Calciomercato Roma, domani la prima offerta ufficiale del Real per Alisson. Al suo posto Meret più un portiere esperto

41

CALCIOMERCATO ROMA ALISSON REAL MADRID – Alisson sempre più vicino al Real Madrid. Il brasiliano è l’obiettivo numero uno degli spagnoli, pronti a regalare al neo tecnico Lopetegui il portiere che andrà a sostituire Keylor Navas.

Ore 23.07 – Secondo quanto raccolto da Gianluca Di Marzio di Sky Sport, la trattativa tra Roma e Real Madrid per Alisson non è ancora iniziata, ma partirà domani. La prima offerta degli spagnoli sarà di 50 milioni di euro e non arriverà oltre a 60 milioni più 10 di bonus. Nel frattempo Monchi è a caccia di un sostituto: avviati i contatti per Meret, che potrebbe essere affiancato da un portiere esperto che ancora deve essere individuato.

Ore 20.40 – Come riporta il Mundo Deportivo, gli spagnoli avrebbero raggiunto l’accordo con la Roma per l’estremo difensore brasiliano su una base di 75 milioni di euro più 5 di bonus. Il giocatore avrebbe preferito la destinazione iberica al Liverpool e firmerà un contratto di 6 anni con i blancos.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

41 Commenti

    • Courtois avrà sicuramente uno stipendio fuori portata.
      Io punterei su Skorupski ed un buon giovane tipo Meret.

      Poi evidentemente terrei Nainggolan e comprerei comunque Ziyech.
      Cioè comprerei… Piuttosto spero che Monchi abbia la stessa idea!
      Per il resto, fiducia totale nel suo lavoro.

    • basta de che? se lo vendessero sarebbe la prima cessione, e il prezzo più alto incassato per un portiere nella storia, il doppio di quanto è stato pagato buffon. se prendono ziyech, versaliko e un buon portiere siamo molto più forti che col solo alisson. il mercato si giudica il 19 agosto

    • Per un portiere 80 milioni allora ne cercherei uno bravo ogni 2 anni se poi ci faccio 80 milioni. La Roma non può competere con gli ingaggi dei top team, se dai 6 milioni ad alisson sai quanti procuratori vengono a battere cassa? Possibile che è così difficile comprendere che non abbiamo un fatturato di 400/500 milioni l’anno. Sensi per poter vincere lo scudetto, anzi uno scudetto ha dovuto impegnarsi il 90% delle sue aziende, sono finiti quei presidenti come non esiste più il calcio di quel periodo. Non abbiamo il potere di andare a chiedere top player e ne tantomeno poi dargli un ingaggio adeguato. Se non arrivano arabi o veri cinesi il nostro ruolo sarà sempre questo, nessuno però sottolinea che siamo usciti dal fairplay e quindi forse qualche spesuccia in più la possiamo fare, ma spesuccia non top player e questo discorso sarà lo stesso anche se si riuscirà a fare lo stadio, perche anche se lo chiamano stadio della Roma in realtà sarà di Pallotta. e la Roma pagherà l’affitto solamente 2 milioni in meno dell’attuale olimpico. tifo Roma dalla nascita (1964) ne ho viste di Romette ma dai Sensi in poi La Mia Roma viaggia quasi sempre in alto classifica. la Roma è questa ma mi da lo stesso brividi ed emozioni..e se vado a Trigoria non strillo basta ma Grazie Roma.

      • Paolo, ti stimo..dici quasi tutte cose giuste, ma dire che lo stadio non sarà della Roma ma di Pallotta è un inesattezza, per questo non lo dice nessuno e lo dici solo tu. Non tieni conto di tante cose, e la più importante di tutte è che forse non te ne sarai accorto ma la Roma… è di Pallotta. Lo stadio lo farà una società satellite della società di Pallotta. Anche la As Roma è una società satellite di quella di Pallotta. Ma stai sereno perché se si farà, il vincolo di Roma Capitale in delibera è che As Roma e Stadio, se si farà mai, divisi non si potranno vendere per trent’anni. La delibera è pubblica sul sito di Roma Capitale. Il vincolo prevede anche che la As Roma pagherà si l’affitto alla società dello stadio, ma quest’ultima è obbligata a girare i suoi ricavi, al netto delle spese, ad As Roma.

