Benevento-Roma 2-1: ko giallorosso, non basta il gol di Bucri (FOTO e VIDEO)

23

BENEVENTO ROMA AMICHEVOLE – La sosta per le nazionali non ferma la Roma di Eusebio Di Francesco. La squadra giallorossa, oggi pomeriggio alle ore 18:00, è stata impegnata nel test amichevole contro il Benevento di Bucchi. La gara finisce con la vittoria dei padroni di casa, decisivi i gol di Insigne e Asencio. Prestazione che lascia un po’ a desiderare per gli uomini di Di Francesco che comunque, però, hanno potuto usufruire di questo match per entrare, sopratutto i nuovi, al meglio negli schemi del tecnico. Inutile, dal punto di vista del risultato, il gol di Bucri che ha accorciato le distanze nel finale. Il tecnico abruzzese dovrà sfruttare al meglio questa sosta, in modo da ricominciare al meglio il campionato, il prossimo 16 settembre nella gara casalinga contro il Chievo alle 12.30.

LE FORMAZIONI UFFICIALI:

BENEVENTO (4-3-3): 22 Gori; 18 Gyamfi, 14 Volta, 5 Antei, 3 Letizia; 23 Nocerino, 28 Volpicelli, 25 Bandinelli; 27 Ricci, 9 Coda, 16 Improta.
A disp: 1 Puggioni, 32 Carriero, 2 Sparandeo, 4 Del Pinto, 6 Billong, 7 Di Chiara, 8 Tello, 10 Viola, 11 Maggio, 17 Buonaiuto, 19 Insigne, 21 Goddard, 29 Asencio
All.: Cristian Bucchi.

ROMA (4-3-3): 63 Fuzato; 2 Karsdorp, 15 Marcano, 5 Juan Jesus, 18 Santon; 27 Pastore, 20 Fazio, 19 Coric; 23 D’Orazio, 54 Celar, 92 El Shaarawy.
A disp.: 45 Cardinali, 77 Greco, 13 Bucri, 21 Parodi, 30 Pezzella, 55 Semeraro, 56 Nigro, 57 Simonetti, 61 Cangiano, 62 Trasciani, 63 Buso.
All.: Eusebio Di Francesco.

INDISPONIBILI: Olsen, Manolas, Kolarov, Luca Pellegrini, Cristante, Lorenzo Pellegrini, Zaniolo, Kluivert, Dzeko, Schick, Under (Nazionale), Florenzi (trauma distrattivo ginocchio sinistro), Perotti (distorsione alla caviglia), Mirante (dolore cervicale), De Rossi (non convocato).

MARCATORI:  54′ Insigne (BV), 76′ Asencio (BV), 78′ Bucri (RM).

LA CRONACA: 

SECONDO TEMPO

93′ – Arriva il triplice fischio. Gli uomini di Di Francesco escono sconfitti nel match amichevole per 2-1. Decisive le reti di Insigne ed Asencio per il Benevento. Bucri accorcia le distanze per la Roma.

91′ – El Sharaawy imrpovvisa una giocata personale e serve Bucri che apre per Cangiano. Il giovane primavera calcia verso la porta ma la palla finisce fuori dallo specchio.

90′ – Il quarto uomo segnala 3 minuti di recupero concessi dal direttore di gara.

82′ – Pezzella calcia verso la porta del Benevento ma Puggioni mette in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo Fazio svetta di testa senza inquadrare la porta.

80′ – Cambio da entrambe le parti. Dentro Nigro al posto di Pastore per la Roma e Cy Goddard per Insigne nel Benevento.

78′ – La Roma accorcia subito le distanze. Destro a giro di El Sharaawy ribattuto da Puggioni. Bucri è il più lesto di tutti ad avventarsi sul pallone e mettere a segno il Tap-in.

76′ – Raddoppio per il Benevento. Buonaiuto calcia ancora verso la porta giallorossa, Fuzato respinge ma la palla arriva sui piedi di Asencio che mette a segno il 2-0.

70′ – Cambio per i campani, fuori Antei dentro Sparandeo.

