Calciomercato, dalle operazioni concluse ai nomi in orbita Roma: Mertens è il sogno, Ziyech in stand-by

68

CALCIOMERCATO AS ROMA – Il calciomercato è entrato nel vivo e in casa Roma sono tanti i calciatori accostati alla squadra di Eusebio Di Francesco in vista della prossima stagione. La novità di questa estate è proprio la durata del mercato che si apre a luglio e si chiuderà il 18 agosto, ovvero il giorno prima dell’inizio della nuova stagione. La redazione di Romanews.eu vi tiene aggiornati su tutti i nomi che circolano in orbita Roma con le caratteristiche, l’età, il contratto e la valutazione del cartellino:

PORTIERI

Yann Sommer (17 dicembre 1988) – Gioca in Germania, nel Borussia Mönchengladbach. Ruolo portiere. In questa stagione ha collezionato 33 presenze, subendo 44 gol e lasciando la porta inviolata in 8 occasioni. Nazionale svizzero è impegnato con la sua nazionale al Mondiale di Russia. Contratto in scadenza 30 giugno 2021, valore del cartellino: 10/15 milioni di euro. (Ag. Francesco Moretti/IFM)

Kasper Schmeichel (5 novembre 1986) – Gioca in Inghilterra, nel Leicester City. Ruolo portiere. In questa stagione ha collezionato 35 presenze con 49 gol subiti, mentre in 9 occasioni la porta è rimasta inviolata. Nazionale danese è stato protagonista con la sua nazionale al Mondiale di Russia. Contratto in scadenza 30 giugno 2021, valore del cartellino: 10/15 milioni di euro. (Ag. Luca Bascherini)

Robin Olsen (8 gennaio 1990) – Gioca in Danimarca, nel Copenhagen. Ruolo portiere. In questa stagione ha collezionato 37 presenze, subendo 45 gol e lasciando la porta inviolata in 11 occasioni. Nazionale svedese è impegnato con la sua nazionale al Mondiale di Russia. Contratto in scadenza 30 giugno 2020, valore del cartellino: 5/10 milioni di euro. (Ag. HCM Sports Management)

Jasper Cillessen (22 aprile 1989) – Gioca in Spagna, nel Barcellona. Ruolo portiere. Secondo portiere della squadra blaugrana, in questa stagione ha collezionato 11 presenze, mantenendo in 8 occasioni la porta inviolata. Con la nazionale olandese ha disputato 40 gare ufficiali. Contratto in scadenza 30 giugno 2021, valore del cartellino 10/15 milioni di euro. (Ag. SPORTS ENTERTAINMENT GROUP)

Bernd Leno (4 marzo 1992) – Gioca in Germania, nel Bayer 04 Leverkusen. Ruolo portiere. Rimasto fuori dalla lista mondiale, ha collezionato in questa stagione 38 presenze, subendo 49 gol e mantenendo la porta inviolata in 12 occasioni. Contratto in scadenza 30 giugno 2020, presente una clausola rescissoria da 20 milioni di euro. Valore di mercato: 20/25 milioni di euro. (Ag. Uli Ferber, intermediario per l’Italia Ag. FIFA Fabio Parisi)

Gianluigi Donnarumma (25 febbraio 1999) – Gioca in Italia, nel Milan. Ruolo portiere. In questa stagione ha difeso i pali rossoneri in 53 occasioni, subendo 55 gol. Solo in 21 casi la porta è rimasta inviolata. Contratto in scadenza 30 giugno 2021, valore del cartellino: 40/45 milioni di euro. (Ag. Mino Raiola)

Alphonse Areola (27 febbraio 1993) – Gioca in Francia, nel Paris Saint-Germain. Ruolo portiere. In questa stagione ha collezionato 44 presenze, subendo 35 gol e mantenendo la porta inviolata in 22 occasioni. Contratto in scadenza 30 giugno 2019, valore del cartellino: 15/20 milioni di euro. (Ag, Mino Raiola)

Marco Sportiello (10 maggio 1992) – Gioca in Italia, nella Fiorentina ma di proprietà dell’Atalanta. In questa stagione ha collezionato 37 presenze, subendo 38 gol e lasciando la sua porta inviolata in 15 occasioni. Può arrivare come vice Alisson in uno scambio tra portieri con Skorupski. Contratto in scadenza 30 giugno 2020, valutazione del cartellino: 5/10 milioni di euro. (Ag. Giuseppe Riso)

Oscar Alfredo Ustari (3 luglio 1986) – Gioca in Messico, nell’Atlas Guadalajara. Ruolo portiere. In questa stagione ha collezionato solo 9 presenze, visto lo sfortunato infortunio subito al momento di un semplice rinvio da fondo campo: lussazione della rotula del ginocchio sinistro. Ha giocato in Europa con le maglie di Getafe, Almeria e Sunderland,anche se ha collezionato presenze solo con la squadra di Madrid. Si pensa a lui per sostituire il partente Skorupski. Può essere acquistato a parametro zero. (Ag. Claudio Curti)

DIFENSORI

Lukas Klostermann (3 giugno 1996) – Gioca in Germania, nel Lipsia. Ruolo terzino destro, può giocare anche sull’altra fascia e all’occorrenza ricoprire la zona centrale in difesa. In questa stagione tra Bundesliga, coppe europee e coppe nazionali, ha collezionato 39 presenze e 1 gol. Contratto in scadenza 30 giugno 2021, valore del cartellino: 10/15 milioni di euro. (Ag. Ersin Akan)

Cristiano Piccini (26 settembre 1992) – Gioca in Portogallo, nello Sporting Clube de Portugal. Ruolo terzino destro, può essere adattato anche come esterno destro di centrocampo. In questa stagione ha collezionato 40 presenze, mettendo a segno 3 assist. Con un passato in Italia con le maglie di Carrarese, Fiorentina, Livorno e Spezia ha il contratto in scadenza il 30 giugno 2022. Valore del cartellino: 5/10 milioni di euro. (Ag. Football Capital)

Sime Vrsaljko (10 gennaio 1992) – Gioca in Spagna, nell’Atletico Madrid. Ruolo terzino destro, può giocare anche come terzino di sinistra o centrocampista di fascia.In questa stagione, visto i vari infortuni, ha collezionato solamente 29 presenze arricchite da 5 assist. Contratto in scadenza 30 giugno 2022, valore del cartellino: 25 milioni di euro. (Ag. Giuseppe Riso)

Thomas Meunier (12 settembre 1991) – Gioca in Francia, nel Paris Saint-Germain. Ruolo terzino destro, può giocare anche in posizione più avanzata, come centrocampista esterno di destra. In questa stagione con la maglia dei francesi ha collezionato 33 presenze, 5 gol e 7 assist. Contratto in scadenza 30 giugno 2020, valore del cartellino: 10/15 milioni di euro. (Ag. Michelangelo Minieri)

Pavel Kaderábek (25 aprile 1992) – Gioca in Germania, nell’Hoffenheim. Ruolo terzino destro, può giocare anche come esterno destro di centrocampo. In questa stagione ha collezionato 34 presenze, riuscendo a mettere a segno 3 gol e 4 assist. Contratto in scadenza 30 giugno 2021, valutazione del cartellino: 10/15 milioni di euro. (Ag. Viktor Kolar)

Dalbert Henrique (8 settembre 1993) – Gioca in Italia, nell’Inter. Ruolo terzino sinistro, può giocare anche come centrocampista esterno di sinistra. In questa stagione ha collezionato 16 presenze, 14 con la maglia nerazzurra e 2 con quella del Nizza nei preliminari di Champions League. Contratto in scadenza 30 giugno 2022, valore del cartellino: 15/20 milioni di euro. (Ag. Emerson Figueiredo)

Matteo Darmian (2 dicembre 1989) – Gioca in Inghilterra, nel Manchester United. Ruolo terzino destro, può giocare anche come terzino sinistro. In questa stagione con i red devils ha collezionato solamente 17 presenze e 2 assist. Contratto in scadenza il 30 giugno 2019, valore del cartellino: 10/15 milioni di euro. (Ag. Tullio Tinti)

Kenny Tete (9 ottobre 1995) – Gioca in Francia, nel Lione. Ruolo terzino destro, può essere adattato in emergenza come centrale di difesa. In questa stagione, la sua prima in Francia, ha collezionato 31 presenze, 1 gol e 5 assist. Nonostante la giovane età conta già 9 presenze con la nazionale maggiore. Contratto in scadenza 30 giugno 2021, valore del cartellino: 10/15 milioni di euro. (Ag. Mino Raiola)

