Leggeri: “Rinnoverei il contratto a De Rossi”

19

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “Pellegrini nel ruolo di trequartista ha stupito tutti e merita la riconferma. Pastore? Se rientrerà al top fisicamente sicuramente sarà preso in considerazione da Di Francesco, ma deve mettere maggiore cattiveria agonistica in campo. Rinnoverei il contratto a De Rossi perchè fisicamente ha dimostrato di essere ancora ad un ottimo livello e dentro lo spogliatoio è un elemento fondamentale, sia sul piano caratteriale, sia sul piano motivazionale”

Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport: “La scoperta di Pellegrini nel ruolo di trequartista è un’arma in più che la Roma avrà da qui alle prossime settimane, lo ritengo un arricchimento per Di Francesco non un problema da gestire rispetto a Pastore. Sono convinto che anche a seconda degli avversari e del tipo di partita che la Roma sarà chiamata a fare, il mister sceglierà alternativamente tra Pastore e Pellegrini dando alla manovra offensiva giallorossa un sviluppo ovviamente diverso”.

Giuseppe Giannini a Centro Suono Sport: “In questo momento è scontato e banale pensare che Pellegrini sia avanti rispetto a Pastore nel ruolo di trequartista: con il gol nel derby si è sbloccato a livello mentale e sono convinto che Lorenzo possa essere il nuovo Nainggolan. Bravo Di Francesco nell’intuizione di lanciarlo in quel ruolo che forse gli ha dato anche nuovi stimoli. Pellegrini ha fisicità, corsa, inserimento e capacità di fare gol, per ora è pienamente promosso in questa nuova veste. Pastore ha caratteristiche diverse, ha una qualità tecnica superiore a Pellegrini, in alcune gare, anche entrando dalla panchina può essere decisivo, ma credo sia giusto dare più continuità a Pellegrini in questo momento. Nzonzi e De Rossi sono una coppia che si integra bene in questo nuovo sistema, era logico che si arrivasse a questa soluzione perchè sin dalla scorsa estate il 4-3-3 sembrava un modulo difficile da adattare alle caratteristiche di questa rosa”.

Massimo Caputi a Radio Radio Pomeriggio“Manolas si è ritagliato un ruolo molto importante nella Roma sia dal punto di vista tecnico che di leadership. Per il club è importante blindare alcuni calciatori come il greco. Detto ciò credo che i giallorossi possano solo migliorare. Ci sono giocatori come Kluivert, Pastore e Cristante che ad oggi non hanno espresso un valore ma che con il tempo possono essere molto utili. La Roma deve migliorare nell’atteggiamento e nella concentrazione all’interno dei 90 minuti. Non è una questione di moduli”.

Stefano Agresti a Radio Radio Pomeriggio“Alla ripresa del campionato la Roma ha l’occasione di dare continuità a quanto fatto prima della sosta e la Spal è l’avversario giusto. Di Francesco adesso deve capire come sfruttare la rosa che ha a disposizione. Ci sono delle incognite ancora come Cristante e Pastore che devono essere risolte soprattutto con l’arrivo di avversari più importanti”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo:Il debito è quello che ti sei fatto anticipare dalle banche, tutti i contratti che la Roma ha stipulato con i vari istituti finanziari. Ogni anno ci troviamo sempre lo stesso pezzo. Il bilancio lo può leggere chiunque, si trova sul sito della Roma. I 220 milioni sono la somma dei debiti che devi ridare in gran parte, i 25 milioni sono i ricavi e i soldi usati negli esercizi. Volevo ricordare che i prestiti le banche le danno alle società solide“.

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo:Mi auguro più avanti di non essere più Dzeko dipendente, magari con l’esplosione di Schick. El Shaarawy è un giocatore che inganna. Ha sempre un ottima considerazione, ha forza, resistenza e buon equilibrio. Nell’area si muove bene e questo per gli allenatori diventa fondamentale.

Roberto Renga a Radio Radio:La Roma ha bisogno del rinnovo del capitale, le spese hanno raggiunto il fatturato che è cresciuto tanto. A me risulta che è stata messa a bilancio la cessione di Nainggolan, non so se quella di Alisson rientra. Alcuni media hanno già fatto capire che i giallorossi dovranno affrontare altre cessioni pesanti“.

Franco Melli a Radio Radio:Sono meravigliato dei debiti della Roma soprattutto dopo l’exploit che ha fatto in Champions, Pallotta dovrà procedere con un aumento del capitale. Sicuramente la Roma dovrà spalmarsi gli ingaggi“.

Furio Focolari a Radio Radio:Se la Roma non dovesse raggiungere certi obiettivi è messa male. Manolas va tenuto assolutamente, tra lui e Fazio preferisco nettamente il primo“.