        • Mi dispiace, ma non è così…lo stadio è solo di Pallotta, la Roma avrà i ricavi dell’incasso (cosa che ha già con l’olimpico) e una piccola percentuale sugli eventi al suo interno. Non lo dico solo io ma lo dicono quasi tutti e tutti i media, poi vatti a vedere su youtube i filmati delle conferenze sullo stadio, e vedi che alle domande sulla proprietà dello stadio hanno sempre risposto aggirando le domande. Ti sei risposto da solo; Lo stadio lo farà una società satellite della società di Pallotta. Anche la As Roma è una società satellite di quella di Pallotta. ecco bravo due società satellite, ben divise tra di loro e di conseguenza entrambe di Pallotta, quindi se l’americano vende la Roma lo stadio non è nella società satellite Roma, ma in un altra. Sai che vuol dire se lo stadio si farà quanti soldi Pallotta si farà vendendolo? Un altra cosa Pallotta per fare questo stadio deve trovare investitori e finanziatori, quindi nel tempo deve far rientrare gli stessi, non la Roma ma Pallotta…automaticamente ti fa capire che lo stadio è il suo. informati bene vedrai che le cose stanno così…se poi credi a baldissoni allora è un altro discorso…non ti va certo a dire si è vero lo stadio è di Pallotta non della AS Roma. Buona serata e grazie x la chiacchierata

          • Caro Paolo, tu guardi youtube, io leggo documenti e verbali.

            La società che costruirà lo stadio, sempre se si farà più ormai, è la Stadco srl. È una società partecipata al 100% da Neep Roma Holding spa. Quest’ultima è partecipata da Pallotta al 65%. Neep Roma Holding possiede il 79 % di azioni di As Roma, per cui Stadco ed As Roma sono società come si dice “sorelle”.

            La delibera n. 32/2017 di Roma Capitale recita testualmente: “dovrà essere garantito l’utilizzo dell’impianto ad As Roma spa in modo prevalente per la durata di 30 anni, opponibile a terzi, in caso di vendita e l’impegno che l’impianto sportivo dovrà essere sine die vincolati a tale destinazione.
            Dovrà inoltre essere garantito, per una durata di 30 anni, il vincolo di strumentalità fra l’impianto sportivi e la As Roma spa.”

            Ciò significa che Stadco ed As Roma,sono inscindibili. Pallotta non può vendere As Roma senza vendere insieme anche lo stadio.

            In oltre la ripartizione dei ricavi è elencata in un documento apposito allegato nella Delibera n. 132/2014 e nel verbale n. 86/2014. Il contratto di vincolo sulle ripartizioni dei ricavi tra Stadco è As Roma non posso riportartelo qui per ovvie ragioni di spazio, ma ti invito a leggerli con attenzione in modo da poterti rendere conto da solo quali sono le reali condizioni e i reali vantaggi che avrà As Roma, che non hanno niente a che vedere con quello che dici tu. Il discorso è molto più complesso e riguarda tutta una serie di cose legate anche a merchandising e sponsorizzazioni.

            Ti invito comunque di nuovo a leggertelo.

            I finanziatori del progetto sarà costituito per lo più da un pool di banche coordinate da Goldman Sachs, che è l’attuale banca finanziatrice di As Roma. Il pool di banche, e non Pallotta, rientrerà dall’investimento attraverso la normale corresponsione delle rate relative ad un mutuo di 20 anni che Stadco contrarrà con loro.

            Io non so a cosa credi tu, io non credo a nessuno, neanche a Baldissoni. Credi a ciò che leggo nelle delibere, nei documenti e negli atti ufficiali.

            Ad ogni buon conto sei libero di credere a ciò che vuoi, ma quelli che ti ho riportato sono riferimenti ad atti ufficiali che tu non hai riportato spacciando le tue opinioni personali per verità, verità non presenti in nessun atto ufficiale. Buina giornata

    • Aggiungo per completezza ,Paolo che il fatto che lo stadio verrà costruito da una società sorella di As Roma ma riferibile alla stessa holding, così come è per i principali stasi d’Europa come per esempio l’Emitate Stadium, è ascrivibile solo ed esclusivamente a quello che viene chiamato in questi casi “rischio d’impresa”. In pratica se, durante la costruzione, ma anche dopo, lo stadio per esempio crollasse, As Roma non sarebbe direttamente responsabile. Di nuovo buona giornata.