CENTROCAMPISTI

Marcos Llorente (30 gennaio 1995) – Gioca in Spagna, nel Real Madrid. Ruolo centrocampista, gioca come mediano ma può essere adattato anche nei due centrali di difesa. In questa stagione ha collezionato 20 presenze. Contratto in scadenza 30 giugno 2021, valore del cartellino: 10/15 milioni di euro. (Ag. Julio Llorente)

Mateo Kovavic (6 maggio 1994) – Gioca in Spagna, nel Real Madrid. Ruolo centrocampista, può giocare come mediano o come trequartista. In questa stagione con la maglia delle Merengues ha collezionato 36 presenze, arricchite da 3 assist. In Italia ha vestito la maglia dell’Inter  per tre stagioni. Contratto in scadenza 30 giugno 2021, valore del cartellino: 30/35 milioni di euro. (Ag. Nikky Vuksan)

William Carvalho (7 aprile 1992) – Gioca in Portogallo, nello Sporting Lisbona. Ruolo mediano, può ricoprire anche il ruolo di difensore centrale. In questa stagione ha collezionato 38 presenze, arricchite da 1 gol e 2 assist. Protagonista della spedizione Mondiale con il suo Portogallo, sta trattando la rescissione contrattuale con il suo club. Contratto in scadenza 30 giugno 2020, valore di mercato: 25/30 milioni di euro. (Ag. Pere Guardiola)

Bruno Fernandes (8 settembre 1994) – Gioca in Portogallo, nello Sporting Lisbona. Ruolo trequartista può giocare anche come centrocampista. In questa stagione ha collezionato 56 presenze, condite da 16 gol e 20 assist. Il portoghese in Italia ha vestito le maglie di Novara, Udinese e Sampdoria. Si è svincolato dal club di Lisbona e può arrivare a parametro zero. (Ag. Miguel Pinho)

Wahbi Khazri (8 febbraio 1991) – Gioca in Francia, nel Rennes ma di proprietà del Sunderland. Ruolo trequartista, può ricoprire il ruolo di ala sinistra o di seconda punta. In questa stagione con la maglia dei francesi ha collezionato 34 presenze, condite da 11 gol e 4 assist. Tunisino di passaporto francese, ha il contratto in scadenza il 30 giugno 2020. Valore del cartellino: 10/15 milioni di euro. (Ag. World Football)

Diego Laxalt (7 febbraio 1993) – Gioca in Italia, nel Genoa. Ruolo centrocampista esterno di sinistra, può giocare come ala sinistra o come terzino sinistro. In questa stagione ha collezionato 34 presenze, mettendo a segno 4 gol e 3 assist. Contratto in scadenza 30 giugno 2022, valore del cartellino: 10/15 milioni di euro. (Ag. Vincenzo D’Ippolito)

Héctor Herrera (19 aprile 1990) – Gioca in Portogallo, nel Porto. Ruolo mediano di centrocampo. In questa stagione ha disputato 42 gare, arricchite da 5 gol e 7 assist. E’ uno dei punti di forza della nazionale del Messico. Contratto in scadenza 30 giugno 2019, valore del cartellino: 15/20 milioni di euro. (Ag. Matias Bunge)

Rodrigo Battaglia (12 luglio 1991) – Gioca in Portogallo, nello Sporting Clube de Portugal. Ruolo centrocampista centrale, può ricoprire il ruolo di mediano davanti alla difesa. In questa stagione con la maglia biancoverde ha collezionato 57 presenze, condite da 3 gol e 3 assist. Di nazionalità argentina è in possesso del passaporto italiano. Contratto in scadenza 30 giugno 2022, valore del cartellino: 15/20 milioni di euro. (Ag. Rodrigo Vilarino)

Yusuf Yazici (29 gennaio 1997) – Gioca in Turchia, nel Trabzonspor. Ruolo trequartista, può giocare anche come centrocampista centrale. In questa stagione ha collezionato 35 presenze, con ben 10 gol e 5 assist all’attivo. Contratto in scadenza 30 giugno 2022, valore del cartellino: 15/20 milioni di euro. (Ag. Erkut Sogut)

Jack Wilshere (1 gennaio 1992) – Gioca in Inghilterra, nell’Arsenal. Ruolo centrocampista centrale di piede sinistro, può ricoprire il ruolo di mediano. Con la maglia dei gunners ha collezionato in questa stagione 40 presenze, con all’attivo 2 gol e 7 assist. Contratto in scadenza 30 giugno 2018, in caso di mancato rinnovo può essere acquistato a parametro zero.

Tolgay Arslan (16 agosto 1990) – Gioca in Turchia, nel Besiktas. Ruolo centrocampista centrale, può ricoprire il ruolo di mediano o di trequartista. In questa stagione ha collezionato 43 presenze, arricchite da 3 assist. Contratto in scadenza 30 giugno 2022, valore del cartellino: 10/15 milioni di euro. (Ag. Francesco Di Frisco)

Dennis Praet (14 maggio 1994) – Gioca in Italia, nella Sampdoria. Ruolo centrocampista centrale, può ricoprire anche il ruolo di trequartista. In questa stagione ha collezionato 34 presenza, arricchite da 1 gol e 3 assist. Contratto in scadenza 30 giugno 2021, valore del cartellino: 20/25 milioni di euro. Clausola rescissoria 28 milioni di euro. (Ag. Martin Riha)

Nicolò Barella (7 febbraio 1997) – Gioca in Italia, nel Cagliari. Ruolo centrocampista, può ricoprire sia il ruolo di mediano che di trequartista. Con la maglia dei rossoblù ha collezionato 34 presenze, arricchite da 6 gol. Contratto in scadenza 30 giugno 2022, valore del cartellino: 25/30 milioni di euro. (Ag. Alessandro Beltrami)

Jean Michaël Seri (19 luglio 1991) – Gioca in Francia, nel Nizza. Ruolo centrocampista centrale, ricopre il ruolo di regista davanti alla difesa. Con la maglia dei francesi della costa azzurra ha collezionato in questa stagione 42 presenze, arricchite da 2 gol e 10 assist. Contratto in scadenza il 30 giugno 2019, valore del cartellino: 25/30 milioni di euro. (Ag. RAMP MANAGEMENT GROUP)

ATTACCANTI

Emil Forsberg (23 ottobre 1991) – Gioca in Germania, nel Lipsia. Ruolo ala sinistra, può giocare anche come esterno d’attacco di destra. Nazionale svedese ha preso parte alla spedizione ai Mondiali di Russia 2018. Nella passata stagione ha collezionato 33 presenze con 5 gol e 4 assist. Contratto in scadenza 30 giugno 2022, valore del cartellino: 25/30 milioni di euro. (Ag. Hasan Cetinkaya)

Dries Mertens (6 maggio 1987) – Gioca in Italia, nel Napoli. Ruolo ala sinistra, nelle ultime stagioni ha trovato spazio come punta centrale, facendo registrare numeri importanti. In questa stagione ha collezionato 49 presenze, condite da 22 gol e 12 assist. Contratto in scadenza 30 giugno 2020, valore del cartellino: 30/35 milioni di euro. (Ag. Soren Lerby/STIRR ASSOCIATES)

Mario Balotelli (12 agosto 1990) – Gioca in Francia, nel Nizza. Ruolo punta centrale, può essere adattato come seconda punta o anche ala di destra/sinistra. In questa stagione ha collezionato 37 presenze con 26 gol e 1 assist. Contratto in scadenza il 30 giugno 2018, può essere acquistato a parametro zero. (Ag. Mino Raiola)

Domenico Berardi (1 agosto 1994) – Gioca in Italia, nel Sassuolo. Ruolo ala destra, può giocare come punta centrale o come ala di sinistra. In questa stagione ha collezionato 32 presenze, 5 gol e 2 assist. Contratto in scadenza 30 giugno 2022, valore del cartellino: 20/25 milioni di euro. (Ag. Simone Seghedoni)

Hakim Ziyech (19 marzo 1993) – Gioca in Olanda, nell’Ajax. Ruolo trequartista, può giocare come ala sinistra. In questa stagione ha collezionato 39 presenze, condite da 9 gol e 18 assist. Contratto in scadenza 30 giugno 2021, valore del cartellino: 25/30 milioni di euro. (Ag. Mustapha Nakhli)