Roberto Pruzzo a Radio Radio:Dzeko ed El Shaarawy sono ad un punto della carriera calcistica dove si sono resi conto che alla Roma si trovano bene e vogliono restare. Puoi spalmare i quanti ingaggi vuoi ma la Roma continua ad essere in rosso. Non può bastare arrivare sempre e solo in Champions. L’obiettivo di Monchi è abbassare il tetto ingaggi. Cristante ha fatto le sue cose migliori giocando in modo offensivo, non lo vedo bene a fare il sostituto di De Rossi o Nzonzi“.

Nando Orsi a Radio Radio:Non riesco a capire da dove arrivano i debiti. La Roma tra cessioni e guadagni arriva ad ottenere una montagna di soldi. Cristante ha fatto bene un anno a Bergamo, è in crescita, ma a Roma non so se c’è ne sia il tempo di aspettarlo. Lavorandoci si potrebbe trovare un altro ruolo”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

19 Commenti

  1. Considerando che i nostri valenti opinionisti non hanno 12 anni, mi chiedo cosa ci sia di così difficile nel capire che se guadagni 1.500 euro al mese e ne spendi 1.800 tutti i mesi, a fine anno stai sotto di 3.600 euro…fatte le dovute proporzioni tra le entrate di una persona normale e quella di una squadra di calcio, se stai sotto a fine anno e ti dicono che devi restituire i soldi, o ti vendi la macchina o chiedi un altro prestito se te lo danno, così ti indebiti ancora di più (nel caso di una squadra di calcio, ti vendi qualche giocatore buono o crei buchi di bilancio sempre più grossi). Forse se a gestire le squadre o i conti dello Stato ci mettessero una brava madre di famiglia, andremmo un po’ meglio, salvo che ovviamente non ci potremmo permettere le spese folli a cui siamo abituati…mi manca Massimo con le sue spiegazioni, ma credo che la regola del “tanto entra tanto esce” altrimenti vai a gambe all’aria, non sia poi così difficile da intuire per nessuno, o forse si?

  2. pure oggi Austini è stato illuminato ed illuminante , daje continua così che il posto fisso a Trigoria si avvicina ……che schifo e poi dite di Marione …….ahahhaha c’è de pe molto peggio .

    • austini è il peggio. Il giornalismo è, sarebbe, era altra roba.
      Oggi ha insultato Dragoni. Gli ha detto che di bilanci non capisce niente. Il Sole 24ore adesso sa con chi sostituire Dragoni.

  3. Siamo alla farsa del ridicolo. I radiolari si danno degli ignoranti da soli e manco se ne rendono conto. Però poi, ammessa la loro ignoranza, pretendono comunque di discettare sulla materia che non riescono a capire.
    Ma sti fenomeni solo a Roma si vedono?

    • Perchè evidentemente a Roma c’è chi è interessato a dargli visibilità e credibilità al fine di (contribuire a) destabilizzare ulteriormente l’ambiente. Ma ci riescono solo perchè la maggior parte dei tifosi ascolta le radio e crede a qualunque cosa dicano, come in questo caso, quando dimostrano chiaramente: a) di non sapere di cosa stanno parlando; b) oppure, di saperlo benissimo ma di voler scientemente intorbidire le acque e cogliere la ghiotta occasione per gettare discredito su questa dirigenza. Ma tanto prima o poi verrà l’Armageddon e morirete tutti! (O almeno così m’hanno detto) 😀
      comunque, FORZA ROMA NONOSTANTE TUTTO E TUTTI!!!

