 50%. Valuteremo tra oggi e domani la fattibilità perché ha preso un brutto colpo sulla gambe e gli si è gonfiata, quasi non cammina, ma spero possa recuperare in tempi brevi. Abbiamo bisogno di calciatori perché siamo in pochi”.

I SINGOLI – “Florenzi avanzato? Domani è più difficile ma in futuro o durante la partita si. Contro il Cagliari giocherà da terzino. Pastore e Perotti potranno avere minutaggio, ma nessuno dei due dall’inizio”.

SOLUZIONI ALTERNATIVE A CENTROCAMPO – “Mettersi con un difensore in più, vorrei lavorare con Riccardi, che è stato in Nazionale ed è tornato oggi. E’ un ragazzo che teniamo in considerazione, ma è un 2001. A Roma riusciamo ad esaltare, come Zaniolo, e poi a buttarlo giù in un attimo. Sto vagliando tante cose che possono aiutarci in questo periodo. La cosa migliore è una bella preghiera fatta bene, questo può aiutarci”.

INFORTUNI – “Diamo una percentuale a tutto, anche agli errori umani: Pellegrini voleva recuperare, io pure volevo recuperarlo ed è stato fatto un percorso per farlo rientrare a Cagliari, c’è stato un imprevisto che fa parte del gioco. A volte essere frettolosi ti fa incappare in questi rischi. C’è la necessità di recuperare giocatori perché abbiamo tante partite importanti e poterle giocare con tutti i calciatori. Divino Amore perché ogni volta c’è una botta. E’ una battuta per sdrammatizzare, non mi lego a queste cose”.

VAR – “Se dovessi dire delle cose mi sto attaccando a delle scuse. Ci sono stati tanti errori, dispiace perché si è parlato della disponibilità del Var, che ti aiuta, ma perché non farsi aiutare? Sì può far aiutare. Il concetto è lo stesso: si chiede scusa, ma ci rimette l’allenatore e le partite. Mi auguro che da ora in poi accadano il meno possibile, specialmente a noi”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here