Giammarioli: “Ora la Roma deve dare continuità”

8

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Avv. Luigi Esposito a Centro Suono Sport: “La stagione della Roma è condizionata dalla vittoria di martedì, chiaro che poi bisogna vedere quello che farai in campionato.
Nel prossimo mercato serviranno almeno 3 giocatori che siano capaci di instaurare la mentalità vincente. Domani sera sarebbe opportuno ripetere lo stesso modulo di martedì, però credo che a lungo andare Di Francesco vorrà riproporre il 4-3-3, sono curioso di vedere ciò che succederà. La Roma viaggia sulle ali dell’entusiasmo ma è ancora una squadra discontinua, devi sfruttare il momento, anche perché la Lazio non va sottovalutata: segna tanto e gioca bene. L’uomo derby potrebbe essere Schick, è troppo importante in questo finale di stagione, un derby azzeccato significherebbe trovare fiducia e rendimento”.

Michele Giammarioli a Centro Suono Sport: “Adesso serve molta concentrazione, la partita di martedì sposta molto. Domani è molto probabile vedere lo stesso modulo, ma non la stessa formazione di martedì, è probabile che giochi Under al posto di Schick e Peres al posto di Florenzi. Sono D’accordo con DI Francesco quando dice che non è tanto il modulo a fare la differenza, quanto l’interpretazione del modulo da parte dei giocatori.
La Roma deve dare continuità al processo di crescita iniziato martedì; domani mi auguro di vedere una squadra brillante ma occhio a come arrivano le due squadre, perché il derby è una partita a se. L’uomo derby potrebbe essere Schick o Under”.

Stefano Agresti a Radio Radio: “Tra Di Francesco e Inzaghi mi prendo il laziale. Con giocatori di medio livello ha fatto cose importanti. Stimo Eusebio ma tra i due prendo Simone”.

Tony Damascelli a Radio Radio: “Sacchi dice che Inzaghi è meno “europeo” di Di Francesco? Non sono d’accordo, il gioco della Lazio è più arioso di quello della Roma. Inzaghi non è assolutamente italianista. Tra Inzaghi e Di Francesco non c’è partita. Il laziale è nettamente superiore, lo dice il campo. Mi parlano della grande tattica usata contro il Barcellona, ma se Manolas non avesse fatto quel gol a pochi minuti dalla fine parleremmo di occasione sprecata”. 

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio“Inzaghi e Di Francesco hanno compiti diversi. Il tecnico laziale dovrà ridare forza ai suoi dopo la batosta presa col Salisburgo, mentre Eusebio dovrà tenere a bada gli animi”.

Mario Corsi a Centro Suono Sport: “Ora che la Roma è in semifinale di Champions, e siamo tra le prime 4 squadre d’Europa, il derby mi sembra una cosa risibile. Come si chiama la squadra che affronteremo, la Lazio? Qualcosa del genere, mi pare. Ma vale veramente la pena rischiare i giocatori titolari? Mi sembra, tra l’altro, che i ragazzi di questa squadra chiamata Lazio siano usciti da una competizione di Serie B”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “È l’attesa più soft che io ricordi per un derby. Mi auguro che non sia così per i calciatori essendo un derby importantissimo per la classifica, ma come fai a non avere un po’ la testa a questa doppia semifinale di Champions. Sarà riuscita la squadra a isolarsi da tutto quello che è successo in questi giorni e preparare in modo serio attento questo derby? Questa partita mi fa tremare. Ci sarebbero tutti gli elementi per dire che la Roma sta meglio ma, siccome conosco la Roma, quando è così tremo. Sarebbe già importante non perdere il derby. Domani mi aspetto lo stesso modulo di martedì. Credo che domani ci sarà Pellegrini, lo stesso Peres potrebbe giocare. Penso che Di Francesco cambierà almeno 2-3 uomini perché la Champions ti prosciuga energie”.

Piero Torri a Tele Radio Stereo: “Secondo me il derby si è sistemato perfettamente per la Lazio. La Roma arriva con la mente un po’ più facilitata rispetto a loro? Questo è un male. Io mi auguravo di pescare il Liverpool in Champions. Nelle valutazioni che si fanno, si dimentica sempre il peso politico che due squadre come Real Madrid e Bayern Monaco hanno in ambito europeo. Sono 34 anni che aspetto il Liverpool”.