  4. Scusate se mi permetto .. di Austini mi frega il giusto (cioè niente). Ho avuto modo di sentirlo a La Signora in Giallorosso e mi pare che lui giochi un pò a fare il “bastian contrario” a prescindere. Fatti suoi. Però vedo che viene spesso nominato come il “male”. Può essere ..e Corsi ???
    Ieri ho letto un simpatico post di @PippoBaudo. Siamo arrivati alla conclusione (data da Corsi e riportata dal nostro amico) che la colpa se ancora non si è fatto lo stadio … è di Pallotta.
    Trovo la tesi talmente esilarante che volevo chiedere al caro Corsi di poter utilizzare l’asserzione al bar o meglio ancora a Zelig, luogo senz’altro più adatto per tali simpatiche panzane.
    Al di là del fatto che ormai è cosa risaputa che è stata Unicredit ad “orchestrare” il tutto .. mi fa sinceramente tristezza chi ancora dà credito a quel personaggio (intendo Corsi, non @PippoBaudo).
    Parliamo di un simpaticone che ha cercato di giocare un bel giochetto alla Roma: per carità, lui voleva solo punire questi cattivoni che non hanno riconosciuto la sua importanza .. negando l’accesso a Trigoria a chiunque non fosse autorizzato (chiedere a De Rossi o digitare “pappone … Corsi … De Rossi”).
    Questi bastardi, poi, negano gli accrediti allo stadio o li limitano ad un “giornalista” per testata… e lui ? Ma che mancanza di rispetto, dico io. Così, con i compagnucci di merenda, architetta il finto dossier, pieno di ingiurie, menzogne e quant’altro. Ora, lui che si definisce Tifoso … deve essersi distratto .. perchè se il buon Calabresi non avesse fiutato la fregatura .. vi immaginate ? Al di là della dirigenza, l’immagine di una società, di una squadra, perfino di una città sarebbero state sputtanate per decenni.
    Ma era uno scherzo. Dissero loro e confermò la magistratura.
    Era solo uno scherzo, dice ogni giorno l’editore del buon Corsi che gli lascia un microfono davanti.
    Simpatico come scherzo .. come dire che Kennedy è responsabile della sua morte, perchè si è messo sulla direttrice del proiettile …
    Sarà uno scherzo .. a me fa tanta tristezza … e forse me ne fa di più vedere che ci sono persone (in buona fede) che gli danno ancora credito …. mah…. potenza di questa città.

    • Fabrizio non ascolto Corsi, io so solo che austini dovrebbe essere un giornalista.
      Ma lui non fa il giornalista. Lui è un megafono.
      E’ un problema di deontologia.

      Oh, se poi lui invece non è un giornalista, e il tempo non è un giornale, allora il tizio può continuare tranquillamente a raccontare che Cristo è morto di freddo.

      • no no .. ripeto, la mia non era una difesa di Austini. Era solo una constatazione di come anche la comunicazione, in questa città, sia marcia .. per un motivo o per l’altro.

      • altra cosa .. se parliamo de Il Tempo .. parliamo pure di Leggo, Il Messaggero, ecc..
        Notate il tenore degli articoli fino alla scelta del costruttore per lo stadio .. e quelli da quel momento in poi: completamente cambiati.
        Ognuno tragga le sue conclusioni sul perchè.
        Lo ribadisco, non è una difesa per Austini che non conosco personalmente e quindi me ne frego. Ma il marcio c’è (altro se c’è) da ambo gli “schieramenti” ….

        • C’è del marcio nel regno di Danimarca…..esclamava Amleto.
          Mi sa che Amleto era di Tor Pignattara, lui voleva fare il fico ( e poi di geografia non c’è capiva ‘na mazza) e ha scambiato la placida e pacifica Danimarca con Roma, perchè il marcio che c’è in questa città è ineguagliabile!!!

  5. Scusate eh ma visto che Austini è inviso un po’ da tutti, e io so’ ignorante, mi spiegate per favore cosa c’è di sbagliato/in cattiva fede/poco deontologico/etc in ciò che ha detto oggi? No perchè io Austini non lo conosco nè lo voglio difendere a tutti i costi ma oggi cosa ha detto di falso o non assolutamente condivisibile? Secondo me, nulla. Grazie.

  6. Niente Zibo infatti lo ritengo illuminato ed illuminante . Ieri parlava che Dzeko era un problema , che Pellegrini ha giocato bene 2 partite quindi si può vendere per 30 milioni tanto abbiamo Pastore e Santon che sono sottovalutati . Oggi tira fuori la storia che le banche prestano i soldi soltanto alle società solide finanziariamente . Mi sembra chiaro che sia un anti Pallotta ……..sono ironico !!!!!

    • Ciao Emiliano, ben detto.

      Io non leggo mai i commenti dei radiolari, ma visto che oggi l’argomento è prevalentemente finanziario mi va di rispondere, penso che ad Austin andrebbe anche spiegato che le società di calcio sono a scopo di lucro e sono aziende come quelle che pagano stipendi…… e che anche lui nevriceve riceve uno…… ma forse gli andrebbe spiegato anche da chi lo riceve.

    • @Emiliano buongiorno, io non entro certo nel merito della libertà o meno del giornalista Austini nè conosco la sua storia in fatto di panzane; io mi riferivo solo a ciò che ha detto oggi (ieri): premesso che qui solo il buon vecchio Massimo74 avrebbe potuto illuminarci, immagino che le banche non prestino soldi a Pallotta solo perchè gli è simpatico, no? Quindi evidentemente avranno ritenuto che la società Roma sia abbastanza solida finanziariamente o che, in extremis, abbia degli asset in grado di garantire il debito, o no? Se non lo sanno loro che rischiano i propri soldi…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here