Federico Chiesa (25 ottobre 1997) – Gioca in Italia, nella Fiorentina. Ruolo ala destra, può giocare anche come esterno di centrocampo o ala sulla fascia sinistra. In questa stagione con la maglia viola ha collezionato 37 presenze, condite da 6 gol e 8 assist. Contratto in scadenza 30 giugno 2022, valore del cartellino: 45/50 milioni di euro. (Non ha agente)

Yacine Brahimi (8 febbraio 1990) – Gioca in Portogallo, nel Porto. Ruolo ala sinistra, può giocare anche in posizione più arretrata come centrocampista laterale di sinistra o trequartista. In questa stagione ha disputato con la maglia del Porto, 49 gare condite da 12 gol e 10 assist. Contratto in scadenza 30 giugno 2019, valore del cartellino: 20/25 milioni di euro. (Ag. Moussa Sissoko)

Mahmoud Ibrahim Hassan (1 ottobre 1994) – Gioca in Turchia, nel Kasimpasa ma di proprietà dell’Anderlecht. Ruolo ala sinistra, può giocare come seconda punta o ala destra. Meglio noto come Trezeguet, in questa stagione con la maglia del Kasimpasa ha collezionato 33 presenze, mettendo a segno 16 gol e 8 assist. Contratto in scadenza 30 giugno 2020, valore del cartellino: 5/8 milioni di euro. (Ag. SPOCS Sports Consultants)

OPERAZIONI CONLUSE:

28 maggio 2018 la Roma ufficializza l’acquisto di Ante Coric.

31 maggio 2018 la Roma ufficializza l’acquisto di Ivan Marcano.

08 giugno 2018 la Roma ufficializza l’acquisto di Bryan Cristante.

22 giugno 2018 la Roma ufficializza l’acquisto di Justin Kluivert.

22 giugno 2018 la Roma ufficializza l’acquisto di Antonio Mirante.

26 giugno 2018 la Roma ufficializza l’acquisto di Davide Santon.

26 giugno 2018 la Roma ufficializza l’acquisto di Nicolò Zaniolo.

26 giugno 2018 la Roma ufficializza l’acquisto di Javier Pastore.

28 giugno 2018 la Roma ufficializza l’acquisto di William Bianda.

TRASFERIMENTO IN ALTRE SQUADRE

Simone Verdi, dal Bologna al Napoli. L’11 giugno il trasferimento del giocatore è stato reso ufficiale dalla società partenopea. Operazione da 25 milioni di euro.

Mattia Perin, dal Genoa alla Juventus. L’8 giugno la società bianconera da l’ufficialità. Operazione da 15 milioni di euro.

Anderson Talisca, dal Benfica al Guangzhou Evergrande. Prestito di sei mesi, operazione resa ufficiale l’8 giugno dalla società cinese.

Matteo Politano, dal Sassuolo all’Inter. Il 30 giugno la società nerazzurra ha reso ufficiale l’operazione, per il giocatore accordo fino al 2023. Costo dell’affare: 20 milioni più il cartellino del primavera Odgaard.

Alex Meret, dall’Udinese al Napoli. Il 5 luglio la società partenopea ha reso ufficiale il trasferimento. Costo dell’operazione intorno ai 25 milioni di euro.

a cura di
Daniele Matera

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

68 Commenti

    • Ciao Marco, io ci penserei prima di cedere Strootman e El Sha. Dipende, ovviamente, da chi arriverebbe al loro posto.

      Per quanto riguarda le entrate, Torreira e Barella sarebbero perfetti. Chiesa non mi convince. Abbiamo gia Under. Meglio prendere uno un po piu esperto ad alternarsi con Under (tipo Verdi).

    • Anche a me chiesa non esalta , alla fiorentina fa tutto lui ma non gioca troppo di squadra ne è così determinate , è forte ma a quelle cifre prenderei più marhez o roba del genere , torreira e barella sono entrambi molto forti ma anche abbastanza simili ,o uno o l’altro più un altra mezzala , wilshere a zero è un affare secondo me , è un inglese atipico edha esperienza internazionale. Quindi: Marcano, blind , torreira , Zyech o marhez e wilshere , con 70 mln si fa , dobbiamo vendere El Shaarawy , Peres ,gonalons e terrei Strootman

  1. A destra, in attacco, ci serve qualcuno che puo alternarsi con Under. Sia Verdi che Politano vanno bene. Non sono fenomeni ma sicuramente forti e ci darebbo un rendimento continuo a destra. Le cifre sono ridicole ma ci dobbiamo abituare.

    A sinistra, se viene qualcuno, deve essere piu forte di Perotti e/o El Sharawaay, che hanno un rendimento altalenante ma quando sono forma sono davvero forti. I nomi citati sopra non credo siano tanto meglio di Perotti e El Sha, forse solo Ziyech. Cambiare tanto per cambiare non ha senso.

    A centrocampo tutti i nomi citati sembrano buoni, anzi buonissimi.

    La difesa, ce non ci sono cessioni eccellenti, non e una priorita. Ci serve un terzino per alternarsi con Karsdorp e un-vice Kolarov.

    Forza Roma

    • Se avessi anche solo visto un terzo delle partite di questa stagione ti saresti reso conto che il buon caro Kevin non fa piu la differenza laddove era determinante…presenza fisica e filtro. Non ha piu’ la facilita’ di corsa di 2/3 anni fa, non e’ bravo a impostare e manco ad inserirsi. via subito…visto live con Barca e Liverpool, non garantisce salto di qualita . a DDR e’ rimasto grande senso posizione, ma anche lui lento e con meno forza. Chi capisce di futbol non puo’ non notare che alla squadra manchino 2 centrocampisti di qualita, uno per impostare stile Torreira, uno che crea gioco/si inserisce stile Talisca. Barella e’ un bel jolly. A me poi Politano piace un casino come esterno, da riportare a casa.

  2. Stanno circolando bei nomi comunque, sperando che parte di questi vengano acquistati. Farei una riflessione: la Roma punterà molto sul parametro zero per poi investire i soldi derivanti da Champions e cessioni su giocatori importanti. Non a caso potrebbero essere ben 3 i giocatori presi a parametro zero: Marcano, Balotelli, Battaglia. Poi si aggiungono i giocatori giovani a poco prezzo: Bianda 4 milioni e Coric 8 milioni. Il resto va investito per questi giocatori: Kluivert 17; Ziyech 28; Talisca 25; Tete 13 (o altro terzino destro) più un eventuale regista, a me piace Van Ginkel. E’ molto importante che il calciomercato duri solamente 1 mese e 18 giorni, prima della prima partita di Campionato: spesso e volentieri abbiamo visto una Roma ritardataria negli acquisti e che venivano anche dopo un paio di partite ufficiali; ci vuole anche la preparazione e così non ci sono più scuse.

    • Sono d’accordo sulla durata del Mercato. Credo che comunque da quest’anno esso debba terminare, da Regolamento, prima dell’inizio del Campionato. Sul centrocampo sono d’accordo a metà. Strootman (la gara col Barcellona lo conferma) è uno da centrocampo a 4 o a 5; sicuramente a 3 fa più fatica. Se confermi Florenzi puoi anche privartene, altrimenti faresti bene a tenerlo considerando che DiFra ultimo periodo è uno che cambia spesso modulo. Torreira è ottimo ma io personalmente vorrei sempre un regista basso molto “fisico”, capace anche d’interdire, perciò dico Seri del Nizza, anche se il mio sogno rimane Dembele’ del Tottenham (guardatevi la gara di Torino con la Juve). Sugli esterni alti non cederei nessuno dei 2 (Elsha – Perotti) e proverei a prendere Talisca che mi pare più pronto e duttile di Ziyech. Kluivert è, al pari di Under quando arrivò a Roma, un buon prospetto; ma bisognerebbe vedere come si ambienterebbe inoltre se si puntasse a vincere subito non ci si potrebbe permettere di aspettarlo. Barella e Boselli sono ottimi, e giovani, ma il primo ha una valutazione esagerata.

  3. La Roma ha bisogno di centrocampisti che segnano, quindi sì a Talisca, Ziyeh, Politano e Brahimi tutti in doppia cifra e no ai vari Praet, Baselli e Seri che segnano col contagocce. Alla larga da Berardi e Balotelli e prenderei anche a 30 milioni Klujvert, più promettente di Shick per il quale abbiamo speso 42 milioni. Vai Monchi, pensaci tu!