  1. ma svegliatevi. un portiere così non ti ricapita più. l unico anno che avevamo l’occasione di crescere vendiamo due pilastri della squadra. pezzi di merda maledetti. e ancora che pensate che li reinvestono…

  2. Lo tenevo a qualsiasi costo… Non ho idea di chi sia il suo successore… Chissà che non si faccia una maxi offerta alla Juventus per ‘COSO’ visto che hanno preso Perin…. Chissà…

  3. A queste cifre. … tutti contenti.. non ti chiami Real Madrid. E poi un portiere buono lo trovi a 10 15 il resto tutto in difensori e centrocampisti ..tenendo radja..Vincemmo con Antonioli in porta..potremmo continuare ad arrivare secondi o terzi anche con shorupski..purtroppo siamo la Roma

  4. Se la notizia fosse vera allora il Presidente è un pupazzo, fino ad un mese fa diceva che non lo avrebbe mai venduto, invece si è calato i pantaloni e per giunta senza motivazioni di bilancio. La prossima volta almeno abbi la dignità di dire che vendi solo per offerte adeguate ma non prendere per il culo i tifosi. Vendere a quelle cifre è corretto se hai problemi di bilancio e sempre se vuoi giocare per arrivare 3 o 4 quarto nel campionato anziché vincere. Avrei capito di più la cessione di un 30 enne che non si è comportato da professionista per come si è comportato fuori dal campo come Radja anche se a malincuore solo per 40 milioni da reinvestire visto che avrà magari ancora 2-3 anni di grande spolvero. Scusate ma io la penso così… Allison può essere il portiere dei prossimi 15 anni…

  5. ci sono delle cose che mi fanno totalmente ridere (per non dire che buona parte di voi non capisce un cazzo..). allora: 1) non mi pare di aver visto il contratto firmato, contratto che l’articolo dice di 6 anni, quando si possono fare al massimo di 5, e per fortuna che qualcuno ha notato che lo dice un giornale che si occupa di barca e di real non sa niente; 2) nella storia conosco un solo giocatore che ha detto no al real, totti; 3) vivete nel calcio del ffp, i presidenti che buttano i soldi nelle squadre semplicemente non possono più esistere; 4) per lo stesso motivo i presidenti non si possono prendere i soldi dei calciatori venduti, che restano nelle società, Pallotta compreso; 5) se sapete far meglio di questa dirigenza, la roma è quotata in borsa, ve la comprate, e ce fate vede quante volte andate in semifinale di champions, ad un gol dalla finale. forza roma

  6. sbinf, ti do ragione.
    Ma più di tutto: come si fa a scrivere “io lo avrei tenuto a tutti i costi”??? Mica è un’automobile!
    Se lui vuole andare, tu società puoi anche tentare di trattenerlo per MAGARI un altro anno (e secondo voi Monchi non ci ha provato? A quanto scrivono i vari quotidiani gli hanno proposto un aumento eccezionale di ingaggio, dopo solo 2 anni di contratto), ma tenersi un portiere scontento che poi DEVI vendere sottoprezzo l’anno successivo non è rischioso, è stupido.
    Anche perchè, visti i buoni rapporti e i tempi (inizio mercato), puoi metterci una pezza e anche una bella pezza a colori. Perdere qualcosa in porta e guadagnare, con gli stessi soldi davanti alla porta, al centrocampo e sulle fasce in termini di squadra porta a migliorarsi. Tutto sta a saper comprare, come ha detto mille volte Monchi.
    E di lui mi fido, come mi fido di DiFra.
    FORZA MAGICA!

  7. Peccato. Se Alisson avesse palesato la sua volontà prima ci saremmo potuti buttare su Perin. Per me uno dei piú forti portieri che ci sono oggi in circolazione. Cmq daje Roma. I giocatori vanno e vengono..la maglia resta!

  8. Potete dire quello che volte, la verità è una sola: siamo arrivati in semifinale Champions solo per fortuna/eventi a noi favorevoli, non c’è stato nessuno studio o progetto dietro. Basta pensare che gli uomini che ti ci hanno portato (Manolas e Dzeko) li avevi venduti a gennaio. Nessuna programmazione, solo tanta fortuna. E anche ora che hai due mezzi giocatori decenti (Naingolan e Alisson) l’unico obiettivo è venderli il prima possibile. Nessuno vuole tenere Alisson a vita, ma almeno un anno per riconoscenza a 4 milioni netti si poteva trattenere, ha 25 anni, a Madrid ci può andare quando vuole. Uno così non lo ritroviamo, semplicemente non esiste e lo avevamo noi. Il solito sistema di comprare subito 4 sconosciuti o presunti predestinati per alzare un pò di polvere e vendere a man bassa i pezzi migliori che hai..

  9. A prescindere da qualsiasi altro discorso, io Meret lo comprerei. Poi ci fai quello che vuoi, lo usi come secondo, lo dai di nuovo in prestito… come vuoi, ma lo prenderei.
    Con Savorani secondo me diventa il fenomeno che promette già ora.
    E lancio la boutade, oggi 15 giugno 2018 ore 11,29: se mai i due per la prossima stagione fossero Skorupski e Meret, l’anno successivo non sono più tanto sicuro che la gerarchia sarebbe ancora questa…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here