69′ – Contropiede della Roma, Pastore serve Marcano sulla sinistra. Il difensore però si allunga la palla e riesce a guadagnare solo un calcio d’angolo.

65′ – Benevento ancora pericoloso con Buonaiuto. L’attaccante dei padroni di casa calcia verso la porta della Roma con la palla che si perde di poco sul fondo.

64′ – Fuori Karsdorp dentro Bucri per la Roma.

63′ – Karsdorp a terra dopo un contrasto. L’olandese caduto male a terra sembra però poter continuare la a giocare.

58′ – Asencio calcia ma Fuzato blocca facilmente.

56′ – Esce Celar entra Cangiano per i giallorossi.

54′ – Juan Jesus perde palla e il Benevento ne approfitta. Roberto Insigne mette la palla in rete dopo la risposta di Fuzato sul tiro di Buonaiuto.

52′ – Puggioni sbaglia il rinvio e serve Pezzella. Il giovane prova a sorprendere il portiere ma calcia fuori.

47′ – Fallo di Juan Jesus al limite dell’area. Punizione per i padroni di casa, Viola cerca il palo lontano ma la palla esce alla destra della porta giallorossa.

46′ – Subito avanti il Benevento. Roberto Insigne, appena entrato, punta Santon e dal limite dell’area calcia alto sopra la porta di Fuzato.

45′ – Inizia il secondo tempo. Fuori D’Orazio dentro Pezzella.

PRIMO TEMPO

45′ – Finisce il primo tempo di Benevento-Roma, risultato invariato al Vigorito.

45′ – El Sharaawy punta Gyamfi che lo stende, calcio di punzione per la Roma. Coric mette il pallone in area che dopo un batti e ribatti arriva Pastore. L’argentino calcia al volo, il pallone deviato viene bloccato da Gori sulla linea di fondo.

41′ – Benevento pericoloso con Bandinelli che riceve il lancio di Ricci. L’attaccante però cicca la conclusione che finisce sul fondo lentamente.

39′ – Contropiede della Roma, Coric innesca El Sharaawy che però si allunga il pallone e viene fermato da Gori.

36′ – Ancora Benevento. I padroni di casa saltano la prima linea del pressing della Roma e mandano Improta nell’uno contro uno con Fuzato. L’italiano calcia e manda la palla in rete ma il gol viene annullato per fuorigioco.

32′ – Ripartenza per i padroni di casa. Letizia calcia dal limite dell’area, bravo Fuzato a respingere il tiro in calcio d’angolo.

30′ – Cambio per il Benevento. Nocerino costretto ad abbandonare il campo per un infortunio, al suo posto Del Pinto.

27′ – El Sharaawy riceve sull’out di sinistra da Santon. L’esterno sinistro si accentra e calcia a giro sul secondo palo, palla di poco fuori.

16′ – Azione insistita della Roma che libera Coric al tiro dal limite dell’area. Conclusione centrale che viene parata dall’estremo difensore avversario.

11′ – Contropiede del Benevento, Coda appoggia per Improta che dal vertice sinistro calcia al lato della porta giallorossa.

10′ – Santon scende sulla fascia a guadagna il primo calcio d’angolo. Sul corner battuto Juan Jesus colpisce ma il pallone deviato va sopra la traversa.

3′ – Il primo tiro della gara è del Benevento. Coda ci prova dal limite ma la palla finisce alta sopra la traversa.

1′ – Inizia la partita tra Benevento e Roma.

PRE-PARTITA

Ore 17.30 – Squadra in campo per il riscaldamento

Ore 17.20 – Ecco la formazione ufficiale della Roma:63 Fuzato; 2 Karsdorp, 15 Marcano, 5 Juan Jesus, 18 Santon; 27 Pastore, 20 Fazio, 19 Coric; 23 D’Orazio, 54 Celar, 92 El Shaarawy.

Ore 17.10 – Daniele De Rossi è rimasto fuori dai convocati per l’amichevole contro il Benevento: il capitano giallorosso, insieme agli altri esclusi, è rimasto nella Capitale ad allenarsi insieme agli altri non convocati.