  4. Sono d’accordo con Renato. La Roma ha bisogno di gente pronta che segni sin da subito, non possiamo pensare di acquistare gente che proviene da Samp o altri club simili. Io prenderei al centrocampo Van Ginkel, Strootman non mi piace più come una volta, col Barça è stato formidabile senza dubbio ma la continuità è poca, al limite cederei Nainggolan e terrei Strootman prendendo Van Ginkel e Battaglia. In attacco Perotti ha reso poco in termini di gol, terrei sia lui che El Shaarawy ma prendendo Kluivert jr. devi rinunciare ad uno dei due. L’ultima è che Talisca andrà allo United, bene secondo me B. Fernandes è pure più forte. Uno tra Zyiech e Di Maria deve essere preso come ala destra.

  5. Non pensiamo che Dzeko, che ha 32 anni, possa durare ancora per molto. Punterei su uno tra Bas Dost, Ben Yedder, Aboubakar per subito e un giovane tra Moussa Dembélé, Odgaard, Piroe, Barrow.

  6. Monchi e Di Francesco non hanno bisogno dei miei suggerimenti, però un’opinione, se si sente che abbia merito va espressa.
    Balotelli sì, Balotelli no? Secondo me nell’ottica delle tre competizioni sì. Perché Dzeko non ringiovanisce e se vuoi vincere più spesso, specie in casa, e segnare di più serve chi lo sa fare ed ha peso a livello fisico.
    Centrocampo? Credo che il suo compagno di squadra, Seri, potrebbe essere un bell’acquisto, che potenzialmente ti aggiusta, completandolo, il centrocampo: giocatore di Premier League l’Ivoriano. E, tra l’altro secondo me, quelli si prenderebbero volentieri Gonalons in cambio, più una ventina di milioni in due o tre rate. Perché Gonalons in Francia è molto apprezzato.
    Il grandissimo colpo? Un capolavoro di Monchi potrebbe essere – se a Mourinho dovesse piacere El Shaarawy – di darglielo insieme ad una decina [o più] di milioni di sterline per prendersi Marcus Rashford: secondo me il miglior Britannico della sua generazione. Quello sarebbe un grandissimo acquisto in prospettiva. Uno che può diventare una specie di Cristiano Ronaldo.
    Difesa? Punterei dritto su Kurt Zouma dallo Stoke City retrocesso, quanto può mai costare [se vogliono gli diamo Capradossi in prestito – e magari una compartecipazione sulla valorizzazione – o Gyomber a titolo definitivo e soldi; ma se Zouma ritorna il giocatore che si pensava che potesse diventare quello vale €70 milioni, e tra un anno ti libera Manolas].
    Trequarti? Talisca sembra ben pensato e adatto all’ossatura già esistente della Roma, con Seri, Nainggolan e Gerson, potrebbe essere l’alternativa “Brasiliana” per il cerntrocampo della Roma, con due punte davanti che aprono gli spazi.
    Kluivert? Preso Balotelli, si può anche chiedere che stia dove si trova o vada in prestito, e a Gennaio prossimo si può prendere davvero a zero [a quel punto potesti anche monetizzare Ünder, se continua sulla traiettoria di crescita attuale].
    Il bello di questa campagna acquisti è che non costa tantissimo, non hai smontato la squadra, non hai svenduto chi già hai ed hai fatto uno squadrone, da Champions, ma davvero.
    D’altronde, il resto della squadra va già abbastanza bene così. Se, per esempio, ti tieni Perez dai più tempo a Karsdorp di rientrare, e all’occorrenza puoi avanzare Florenzi nel 3-2-3-2 o 3-5-2 che dir si voglia, o avere una ulteriore alternativa in difesa.
    Capitolo cessioni e soldi da recuperare: valorizzati Gonalons ed El Shaarawy, lo Skorupski visto stasera non mi sembra un portiere che vale poco. In qualche operazione ci potrebbe rientrare tranquillamente. Magari al Genoa per Perin o per un altro giocatore: in Inghilterra uno così potrebbe diventare un mezzo mito.

    • Balotelli ha detto “romani di m.”, ogni altro commento, che non sia il calcio di totti, è superfluo.
      3-5-2 perchè??? basta con strane idee di moduli inadatti all’allenatore, oppure prendi mazzarri e giochi 3-5-2. quindi non commento il resto delle tue idee di mercato in quanto deviate ad impostare una squadra sul 3-5-2, mi soffermo solo su Seri: nelle partite importanti (in europa) non mi è sembrato un fenomeno, anzi.. poi giocare bene nel campionato francese è abbastanza semplice. preferirei torreira, più giovane, vale come italiano (è cresciuto qui, come nainggolan), conosce già campionato e lingua, è bravo sui calci piazzati, qualità che ci manca tanto

      • Capisco che non sia sempre facile riflettere bene prima di parlare, ma quest’anno la Roma ha usato la difesa a tre, in un caso – quando si trattava di attaccare – con grandissimo successo, nell’altro – dovendo contenere un attacco micidiale – ha preso in 55 minuti una imbarcata memorabile.
        Ammesso e non concesso che arrivi Marcano, un altro centrale specie di 23 anni e potenzialmente un crack, comprato ai saldi di una squadra retrocessa, male non ti fa.
        La squadra ha in rosa due punte di grande qualità, valore economico, e speriamo anche di grande intesa; ha tanti esterni medio-bassi [Florenzi, Perez, Kolarov] e quelli veramente bassi [Karsdorp, Pellegrini e Jesus] al momento non ti danno tantissime garanzie; ma ti stai comprando Marcano a sinistra].
        Io Seri l’ho visto giocare contro il Milan in Europa League ed ho visto un signor giocatore, sicuramente un grosso upgrade rispetto al Gonalons visto finora.
        Quello che ha detto Balotelli da giocatore dell’Inter quando ancora non si sapeva fare la barba mi interessa davvero poco, se poi provocando Totti [e dico Totti] ne ha provocato l’espulsione e una sconfitta per noi [lo stesso mi dicono avesse fatto Materazzi con Zidane nella finale Mondiale in Germania, biasimiamo anche lui?].
        I fiji de ‘na… in squadra contro squadre nervose o poco sportive servono a volte… quindi per me Balotelli sì grazie.
        El Shaarawy è un bravissimo ragazzo, ed anche molto tecnico ma credo che abbia bisogno di un allenatore che lo prenda a calci nel sedere; come nasconde la palla Perotti tra le gambe ne conosco pochi, e Nainggolan è per me un giocatore ancora fortissimo ed innamorato della maglia; di questo Talisca ne parlano un gran bene e forse una opzione in più in attacco servirebbe. Mi dispiacerebbe vedere partire Strootman ed El Sharawy, ma con uno prendi 45 milioni e con l’altro se, fusse che fusse, si realixxasse quello che ho scritto, grasso che cola per i prossimi 12-15 anni.
        Con la campagna acquisti che io “sogno” che la Roma faccia, la rosa – senza svenarsi – si rafforzerebbe, consentendo al contempo una enorme duttilità tattica: 4-3-3, 4-1-4-1, 4-2-3-1, 4-3-1-2, 3-5-2, 3-2-3-2, 3-4-3 e credo di non averne dimenticato nessuno… e non serve prendere Mazzarri, perché lui alla Roma non ci volle venire. Basta “il mite” Di Francesco.
        Dopo tanti acquisti costosi e sbagliati, questa per la Roma deve essere l’occasione di mettere in sicurezza il bilancio, rafforzando la squadra allo stesso tempo, per provare a migliorare la stagione appena conclusa.

  7. Monchi dovrebbe leggere i commenti a questo articolo, farebbe la squadra in una settimana, che poi non sarebbe ammessa nelle competizioni per “manifesta superiorità”. Comunque si sa, giugno e luglio sono i mesi dedicati al sogno.

  8. la roma che vorrei per l’anno prossimo (nei limiti del possibile): portieri: alisson meret; difensori: karsdrop darmian (o un altro che gioca su tutte e 2 le fasce) – manolas fazio capradossi marcano – kolarov luca pellegrini registi: ddr torreira; mezzali: lollo pellegrini nainggolan strootman ziyhek (o cristante) coric; est dx: cengiz politano; est sx: elsha kluyvert; centravanti: dzeko schick; jolly: florenzi (che gioca soprattutto est sx mentre kluyvert si ambienta). squadra b, pronti a dare una mano se serva: nura marcucci riccardi antonucci tumminello. gli altri sarebbero tutti da vendere, soprattutto allo scopo di abbassare il monte-ingaggi, per non ritrovarci a giugno prossimo a dover vendere. x liste uefa, elementi del vivaio: 5 – giocatori cresciuti in italia: 4

  9. Non me dite che con Verdi Balotelli Torreira Berardi ecc ecc si possa vincere lo scudetto perchè non lo vincerai… Via Florenzi Brunetto Juan Jesus Ddr Strootman El shara tutti soldi buttati…

    • Forse non si può vincere lo scudetto così.
      Ma servono comunque un ala destra, un regista, e così via, quindi alcuni di loro sarebbero stati molto utili anche quest’anno.

