Calciomercato Roma, dal Brasile: accordo con Matheus Guedes del Santos

9

CALCIOMERCATO ROMA GUEDES SANTOS – La ricerca di un difensore continua per la Roma. In questa stagione la retroguardia giallorossa non sta andando bene come nello scorso campionato. In attesa di trovare una sistemazione per Marcano, secondo quanto riferito dalla Gazeta Esportiva, Monchi avrebbe pronto il colpo Matheus Guedes, centrale classe 1999 del Santos. Il giovane è alto quasi 2 metri, di piede mancino e molto bravo con il pallone tra i piedi.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

9 Commenti

      • Comprano comprano il Milan senza padrone spende milioni di euro noi che abbiamo il tycoon pensiamo solo come si può plusvalenzare.
        A questo punto tra questo fasullo tycoon e il macellaio di porta furba, non ci sarebbe nessuna differenza.
        A sto punto la Roma la prendessero Totti e De Rossi, con tutti i soldi che hanno guadagnato, potremmo essere sicuri di avere due persone ricche presidenti della Roma, sono sicuro che loro qualcosa o qualcuno a gennaio comprerebbero.

  1. L’unico ex calciatore che ha comprato la sua squadra del cuore, e che c’ha rimesso pure le mutande (metaforicamente parlando), che io ricordi fu Chinaglia (e personalmente avrà sempre il mio rispetto per quel suo gesto d’amore) per il resto, a parte Aquilani, Buffon e lo stesso Amelia, che però hanno comprato le società dilettantistiche da cui provenivano, non mi pare che ci siano mai stati calciatori che abbiano comprato club professionistici, in Italia, e che li abbiano resi vincenti. Probabilmente ciò è dovuto al fatto che una società di calcio professionistico ha enormi spese di gestione e un enorme costo iniziale; per cui, nonostante i soldi guadagnati (molti) non sarebbe possibile. Per dovere di cronaca ricordo anche un Boniperti, ex giocatore della Juventus, presidente della stessa e Xavier Zanetti attuale vice presidente dell’Inter; ma in entrambi i casi si tratta di “ministri senza portafoglio”. Per cui, in definitiva, quella di calciatori-proprietari mi pare una speranza vana

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here