Il coro dei manager: ´Toni il colpo di gennaio più importante´

0

Mancano ormai poche ore all’apertura della sessione di calciomercato di riparazione e le squadre si preparano alla campagna di rafforzamento. Alcune hanno già piazzato colpi, come la Roma con l’ingaggio di Luca Toni, l’Inter con l’arrivo dello svincolato Goran Pandev, il Genoa con la ‘freccia’ Suazo in più al proprio arco e la Fiorentina con il forte difensore Felipe, mentre è vicino alla conclusione l’affare che porterà Floccari alla Lazio. Molti sono i nomi che circolano in queste ore e Calciomercato.it ha deciso di contattare tre importanti procuratori italiani, Enrico Fedele, Davide Lippi e Claudio Pasqualin, che ci presentano il mercato alle porte.Quale potrebbe essere il colpo del mercato di gennaio?FEDELE: “Toni è un colpo molto importante. A mio giudizio, il suo acquisto può essere considerato già il vero colpo della sessione di mercato che sta per cominciare”.LIPPI: “Pandev all’Inter e Toni alla Roma sono già due colpi importanti, perciò sono stati già fatti praticamente. Ci sarà qualche scambio, ma i movimenti che già ci sono stati non si vedono spesso durante la sessione di mercato di gennaio. Comunque, sicuramente qualche altra cosa si muoverà”.PASQUALIN: “Potrebbe essere Ledesma. Il giocatore della Lazio può diventare un obiettivo importante per qualche grande squadra”.Tra gli affari conclusi, quale può essere il più determinante?FEDELE: “Toni può esserlo, il suo arrivo completa la rosa della Roma che non ha un attaccante con le sue caratteristice. Poi, saranno decisive le grandi motivazioni che si porta dietro dopo gli ultimi sei mesi in Germania. Le motivazioni nel calcio sono importantissime. Pandev è un calciatore nato nell’Inter, non avrà bisogno del periodo d’ambientamento e Suazo ha l’ultima, forse, possibilità di dimostrare al Genoa il suo valore dopo due stagioni negative. Tutte queste operazioni potrebbero essere molto importanti per via delle forti motivazioni che hanno i giocatori”.LIPPI: “Toni potrebbe consentire alla Roma di fare il salto di qualità, perché i giallorossi da un pò di tempo non hanno una prima punta. La caratura del giocatore può essere determinante per la Roma, credo che  possa incidere moltissimo”.PASQUALIN: “Felipe è destinato a mutare in meglio la fisionomia della Fiorentina. E’ un centrale che partecipa alla costruzione del gioco, sarà sicuramente titolare e diventerà un giocatore importante nell’economia della squadra”.Quali squadre hanno bisogno di maggiori rinforzi?FEDELE: “Credo, al di là delle big che faranno piccoli aggiustamenti, le squadre che lottano per la sopravvivenza come, per esempio, Catania e Bologna, faranno qualcosa in più. Il Napoli ha bisogno solo di qualche puntello. In generale, non vedo radicali trasformazioni e le squadre non cambieranno volto”.LIPPI: “Credo le squadre che stanno avendo un pochino di difficoltà e che, al momento, sono nella parte bassa della classifica. Anche se io non credo molto a massicci interventi nel mercato di riparazione, penso sia più importante la costruzione del gruppo e un lavoro che dura cinque/sei mesi. Però, è chiaro che società come Bologna o Siena possono aver bisogno di mettersi a posto in qualche reparto e credo che si stiano muovendo”.PASQUALIN: “Quando si pensa a questo il pensiero vola subito alle squadre che sono in basso nella classifica, la logica porta a questo. Le grandi non hanno bisogno di cambiare tanto”.

Fonte: calciomercato.it

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here