Casano: “Cuore e testa, servirà una Roma perfetta”

53

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport: “La partita di stasera si vince con il cuore e con la testa, con la concentrazione e la voglia di regalarsi e regalare una grande soddisfazione ad una tifoseria che in questi anni ha masticato amaro in troppe occasioni. La partita di stasera bisogna cominciare a vincerla dal sottopassaggio. La differenza in Champions la fanno i dettagli, i particolari. Servirà una Roma perfetta, serviranno 11 leoni e un tecnico illuminato in panchina”.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “Non c’è più tempo per le parole, le speranze, le imprecazioni, i consigli, per i rimpianti, il rammarico, i dubbi. Oggi bisogna scendere nell’arena solo con delle certezze, inferno o paradiso: rispetto per tutti, paura di nessuno. Non diciamo al mondo quello che sappiamo fare, facciamolo e basta. Se lo puoi sognare, lo puoi fare! Facciamo squadra insieme, noi sugli spalti col cuore in gola, i giocatori in campo ma soprattutto loro, da lassù dalla curva Paradiso, quei ragazzi che insieme a noi spingeranno la squadra dal primo all’ultimo istante. Carica ragazzi! Forza Roma”.

Andrea Pugliese a Tele Radio Stereo“Quella di stasera non è una partita fondamentale, ma può darti una svolta. Entrare nelle prime 8 d’Europa darebbe un fascino diverso alla società e aiuterebbe dal punto di vista economico, sia per il marketing, sia per il calciomercato perché un giocatore può essere più invogliato a venire a Roma. E’ una partita che ti dà tanto in prospettiva e ti mette subito a ridosso delle primissime squadre del panorama europeo. La mentalità giusta è quella che ha descritto Di Francesco, ma andare al massimo tutta la partita non è la strategia giusta e non credo che la Roma l’abbia preparata per giocare in pressing 90 minuti”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Pomeriggio“La Roma dovrà stare attenta, lo Shakhtar non ha un grande nome ma è una squadra che gioca a pallone. Si dovrà stare in partita per 90 minuti o anche oltre, il rischio supplementari è molto alto”

Tony Damascelli a Radio Radio Pomeriggio“La Roma ha la grande possibilità di riscattarsi ed uscire da questo momento nel quale, come la Lazio, ogni tanto si infila. Andare ai quarti sarebbe un grande risultato”.

Roberto Renga a Radio Radio Pomeriggio“Dietro lo Shakhtar non è una squadra formidabile, ma davanti i trequartisti possono fare la differenza. Si dovrà stare molto attenti. La partita si giocherà sulle fasce. Florenzi da solo andrà in difficoltà, Di Francesco deve aiutarlo mettendogli Nainggolan vicino”.

Nando Orsi a Radio Radio Pomeriggio“La Roma deve stare molto attenta, non si potrà concedere un tempo a questo Shakhtar. E’ vero che hanno perso 3-0 al San Paolo con il Napoli, ma il primo tempo è stato molto bravo Reina a tenere chiusa la porta. In più c’è da dire che è una squadra più consapevole e quindi pericolosa adesso”.

Antonio Felici a Centro Suono Sport“La Roma non deve abbattersi se dovesse subire un gol, non puoi sorprenderti se lo Shakhtar segna. Mi aspetto una Roma forte, di carattere e di mentalità, un po’ la squadra che ho visto anche col Napoli. Io sono moderatamente ottimista e fiducioso. Per me la partita ha due chiavi tattiche di lettura. Una è il lavoro di Under sulla fascia destra, l’altra è il pressing del centrocampo. Il gol si può fare in qualsiasi momento della partita, per il resto la Roma deve stare attenta a non lasciare troppi spazi. La squadra di Di Francesco ha molte carte da giocarsi, e sono convinto che stasera se le giocherà”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport“Passare ai quarti di Champions darebbe una mano al bilancio. Io non credo che nella futura Roma di Monchi ci sia Dzeko, ma non credo che ci sarà uno smantellamento totale in estate. Stasera non credo che finirà 1 a 0. La Roma deve vincere o 3-1, anche se io mi aspetto un 2 a 1 con conseguenti supplementari. Un gol dello Shakhtar me lo aspetto. Percentuali di passaggio del turno? Dico 60%. Voto alla Champions di Di Francesco: essendo la prima volta, gli do un 8. Al suo campionato do 5/5 e mezzo, ma continuo a dargli qualche alibi”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “E’ la classica partita che la Roma degli ultimi anni non vince mai: ci si aspetta una vittoria e quando i giallorossi sentono il dovere di fare qualcosa puntualmente non ci riescono. L’occasione è irripetibile: se non ci vai questa volta ai quarti, quando ci vai? Mi raccontano di un Monchi letteralmente impazzito in questi giorni, che va a caricare ogni calciatore: si è dedicato tantissimo a preparare questa partita“.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Under si merita di essere titolare, perché nelle ultime partite stato tra i migliori. Io credo che il pericolo possa arrivare dalla parte di Florenzi che all’andata ha sofferto. La Roma deve essere pronta all’evento, non può pensare sempre di essere salvata da Alisson”. 