  10. Difesa
    Marcano 0 Tete 13 biana 4 tot 17
    Centrocampo
    Coric 8 Cristante 30 Ziyech 28 (Talisca è andato) tot 66
    Attacco
    Verdi 28 Kluivert 17 tot 45
    Uscite totali 128
    Vendita
    Peres 10 jj 5 Gerson 15 Perotti 10 tot 40
    Spesa totale 88 (128-40)
    Se poi dovesse uscire Strootman 45 o il ninja 50 allora prendere barelle 30 con un avanzo tra i 15/20 a nostro favore
    88-15/20= 73/68
    Spesa che si potrà abbassare ancora con operazioni minori
    Quindi:
    Difesa
    Manolas Fazio Capradossi MARCANO BIANA(centrali)
    Karsdorp Kolarov Florenzi Pellegrini TETE (terzini)
    Centrocampo
    Ddr gonalons Pellegrini Strootman*ninja* (*BARELLA) CORIC CRISTANTE ZYECH
    attacco
    Dzeko Schick Ünder El Shaarawy Defrel VERDI KLUIVERT

    Non so voi ma credo che con una squadra così puoi giocare con diversi moduli e tutti intercambiali

    • Tete è un centrale che all’OCCORRENZA gioca anche terzino (sx credo) così hai 5 centrali di difesa ma mancherebbe il jolly (Darmian?) che possa dare il cambio ai titolari. Inoltre credo che Florenzi riportato a centrocampo converrebbe di più a tutti (sia alla squadra che a lui) perciò ti manca pure un altro ricambio a dx. Per il resto : finora nessuno l’ha detto, ma se davvero il Napoli smantellerà/ridurrà la rosa, io un pensiero su Maertens (clausola a 28mln) e Jorghino (che pare voglia cambiare aria) lo farei. Il primo potrebbe garantire i goals che sono mancati quest’anno dagli esterni d’attacco mentre il secondo è un ottimo regista di centrocampo che potrebbe alternarsi con DDR. Soprattutto perchè entrambi conoscono bene il Campionato di Serie A e quindi non avrebbero bisogno di periodi di adattamento.
      Sognare non costa nulla. E comunque sono, dati alla mano, tutte operazione fattibili. Forza Roma SEMPRE

  11. Sicuramente sì.
    Però non sono sicuro che sia così facile far venire di un colpo solo Kluivert, Verdi, Cristante, Ziyech e Tete che sono tutti giocatori abbastanza cari e interessanti anche per altre squadre.
    Ma comunque giovani e già pronti, sarebbe bello, dai!

  12. Fatemi capire , io aspetto anni e anni per andare in semifinale di champions , di fare il record di fatturato, di avere un club mondiale e ve ne uscite con talisca, seri, balotelli, Ziyech ecc ecc . Ma è troppo sognare 3 campioni per una volta ? Sono arrivato in semifinale è troppo volerla vincerla ? È troppo voler vincere il campionato?? … voglio che si parli di son del tottenam di martial di rashford di di maria di alli di morata ecc ecc … se vuoi puntare a vincere c vogliono 3 top altrimenti siamo sempre a questo livello …. anche i grandi acquisti fanno crescere il brand

  13. Sì andare a prendere i campioni con il metodo della “stupidità” di bilancio “Araba” [PSG, ManCity etc], è troppo: perché la Roma ha già giocatori più forti [e quindi più pagati] di quanto i suoi fatturati le permetterebbero. Quindi ogni anno cede qualcuno per rientrare nei parametri del Fair Play Finanziario, che ha comunque sforato prendendosi anche delle multe.
    Prendere 100 milioni di Euro dalla Champions ti consentono di non dover vendere se non per scelta tecnica, e per esempio di tenerti Alisson Becker, e se vuoi Florenzi etc, non certo di spenderli per pseudo campioni che sono stati ceduti da squadre ancora più grandi [Real Madrid] a squadre che provano a diventarlo [PSG] e guadagnano stipendi fuori dai canoni della Roma [Di Maria per tutti].
    Morata lo prende la Juve e non è ‘sto fenomeno secondo me.
    Rashford lo puoi prendere, come ho scritto sopra – perché non si prende con Mourinho, e il mondo si è accorto di che allenatore per un giovane potrebbe essere Di Francesco, e i giocatori queste cose le guardano prima di cambiare [perche hanno 12-14 anni di carriera e meno errori fanno più guadagnano] – e se riesci a fare una operazione intelligente inserendo El Shaarawy e/o Florenzi come contropartita tecnica, facendo un contratto dilazionato come quello per Schick. El Shaarawy in Premier potrebbe fare i botti, perche è un giocatore davvero molto tecnico, e i goal al Chelsea sono un bello spot [e il Man United ha appena perso la FA cup contro il Chelsea… ], stessa cosa vale per Florenzi; entrambi da noi sono giocatori “chiusi”.
    Se sei anni fa dopo la lite con Totti ti avessero offerto Balotelli per 30 milioni non te lo saresti preso? Certo che sì, ora è maturato, ha sempre 28 anni e non te lo prenderesti a zero se servisse?
    Talisca è un signor giocatore e forse vale lo “sgarbo” al Benfica. E uno che può davvero esplodere come Salah al Liverpool
    La grandezza della Roma, che in questo momento si è dimostrata anche superiore all’Ajax, sta nel saper continuare a stare in alto pur vendendo giocatori di punta, dopo averli comprati “a poco” e valorizzati [Lamela, Rudiger, Pjanic, Salah, Paredes, e tanti altri].
    Credo che si debba essere orgogliosi del lavoro della Società e dell’allenatore: uniche pecche della stagione sono infatti che non puoi uscire così dalla Coppa Italia [che comunque ti permette di zittire quei frustrati dei Laziali e tutti i musoni che tifano Roma e non vedono il resto del lavoro che fai], e non dovevi avere un Black out come quello post cappellona di De Rossi con il Genoa, durato fino a tutto Gennaio.
    Ma se guardi alla stagione obiettivamente hai fatto esperienze come Londra [Chelsea], Barcellona, Liverpool e in casa hai dimostrato di valere, forse anche una Finale di Champions, contro un Real non imbattibile; hai riconquistato il pubblico; hai trovato un grande sponsor, subito dopo Roma-Barcelona, e lo cercavi da anni.
    A volte anche un po’ di sano ottimismo – e la capacità di accontentarsi di quello che si è raggiunto – fa vivere meglio.

  14. Cari fratelli Romanisti,
    secondo me (alla prima apparizione su queste pagine) per interpretare cosa accadrà nelle prossime settimane di mercato è doveroso riepilogare un po’ di condizioni di circostanza che sono cambiate rispetto agli anni precedenti.

    Immagine
    Come già accennato da altri, quest’anno la Roma (soprattutto con il percorso in UCL) ha ulteriormente migliorato la propria immagine sportiva. Chi ci guarda da fuori (quindi senza i soliti pregiudizi) vede una squadra che lotta da anni con continuità nel campionato nazionale ed è in costante partecipazione alle coppe europee (con recenti risultati sorprendenti). Dico ulteriormente perché in realtà le varie plusvalenze di cui piangiamo i caduti da anni, erano già segnali per ogni giocatore (non romanista) che a Roma si arriva con del potenziale e se questo c’è davvero tempo due/tre anni (se vogliono) si ritrovano con contratti multi-milionari in top-club europei (es. Emerson). Per di più è statistica che l’attuale Mr della Roma applica un turn-over sfrenato, quindi minutaggio per tutti. Da considerare anche la tendenza a ridiscutere il contratto in meglio a seguito di meriti sportivi (es. Alisson), la reputazione del Dottor Mariani nel curare lesioni di un certo livello (vedi Strootman per fare uno dei tanti esempi) e la lealtà della Roma verso i giocatori che vengono afflitti da situazioni gravi (vedi Castan). Infine (Salah), nessuno costringe nessun giocatore (che si presenta con un offerta valida) a restare per forza a Roma.