Marco Cassetti a Tele Radio Stereo: “È stata una settimana intensa e ricca di emozioni, ma adesso bisogna archiviare la pratica Champions. Domani c’è questa partita che a Roma vale qualcosa di più di tutte le altre, poi vale anche per la classifica. Secondo me la Roma arriva con la mente un po’ più facilitata rispetto agli avversari. Credo che la partita col Barcellona abbia tracciato un sentiero. Real Madrid e Bayern Monaco sono costruite per la Champions, mentre Roma e Liverpool sono sullo stesso livello. Gli inglesi non hanno questi giocatori abituati a giocare semifinali e finali di Champions”.

Gianluca Lengua a Radio Radio: “Domani sera giocherà la stessa Roma che ha battuto il Barcellona, l’unico dubbio è tra Under o Schick. L’uomo in più della Roma è Dzeko, e può esserlo anche nel derby. Sta trascinando la squadra come non mai, con un lavoro importante al di là dei gol. Nella Lazio temo più di tutti Immobile, uno che può trascinare la Lazio anche emotivamente”.

Guido D’Ubaldo a Radio Radio“Il nuovo modulo ha dato possibilità a Schick di giocare dietro a Dzeko e il ceco ha giocato bene. Se lui ritrova fiducia e comincia a segnare può essere l’arma in più per il finale di stagione. Anche De Rossi, Dzeko e Nainggolan sono beneficiati da questo nuovo modulo di gioco. La settimana di Coppe ha cambiato il modo di arrivare al derby per la Roma e per la Lazio. Conterà molto il fatto che la Roma ha 48 ore in più di riposo. Secondo me finisce pari”.

Franco Melli a Radio Radio: “La Roma ha il 55% di possibilità di andare in finale. Forse sarà la suggestione dopo che i ragazzi di Di Francesco hanno messo fuori squadre come Atletico Madrid, Chelsea, Shakthar e Barcellona, ma è difficile non dire che sono i favoriti. Salah verrà accolto bene all’Olimpico. Con lui in squadra la Roma sarebbe nettamente favorita. Per costruire una grandissima squadra, Monchi deve partire dalla conferma di Alisson. Fa benissimo Di Francesco se conferma l’undici e il modulo che ha battuto il Barcellona. La Lazio deve stare attenta domenica sera perché la difesa prende troppi gol. Per me vince la Roma”.

Furio Focolari a Radio Radio: “Il Liverpool? A questo punto un avversario vale l’altro. La Roma ha il 50% di possibilità di andare in finale. Come verrà accolto Salah all’Olimpico? Credo bene, ma la gente poi penserà solo alla partita. Lui e Dzeko insieme oggi sarebbero la coppia più forte in circolazione. Schick contro il Barcellona è stato il meno bravo di tutti, ma ha dimostrato tanta voglia e quindi è gusto confermarlo con la Lazio, ma deve dimostrare qualcosa di più. Se Inzaghi contro la Roma conferma l’undici di Salisburgo sbaglia. In un derby può succedere di tutto. La Roma è strafavorita, ma la Lazio non è una vittima sacrificale. Il pronostico? Vince la Roma”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Quando è uscito il nome del Liverpool ho pensato alla rottura di cog**oni che avrei avuto fino alla partita. Tra le tre possibilità, però, dico che alla Roma è andata bene. Dopo che non ha fatto prendere palla a Messi, la Roma ora non può temere Salah. Il cambio modulo di Di Francesco? Secondo me lo ha fatto perché ultimamente prendeva troppi gol. Ora Florenzi gioca in un ruolo ottimale. La corsa Champions in campionato sarà ad armi pari fino alla fine, perché tra Roma, Lazio e Inter ciascuna perderà punti in tante partite. Nelle gare in cui la Roma è partita favorita ha poi toppato, occhio quindi domenica sera contro la Lazio. Il pronostico per il derby? Vince la Lazio (ride, ndr)”.