Roberto Renga a Radio Radio: “Penso che la Roma stasera ce la possa fare, non è certamente inferiore allo Shakhtar. Ci vuole testa fredda e intelligenza. È sulla fascia destra della Roma che si gioca la partita. Bisogna aspettare il secondo tempo con serenità, freddezza e lucidità. La Roma non deve abbattersi alla prima avversità. Sarà fondamentale l’asse Alisson-Fazio-De Rossi-Dzeko, le due estremità non bastano. Il mio pronostico: dico 1-0″.

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “Nel match di andata Under ha dimostrato di poter stare in questa squadra e in questa competizione. Si riparte da un risultato che mette lo Shakhtar dalla parte dei favori del pronostico”. 

Guido D’Ubaldo a Radio Radio: “Portare la squadra in ritiro è una mossa per restare concentrati, per far sentire l’importanza di questa partita ai giocatori. È un dettaglio che può aiutare a tenere alta la concentrazione. Sarà importante la coppia centrale di difesa visto che la Roma non deve prendere gol”. 

Sandro Sabatini a Radio Radio: “La Roma ha una grande occasione e non può farsela sfuggire. Può essere la serata di Dzeko, uno che si è riposato, spero che possa sentirsi aiutato da un Olimpico che ti accompagna verso l’impresa. Anche Under può essere decisivo. Io la vedo bene la Roma stasera, sono fiducioso, vince 2-0″.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

53 Commenti

  1. Bisogna essere onesti e dire che al contrario della Roma lo Shaktar ha una sua tradizione nella Champions e un’identità di squadra e gioco precisa. Oltre a questo, possiede ottimi calciatori e parte con il vantaggio dell’andata. Per tutti questi motivi la Roma è la squadra sfavorita e più debole.
    A differenza delle roboanti dichiarazioni del loro allenatore (che comunque, anche all’andata, si sono poi dimostrate purtroppo fondate), io non credo che loro faranno la solita partita. Un’interpretazione catenaccio e contropiede è quella che calza a pennello per come si sono messe le cose e che li favorisce di più con questo risultato e con le caratteristiche dei brasiliani davanti. Sarebbe forse anche sciocco utilizzare un’altra tattica, più dispendiosa e sempre rischiosa, quando vai a giocartela un cazzotto io e un cazzotto tu.
    Detto questo, resta il fatto che è nel loro dna provare a fare propria la gara proponendo gioco, quindi questo potrebbe spingerli a concederti qualche spazio: forse è in questo atteggiamento la chiave per scardinarli, a patto di conservare la media realizzativa delle ultime gare (rapporto tiri/goals). Aggiungiamoci anche che molto facilmente la Roma almeno un goals lo farà, cosa che non farà dormire sonni tranquilli agli Ucraini visto che l’1 a 0 per i Giallorossi li elimina. Purtroppo è vero anche il contrario, cioè difficilmente la porta della Roma rimarrà inviolata, ma l’alieno che abbiamo in porta potrebbe rifare il miracolo.

    In realtà l’unico dubbio della partita di stasera riguarda il modulo di gioco della Roma. Dicono che il 4-2-3-1 rispetto al 4-3-3 sia meno equilibrato, in realtà se la squadra resta corta dà le stesse garanzie. Credo che DiFra partirà dai tre trequartisti per poi coprirsi nel finale con il 4-5-1 se le cose dovessero mettersi bene. Se invece si mettono male, passerà alle 4 punte.