    Quante volte abbiamo lamentato il fatto che la Roma non attirasse l’interesse dei giocatori: non è più così (senza contare l’appeal di Monchi sui procuratori)

    Monchi
    Chi però parla e sogna di grandi nomi si è dimenticato come lavora Monchi.
    Monchi NON compra campioni affermati e in ciclo positivo pagando fiumi di soldi per acquisto e (soprattutto) ingaggio. Monchi acquista ottimi giocatori solo se si presenta l’occasione (vedi Talisca se riesce a convincere il Besikstas a esercitare il riscatto per poi girarlo, o il caso Marcano, o più semplicemente Kolarov), i veri soldi li spende solo per nomi giovani (Under, Coric) che nel giro di 2/3 anni possono (sempre volendo) generare plusvalenze pesanti (tipo Shick, si spera).

    Cessioni
    Monchi non regala (specialmente ora che non ne ha bisogno) e Di Francesco è stato chiaro: non vede l’ora di ricominciare forte dell’idea che ora la squadra conosce il suo gioco. Perciò secondo me nessuno andrà via a meno che non lo voglia (ma mi risulta che vorrebbero restare tutti) o a meno che non arrivi un’offerta che garantisca una plusvalenza minima (per giocatori non preziosi come Peres) o una plusvalenza mostruosa per i Top. Nessuno regala niente, nessuno è totalmente incedibile. Per tutti quelli che chiedono la partenza di Gerson, JJ, Gonalons, Peres preparatevi a restare in parte delusi, ma solo in parte perché è oggettivo che più di un 11 titolare di livello è mancata la qualità/costanza in troppe “riserve”.

    Io quindi mi aspetterei non più di:
    – una riserva Terzino sinistro giovane (che potrebbe essere tranquillamente Luca Pellegrini, considerato il rinnovo contrattuale e gli intrecci tra Monchi e il suo procuratore Raiola)
    – un quarto centrale, di piede sx capace di impostare (uno pseudo Fazio mancino) per rinforzare una difesa che ha dimostrato valore e può tenersi un JJ come quarto
    – un terzino dx abbastanza esperto che ci permetta di aspettare che Karsdorp si ripigli del tutto e gli tolga la maglia da titolare
    – un regista di centrocampo che permetta a DDR di giocarne una si e una no (non di più) di livello superiore a Gonalons (troppi errori fatali)
    – mezzali a sfare (contando anche Gonalons e Florenzi ne ha 6, al momento tutti oggetto di indiscrezioni di mercato, da Pellegrini alla Juve, passando per Strootman all’Inter e via così).
    – un attaccante destro di piede mancino d’esperienza per poter permettere a Under un ulteriore crescita.

    In conclusione c’è da essere realisti e puntare a una sessione di mercato dove verranno tappati i buchi (terzini, ala destra) e sostituita qualche riserva con giocatori presi a buon mercato o di prospettiva. Se arriva di più qualcuno partirà.

    • Valerio mi trovo d’accordo con te. La squadra va puntellata non rivoluzionata. Con uno o due rinforzi per reparto, come hai già notato (Di Francesco pure) saremo molto competitivi.

    • Sono d’accordissimo con quanto scrivi: complimenti per l’analisi! Aggiungo una considerazione personale: mi piacerebbe molto vedere giovani italiani inseriti man mano (Luca Pellegrini il primo), di riflesso spero nel Cristante di turno…

  15. Benvenuto Valerio, mi trovi abbastanza d’accordo anche se per me la priorità assoluta è 1/2 centrocampisti che abbiano nel sangue il tempo della giocata sugli attaccanti cosa che quest’anno ci è mancata completamente (e nonostante tutto ci sono state partite dove sono state create 20/25 azioni pericolose). Poi un terzino dx se piazzano Peres e poi mi priverei di Perotti per Talisca. Esterno alto a dx può giocare anche Florenzi a patto che faccia sessioni supplementari sui cross.

    • Ciao Danilo e grazie per il benvenuto.
      Nessuno meglio di un tifoso Romanista sa che per poter dichiarare un nuovo acquisto con assoluta certezza è meglio aspettare il comunicato ufficiale sul sito della Roma; c’è chi addirittura pretende di vedere la foto in cui posa con indosso la maglia già numerata per lui. Quindi mi presterò al giochino dei nomi, ma con la consapevolezza che stiamo parlando della fuffa che più fuffa non si può, anche perché dubito fortemente che chiuderemo ufficialmente qualche acquisto prima della chiusura fiscale (fine Giugno?). Insomma, c’è da soffrì, ma siamo abituati.

      Sugli “1/2 centrocampisti” offensivi che giustamente chiedi tu, credo che le attuali piste di mercato (Cristante e Talisca) siano due nomi che rientrano nel range che la Roma si può permettere. Se ci metti anche Coric (presumendo che vogliano impiegarlo in regia) ti sarai portato a casa quello che veramente è mancato quest’anno ai nostri centrocampisti: la testa, il piede e la visione di gioco per verticalizzare. Considerando Florenzi un jolly (al netto del rinnovo e di tutte le opinioni sul suo conto) e presumendo di tenere (come centrocampisti di ruolo) DDR, il ninja e Pellegrini, ecco che vediamo uscire dalla ruota dei necessari i vari Gonalons, Gerson e Strootman. Andasse così io ne sarei soddisfatto.

      Poi c’è il capitolo attacco, dove il povero Defrel penso debba acciuffare al volo eventuali offerte, si tratta di procurarsi 2 esterni. Tu parlavi di Talisca al posto di Perotti, la cosa non mi convince pienamente. Considerato l’interesse per Kluivert vedo più plausibile una cessione del faraone (ainoi tanto talentuoso quanto incostante) con l’olandesino preso per crescere all’ombra di Perotti (che ha detto di volersene andare in Argentina solo a chiusura contratto). Lo stesso deve poi accadere sull’altra fascia, ma il flop di Defrel dovrebbe insegnare a Di Francesco a non puntare troppo su Berardi, nun se sa mai. Florenzi alto (con ripasso sul fondamentale dei cross) a me piace … ma finché non firma … e finché non porti a casa il terzino destro …

  16. Pensa quanto è scemo Pallotta che paga lo stipendio a Monchi invece di leggere quello che scriviamo noi…..
    Peccato che stamattina sono dovuto andare al mio posto di lavoro…. altrimenti non pago le bollette…. a saperlo avrei fatto il consulente di mercato… e Pallotta avrebbe risparmiato un sacco di soldi!!!!
    Facciamo lavorare i professionisti e pensiamo a fare i tifosi magari andando allo stadio come faccio dal 1970…

  17. scusate ma come al solito mille problemi per nulla. è chiaro il mercato di Monchi quest’anno:

    Coric, Marcano, Cristante (sopravalutato), un terzino per dare riposo a Kolarov e se riesce a fare il colpaccio prende Talisca!

    Questo significa perdere Gonalons, Juan jesus (o Manolas) , uno tra Pellegrini, Strootman o Ninja, e se arriva Talisca se ne va ElSha.

    il mercato andrà in pari come gli altri anni: intorno alla cifra di spese compresa tra 50-80 Milioni e un incasso intorno ai 70 Milioni.

    sarà una roma leggermente migliore dell’anno scorso ma Inter, Napoli e Juve ci supereranno come qualità organico. Io prevedo un 4o posto l’anno prossimo….

  18. formazione che sogno:

    Skorupksi, Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov – Portiere2, Karsdrop, Marcano, Capradossi, terzino2

    DDR, Strootman, Ninja – Coric, Pellegrini, Cristante

    Talisca, Dzeko, Perotti – Under, Schick, Gerson

    spendi 85 Milioni e vendi “soltanto” ElSha e Allison incassando 100 Milioni circa.

    Perché no?

    • Molto debole come squadra. Cioè sognare una squadra indebolita non vedo dove sia l’utilità o la bellezza. Allison non è da cedere, 100 milioni già li abbiamo con la passata Champions e altri 30 con la promozione ai gironi del prossimo anno. Praticamente compreresti solo 1 nuovo titolare, Talisca con un carattere alla Cassano e che comunque non verrà a Roma. Al centrocampo partirà 1 tra Nainggolan e Strootman, forse entrambi. In attacco gli esterni saranno completamente nuovi. Florenzi non sarà più adattato nel ruolo di terzino destro. De Rossi farebbe panchina a Cristante perché ha 35 anni.