Sandro Sabatini a Radio Radio: “Roma e Liverpool hanno le stimmate della sorpresa di questa edizione. Secondo me, dopo averla vista contro il Barcellona, anche il Liverpool avrebbe voluto evitare la Roma. I Reds sono una squadra frizzante, veloce, sarà una doppia sfida molto bella. Prima o poi la rivincita nella vita te la prendi, credo che i tifosi della Roma abbiano accolto bene questo sorteggio, anche più delle altre due possibilità. L’andata fuori casa è un vantaggio per la Roma. Contro l’attacco del Liverpool, Di Francesco deve mettere in campo schemi molto attenti. Nel derby conteranno le 48 ore in più di riposo della Roma. La Roma ci arriva con il fuoco dentro. Spero che domenica sera non ci siano scontri ‘da bulletti’ tra i giocatori”.

Nando Orsi a Radio Radio: “Liverpool-Roma è una sfida tra due sorprese di questa Champions League. Secondo me si presentano con le stesse possibilità di qualificarsi per la finale. Sarà una gran bella partita, tecnica, fisica. Le due squadre mi ricordano molto il Borussia Dortmund di Klopp. E’ uno scontro intrigante. La Roma deve mettere in campo le stesse caratteristiche del Liverpool, e ne ha le possibilità. Attenzione a non temere solo Salah, perché è il collettivo la forza di questa squadra. In difesa i Reds ti concedono qualcosa. Bisogna ripetere la stessa partita fatta col Barcellona, senza lasciare campo agli avversari. Il 3-4-2-1 esalta Florenzi e Kolarov con le loro migliori caratteristiche, e hai la possibilità di far giocare Schick. La partita contro il Barcellona ha esaltato la voglia di andare a vincere. A volte non conta il modulo ma la testa dei giocatori. Nel derby la Roma parte favorita, ma la Lazio può riscattarsi”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

8 Commenti

  1. Costringere i barca ai lanci lunghi è stato vincente perché non sono abituati a questo tipo di gioco, ma con la Lazio potrebbe essere pericoloso perché questo è l’unico schema che hanno, palla lunga su immobile. Quindi va bene il modulo ma credo che ci voglia un atteggiamento leggermente diverso. FORZA ROMA A TUTTI!!!

  2. Credo che domani il modulo sarà 4.4.3. Schick e Under staranno ai lati di Dzeko. Peres e Jesus giocheranno al posto di Fiorenzi e Manolas. Mi auguro che la Roma affronti il derby con determinazione e con la consapevolezza di essere veri lupi a caccia delle quaglie. Forza Roma

  3. Ecco Agresti e damascelli.Tenetevi inzaghino io mi tengo Difra.Il campo dice che la Roma è in semifinale di Champions inoltre Damasce come fai a dire se Manolas non la metteva dentro a 7 minuti dalla fine si sarebbe parlato di occasione persa .Forse mi dirai anche se a Barcellona davano i due calci di rigore netti alla Roma probabilmente non serviva la meravigliosa impresa che ha fatto.Quindi è come dire se mio nonno aveva 5 palle era un flipper.Non capisco perché rosicano tutti quando la Roma fa cose importanti.Comunque attaccateve ar manico della panza.Forza Roma Daje

  4. Non sono certo tenero quando,secondo me,Eusebio sbaglia,ma Damascelli e Agresti sono di una disonesta intellettuale indegna di un giornalista,ancorche’ sportivo,ma i cronisti politici non sono da meno.Ha ragione Andrea,ma come si fa a dire se Manolas non avesse fatto goal e allora?se noi non ci fossimo fatti goal da soli e quel sudicio di arbitro non ci avesse negato 2 rigori,avremmo vinto anche all’andata.questo per dire che i discorsi con i se e i ma non si possono fare,perche’ c’è sempre un se ed un ma reversibile.Non mi sta bene che si critichi il nostro allenatore,è un privilegio ed un onore che spetta solo a noi.
    Come diceva la mia mamma”dei tuoi ne vuoi dire ma non ne vuoi sentire”
    Vorrei dire un altra cosa a questi surrogati di giornalisti,ruffiani della rube:PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR,avete capito? altrimenti mi spiego meglioPRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR

  5. Marietto di radio stronz suono.Come se chiamano quelli non rischiare giocatori importanti.Certo così se il derby va male puoi dire altre due stronzate sulla società.Te l’ho detto tante va a lavorare almeno un giorno nella tua vita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here