    Le cose che non vorrei vedere stasera ma che, dopo anni di coppe, mi attendo:
    1. giocare solo un tempo.
    2. grandissima rimonta vanificata dal golletto preso allo scadere.
    3. grandissima rimonta vanificata dai soliti calci di rigore.

    Il passaggio del turno, inutile dirlo, è vitale sia per le casse del club che per salvare la stagione. Quello che mi fa sperare è che come qualità complessiva della rosa la Roma è superiore e la partita dell’andata è finita a quel modo più per demeriti nostri, dato che in campo hanno staccato la spina impaurendosi alla prima difficoltà. E qui scatta la molla del romanista che crede che vonceremo 3 a 0. Daje!

  2. Abbiamo letto lo Jacopo analista rigoroso e lucido (concordo anche le virgole) poi alla fine esce lo Jacopo tifoso…
    Anche se non sono sempre d’accordo con te ti dò la mano, sei un grande.

  3. Guardando alla nostra storia, fatta di vorrei ma non posso e di arrivi ad un centimetro dal traguardo, non abbiamo alcuna speranza.
    meglio così, TUTTO QUELLO CHE VERRA’ SARA’ GUADAGNATO E SALUTATO CON GIOIA.
    FORZA ROMA SEMPRE
    AMICI PER UNA SERA TUTTI INSIEME A TIFARE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. Siccome sono estremamente scaramantico non parlero del risultato(nel frattempo mi gratto)ma dell’impegno che vorrei vedere dai nostri,che escano dal campo stremati e senza nessun rimpianto per l’impegno .Si sa che nello sport vince uno(a),ma provrci devono farlo tutti e soprattutto noi che abbiamo una fame atavica.
    FORZA ROMA

  5. Totti è il giocatore più sopravvalutato nella storia della Roma, lo volete capire o no?

    Ci sono giocatori tipo Delvecchio, Gervinho, Menez che tecnicamente erano TUTTI superiori a lui ma dovevano fare la panca!

    307 gol di cui 220-250 almeno su rigore!

    Non mi importa cosa dite…so che i miei amici fabiano, anto58 e lupo sono d’accordo con me!

  6. Per la redazione.
    Il post delle 12.38 di oggi è un falso, qualcuno sta usando il mio nick. Non sono io. Chiedo alla redazione l’immediata cancellazione di quel post fatto da un troll o da una persona fake che impropriamente sta usando il mio nick, chiedo che venga pubblicato questo post e che effettuate delle verifiche serie su chi scrive.

  7. A proposito del troll che ha scritto al posto di anto58 (mi pareva strano che usasse XD per segnalare una risata), è da tempo che medito di scrivere alla redazione di romanews di abilitare una iscrizione con nickname tipo forum, in modo che ogni utente sia registrato e certificato.
    Secondo me sarebbe anche una garanzia per romanews.eu, dato che avendo i dati dell’iscritto (diciamo almeno la mail) può consentire una pubblicazione immediata di utenti certificati e poi passare in un secondo momento alla moderazione.
    Non credo che la piattaforma romanews possa integrare direttamente un forum: sarebbe bello ma anche poco funzionale dato che i commenti sono sulle notizie e inoltre non credo che un wordpress o similari sopportino bene un phpbb (la piattaforma forum legata a wp è un po’ scarsa), ma forse qualcosa tipo Disqus sarebbe perfetta.

    L’opzione forum, invece, consentirebbe di sviluppare un’officina di lavoro con gli utenti più volenterosi, una sorta di giornalismo 3.0 sotto la supervisione di un responsabile redazionale. O collegare dei Roma Club…

    Idee sparse, eh, quasi quasi la scrivo davvero la mail.

  8. mmm….sarà, ma io oggi sento puzza di caciotta su alcuni di questi commenti. Che poi, dove sarà il divertimento …. boh.
    Segnalo che non sono me stesso e non lo sarò fino a partita finita … e segnalo anche che se sentite rumori forti di tamburo, è solo il mio cuore che batte a mille.
    E niente, sono le 14.42 ed io stò già in clima prer -partita … #nonhoideadicomearriveròastasera …

  9. Sarebbe piu semplice se la redazione prima di pubblicare un commento chiedesse tramite email (quella depositata in calce al commento) conferma del commento. Ad ogni buon conto nella vita ci sono problemi ben piu seri.. Chi si diverte a scrivere in mia vece avra’ seri problemi di autostima

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here