  19. Ciao Phil,
    secondo me sei troppo pessimista (“realista”, mi risponderebbe l’amico a cui affibbio lo stesso aggettivo). La Roma di quest’anno, la Roma di Di Francesco senza le cessioni illustri degli anni passati, secondo me con innesti mirati può solo crescere (in campionato), altro che quarto posto.
    Io ho fiducia in questa squadra, per chi ha visto l’amichevole della nazionale contro l’Arabia Saudita era divertente vedere Florenzi (non una gran performance da mezzala) e Pellegrini (il migliore in campo) soffrire la scelta attendista di Mancini e faticare a non aggredire il possesso di palla avversario.

    Comunque tralasciando le opinioni perché ognuno ha diritto alle sue, volevo invece condividere con voi un altro fatto che trovo interessante.

    Prima: il mercato della Roma iniziava con mille chiacchiere su mille giocatori e si chiudeva il giorno prima della chiusura del mercato a campionato già iniziato.

    Ora: oggi è possibile che arrivi il secondo acquisto di questo mercato, probabilmente il 33% degli acquisti che faremo, e stiamo ancora a Maggio!!! Speriamo non sia solo un abbaglio.

    Sabbatini (grande Walter nel bene e nel male) alimentava le chiacchiere per buttarla in caciara, usava la stampa (molto ricettiva dal punto di vista dei rumors di ogni genere) per fare le sue mosse sotto-banco.
    Monchi non credo lo faccia, e buona parte dei non troppi nomi qui sopra elencati sembra essere realmente un obiettivo di mercato della Roma; invece che buttarla in caciara semplicemente ha già avviato con largo anticipo tutte le trattative che lo interessano.

  20. Bravo monchi prendere giocatori per i ruoli che mancano (esterni difensivi e esterni di attacco) che siano migliori o almeno pari degli attuali. Cambiare tanto per cambiare no.. per capirci basta giocatori del Sassuolo!! Prima di cedere strottman Florenzi radja Perotti elsheva mi devi dimostrare che quelli che prendi sono nettamente più forti !! Mai rafforzare una rivale.. l’Inter vuole strottman? ci diano Candreva o Peresic. Non vendete Alison a fine mercato con il risultato che ci troviamo scoperti come è successo con salah !! Un errore grave l’avete già fatto l’anno scorso. Noi in semifinale siamo arrivati con un salvataggio di Peres sulla linea..non illudiamoci che senza rinforzi possiamo ripeterci..

  21. Credo che la Roma non stia cercando attaccanti da 20 gol, Balotelli sta in quella lista perché il procuratore ha provato a piazzarcelo. Piuttosto cercano esterni che facciano fare 20 gol a Dzeko e Shick (specialmente al secondo che è da ri-valorizzare).

    All’alba del 7 Giugno mentre Cristante è a Villa Stuart, la rosa della Roma è la seguente:

    Portieri: Alisson, Skorupski
    Uno non si sa se resta, l’altro sicuramente va. Tanti dubbi.

    Difensori Centrali: Manolas, Fazio, JJ, Marcano
    Il pacchetto dell’anno scorso più nuovo giocatore d’esperienza che se rende la metà de Kolarov se leccamo le dita. Pochi minuti fa ho letto di tal Verissimo del Santos che a detta del suo agente dovrebbe sbarcare a Roma dopo che Monchi ne cede uno (JJ? Fazio rivalutato post Mondiale?).

    Terzini: Karsdorp, Kolarov, Peres, Pellegrini
    Sulla destra è iniziato il balletto “Peres al Toro”, cessione fondamentale per arrivare a una nuova proposta. Sulla sinistra Papà-Pellegrini ha mollato la bomba dicendo che la Roma ha promesso che sarebbe stato il figlio il vice-Kolarov per la prossima stagione. Se se mette a fa pretattica de mercato pure er padre nonostante il noto procuratore allora non ci sono più regole.

    Centrocampisti (che ‘nse capisce chi fa regia e chi no): DDR, Strootman, Nainggolan, Gonalons, Pellegrini, Gerson, Florenzi, Coric, Cristante.
    Troppi, considerato che si parla anche di altri nomi (Ziyech ma se non arriva prima del mondiale non arriva più). Gerson “pare” sia fuori dal progetto. Florenzi rinnova? La clausola di Pellegrini? Strootman in giallorosso per la sesta stagione? Radja e le sue interviste?
    L’agente de Gonalons ha detto “non ci muoviamo da qui”, tutti gli altri hanno dichiarato “e chi se mòve” … i conti non tornano, specialmente il monte ingaggi.

    Punta: Dzeko, Shick

    Esterni d’attacco: Perotti, El Shaarawy, Under, Defrel
    Si presume che Defrel (controvoglia) sia invitato a farsi un giro, poi non si capisce bene perché sembra che si voglia portare a casa un paio di giocatori. Uno probabilmente è Klluivert e l’altro boh, si chiacchiera molto di trattative con la Fiorentina per Chiesa e il faraone ma anche di Berardi in prestito dal Sassuolo.

    In conclusione la priorità sembra quella di sostituire Peres e Defrel, aspettando che inizi la sfoltita che potrebbe regalare più sorprese del mercato in ingresso.

  22. Comincio ad avere paura delle operazioni di mercato della Roma. Spendono per giocatori di secondo livello, non in grado di farci fare il salto di qualità, non riescono a piazzare i giocatori in esubero e parlano di cessioni importanti. Non vorrei che la semifinale abbia illuso qualcuno perché ci hanno portato lì Alison radja strottman.. il rischio è di scendere al quarto o quinto posto facendo cessioni pesanti. Piazzeranno la cessione a pochi giorni dalla fine della campagna abbonamenti salvo poi provare a rimpiazzare con giocatori troppo costosi . lo stesso film di salah..

    • A stefano73caciotte….ma perché la tua paura non la riversi verso la tua vera squadra?la Lazie….su dai….quale sarebbe il film di salah….VOJO ANNA VIA…PERCHE VOJO GIOCA IN INGHILTERRA….QUALE SAREBBERO LE CESSIONI PESANTI?qui si parla di CESSIONI tecniche o offerte irrinunciabili con annessa volontà del giocatore….la semifinale non ha illuso nessuno…anzi ci ha caricato… a noi..a te che hai pronosticato l’uscita al girone ti ha un po scioccato…ce sei rimasto male….Manchi sa fare il suo lavoro..e molto bene…Non ha bisogno dei consigli maleodoranti di una quaglia mascherata da verme…EVAPORA….

      • Caro Mario non rispondo alle tue offese. Non ho bisogno di te per il rilascio di patente di fede giallorossa. Chi offende una persona che non si conosce si qualifica. Se riesci a connettere la tastiera con il cervello prova a ribattere quello che ho scritto…

    • Bbòoni, nun litigate tra cugini che c’avemo già Russel Crowe a fa caciara.
      Piuttosto parliamo del concetto “in grado di farci fare il salto di qualità”.

      Questi fantomatici giocatori mediamente costano più di 50 milioni e hanno ingaggi da almeno 5 milioni, la Roma non se li può permettere. Che poi se nun c’hai lo sceicco i famosi 3 acquisti nun li fai, e se ce l’hai li fai e non è detto che arrivi in semifinale de Champions!!!

      Che poi che intendete per “salto di qualità”? A me pare che tutto considerato (allenatore nuovo, ds semi nuovo, infortuni a manetta) l’anno passato ne abbiamo vista di qualità. Non si tratta quindi di cercare un salto ma una crescita.

      Coric è mejo de Gerson? Peggio è arduo.
      Marcano è mejo de Moreno? Moreno chi?
      Berardi è mejo de Defrel? Difficile immaginare il contrario.
      “Chiunque” è mejo de Brunello? I trust.
      Kluivert è mejo de Stephan? Magari non subito ma in prospettiva futura sicuramente si.

      Certo, se poi gente come Cristante e Ziyech mette in dubbio la permanenza di alcuni degli amati titolari (Kevin, Radja, Perotti) posso capire il timore di indebolirsi anziché migliorare, ma bisogna anche considerare le prospettive future. Radja e Perotti per esempio hanno già fatto capire che quando lasceranno Roma non ci faranno guadagnare mezza lira, quindi se oggi puoi farci soldi hai il dovere di valutarne la cessione per il bene della crescita della società.

      I giovani che prendi ora saranno gli acquisti di qualità dell’anno prossimo. I “tre acquisti” di quest’anno sono Under, Shick, Karsdorp e Pellegrini.

      • Valerio per me il salto di qualità lo avevamo fatto quando erano arrivati strottman e radja(strappati alla Juve) o salah (che era un fenomeno già con la Fiorentina). Ne abbiamo ceduto 1 su 3
        ed ho il timore che ora vengano ceduti gli altri due, in cambio di codric, cristante (chi li volevo delle big) ed almeno nel breve periodo ci avremmo perso. Soprattutto se la cessione è in favore dell’Inter magari triangolare da una squadra cinese.. rischi di perdere posizioni dal Napoli e dalla Juve dopo quelle prese quest’anno dopo la partenza di salah mai colmata. Soprattutto se a fine mercato chiusi gli abbonamenti mi vedi anche Alison con il risultato che non hai il tempo di reinvestire i soldi. D’accordo al 100% con te Pellegrini e under anche se devono crescere molto e sono leggerini per il calcio moderno. Speriamo bene soprattutto su kasdrop che ci risolverebbe la fascia destra che è il nostro punto debole.. su shick non so se è adatto al gioco di difra ..

        • Stefano, sulla questione “cessione all’ultimo minuto” con campagna abbonamenti già conclusa in effetti la vedrei come una forma di tradimento verso i tifosi, spero seriamente che non accada. Sarebbe comunque una novità rispetto alle cessioni degli ultimi anni.

          Sulla questione “big sacrificabili” io capisco la tua preoccupazione su 2 giocatori di alto livello ma ci devi mettere tutto il contesto.

          Kevin non è mai diventato quel super-campione che sarebbe dovuto diventare (maledetti infortuni) e sono già 5 stagioni che sta a Roma. Secondo me dopo 5 anni devi cambiare aria perché non riesci più a trovare le motivazioni per dare valore aggiunto.

          Radja che è anche meno giovane di Kevin potrebbe giocare ancora 5 stagioni di livello superiore, ma se ne ascolti le interviste capisci che anche lui di motivazioni per rendere al top ne ha sempre meno.

          Il punto è che c’è il grande rischio di portarti dietro il rammarico di non averli ceduti quando ancora avevano mercato. Io li adoro entrambi e non me ne priverei, ma Totti dovrebbe averci insegnato che solo con i sentimenti si vince poco, un minimo di spirito imprenditoriale (inteso come distacco emotivo) è da mettere in conto.

          Tornando agli acquisti, anche se forzo un po’ la mano e ne sono consapevole, direi che Cristante lo abbiamo soffiato alla Juve (sempre se poi non ci fregano Pellegrini o Florenzi); non ricordo Strootman, ma quando lo abbiamo preso dal Cagliari Nainggolan non era così forte come è oggi. Kluivert se lo prendiamo lo facciamo sotto al naso del Barca, Coric potrebbe fare quanto ha fatto vedere Under da Gennaio in poi.

          Secondo me dobbiamo rassegnarci (e non è il verbo che a mio modo di pensare calza al meglio) a un mercato fatto a ciclo, dove di volta in volta vengono innestati giovani di prospettiva e vengono ceduti quelli che hanno maggior mercato. C’è chi dice che così non vinceremo mai e se si guarda agli ultimi 10 anni come si fa a dargli torto. D’altro canto io ne faccio un discorso aritmetico: se ogni anno prendi 3 giovani di cui almeno 2 crescono bene, e contestualmente cedi 1 titolare per fare cassa, ammesso che Monchi scelga i giovani meglio di Sabbatini (vedi Gerson) nell’arco di qualche anno dovremmo avere una signora squadra.

          I presupposti ci sono, lo staff della squadra è costruito su questo, quindi noi tifosi abbiamo solo una scelta da fare: roderci il fegato o prendere coscienza della situazione.

          • Concordo che ci possiamo fare ben poco. Vivrò con il pensiero che senza la cessione di Salah non sarei forse stato ammesso alla Champions (io credo che avremmo solo subito una sanzione finanziaria o poco altro come Inter, Milan), ma almeno avrei seriamente lottato per lo scudetto fino all’ultima giornata. E mi spiace per gli ultrà, ma alla semifinale di champions preferisco la vittoria nel campionato o della coppa italia.
            L’ultimo trofeo vinto della Roma risale alla RETROCESSIONE IN B DELLA JUVE PER TRUFFA SPORTIVA (ricordiamocelo sempre che i rubentus a volte se lo dimenticano). Da quando sono tornati non si batte più chiodo quindi devi puntare a batterli.
            Sono stato a Barcellona con la mia compagna per il trofeo Gamper e mi ricordo che solo Gervinho aveva preoccupato gli spagnoli immaginate con Salah sulle fasce.
            Sulle motivazioni hai ragione che Strotman e Radja le abbiano perse ma per colpa della società perché non si aspettavano la cessione di Salah (ricordate le parole di Kevin prima della cavalcata champions).
            Certo che i giovani saranno più motivati ma prima che raggiungeranno come rendimento questi due giocatori…

  23. Skorup – portiere 2 : VENDI ALLISON A 80 MIO

    Karsdrop, Manolas, Fazio, Kolarov – Terzino 2 , Marcano, Capradossi, Pellegrini : VENDI FORENZI E JJ A 35 MIO

    Strootman, Pellegrini, Cristante – DDR, Gonalons, Coric : VENDI NINJA A 35 MIO

    Under, Dzeko, Kluivert – Gerson , SCHICK, PEROTTI : VENDI ELSHA E DEFREL A 35 MIO

    INCASSO: 180 MIO

    ACQUISTI: CORIC, MARCANO, CRISTANTE, KLUIVERT = 60 MIO + PORTIERE 2, TERZINO 2: altri 15 MIO. Tot plus di 105 Mio. Puoi fare il colpaccio come esterno attacco sinistro al posto di gerson o under. Ma chi????

    • Guarda ci, non funzionano proprio così le plusvalenze. Diciamo che per gli acquisti fatti fino ad ora, considerando pure Kluivert, basterebbero le cessioni di Strootman (o Nainggolan) ed El Shaarawy (o Florenzi). Quindi uscirebbe (e infatti uscirà) una formazione molto più forte di quella che scrivi te. E fondamentalmente la Roma o venderà Alisson, oppure 2/3 tra Strootman, El Shaarawy, Nainggolan e Florenzi. Di certo non ha bisogno di venderli tutti.

  24. Io ricordo che un tizio, che qualcosa ha vinto nella sua carriera sia da giocatore che da allenatore, una volta disse qualcosa che suonava più o meno così : “Se vuoi vincere, i giocatori forti li devi tenere e comprare quelli che ti mancano”.
    Un altro tizio, che ha vinto poco rispetto alla sua immensa classe e che ha scritto grandi pagine di calcio, alla domanda se fosse preoccupato per l’arrivo di alcuni campioni nel suo ruolo rispose qualcos’altro che suonava più o meno così : “Più siamo, meglio stiamo. Anzi, io ne comprerei altri.”

  25. ALLISSON
    KARLSDORP MANOLAS FAZIO KOLAROV
    NAINGOLLAN CRISTANTE PELLEGRINI 1°
    UNDER (FLORENZI) DZEKO KLUIVERT

    MERET (Romagnoli)
    FLORENZI BIANDA MARCANO PELLEGRINI2°
    CORIC DE ROSSI STROOTMAN
    DEFREL SCHICK PEROTTI

    CESSIONI: Lobont, Skorupskij, B.Peres, Silva, J.Jesus, Gonalons, Gerson (prestito), El Sharaawii
    ACQUISTI: Coric, Marcano, Cristante, Kluivert j., Meret, Bianda.

  26. Our trouble-free prostitutes are ready to push their ideal legs, providing their sweet holes For you to use. All confused and give you a funky bliss

    [url=http://allbarcelonaescorts.men/lana]Get excited prostitutes advertising on your mood[/url]
    [url=http://escortgirlserviceathens.men/xenia]The Board of questionnaires of individuals who are ready to give a high at the right time[/url]
    [url=http://athenssexescort.men]Have infoportal girls who are ready to give pleasure at any time[/url]

    Real sex profiles from inexpensive whores with beautiful appearance
    Sex portal prostitutes who are ready to give bliss at any time
    Have infoportal of individuals, who are ready to give happiness at any time

    http://allabudhabiescorts.date
    http://cheapescortinhongkong.date/judy
    http://lisbonescorts.date/gabriela-martins

    6k3@jcZw8cA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here