Ore 17.00 – Tramite il proprio profilo Twitter la Roma fa sapere che la squadra giallorossa è arrivata allo stadio Ciro Vigorito di Benevento.

LE SCELTE – Contro il Benevento, Di Francesco può tornare a testare il suo 4-3-3, ma gli interpreti tra cui scegliere non sono molti. In porta visto l’assenza di Olsen e Mirante, ci sarà il brasiliano Fuzato. In difesa Karsdorp ancora titolare dopo Milano, mentre la coppia difensiva sarà composta da due tra Fazio, Juan Jesus e Marcano, con i primi due in vantaggio. Centrocampo con Pastore-Coric ai lati di un registra da trovare in casa Roma. Le assenze di De Rossi, rimasto a Trigoria insieme agli infortunati, e Nzonzi, impegnato con la sua nazionale, potrebbero avanzare la candidatura in quel ruolo di Federico Fazio. Il giovane croato potrebbe essere schierato anche nel tridente offensivo e in questo caso a trovare spazio in mediana sarebbe uno tra Masangu e Pezzella. In attacco l’unico disponibile della prima squadra è Stephan El Shaarawy, con Diego Perotti ancora fermo ai box. Insieme al faraone dal primo minuto ci saranno i Primavera Celar (inserito in lista Champions ndr) e D’Orazio, con quest’ultimo impensierito da Coric.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

23 Commenti

  1. Ragazzi che pianto squadra lunga un km, larga due,il terzino olandese una pippa stratosferica,saltato sempre come un birillo da tutti;mi dispiace dirlo ma DF non riesce a dare nulla o forse non riesce a farsi capire il primp tempo è stato a dir poco orribile.

  2. Buona prova dei giallorossi che cominciano subito con buon ritmo pressando alto e cercando buone trame di gioco, che portano anche a un gol annullato però per giusto fuorigioco.
    La ripresa vede poi la squadra trovare il gol dopo una buona parata del portiere avversario che non può però nulla sulla ribattuta, e il raddoppio con azione quasi analoga.
    Reazione d’orgoglio degli avversari che accorciano subito le distanze, ma i giallorossi riescono a mantenere il vantaggio fino al fischio finale.

    Naturalmente per “giallorossi” intendo quelli del Benevento; Roma non pervenuta, sempre più infarcita di giovani della primavera man mano che il tempo passava.

    Al di là del sarcasmo: discreta prestazione di Fuzato nonostante i 2 gol, esperimento di Fazio a centrocampo difficilmente ripetibile (basta che venga pressato da due veloci e la palla è persa), Coric ed Elsha almeno volenterosi. Gli altri dimenticabili.

    Mi colpiscono in particolare la marea di palloni persi a causa di scarsa qualità nel palleggio.
    È chiaro che il Benevento è una squadra che l’anno scorso stava in serie A e che i primavera difficilmente possono contrastare alla pari, ma se dovessi dire di essere contento di questa sgambata mentirei.
    Era un’amichevole fatta per dare minuti a Karsdorp, Fazio ed Elsha (gli unici titolari o quasi in campo) quindi per carità, questo scopo è raggiunto a prescindere; ma Difra non può essere contento.

    • Bravo a sdrammatizzare. Ci voleva qualche cosa per farci sorridere. Ma questa prestazione messa insieme alle prestazioni brutti in campionato e un precampionato non convincente mi fa preoccupare.

  3. Non può essere che Cangiano sia meglio di Pastore e Coric messi insieme. Penso che sia una questione di ambientamento. Certo che a personalità, a voglia e ad agonismo stanno messi male.

  4. NO COMMENT…Quest´anno pretendo subito e 40 punti e ci abbracciamo…quello che verrá tutto di buono, per quel che concerne la Coppa Italia e Champions superare gia´il primo turno..e´come una vittoria….Insomma altro giro altra corsa , io giá sto proiettato al calciomercato 2019 2020…e non vedo plusvalenze quindi forse per un anno di seguito potremmo contare sulla stessa rosa…NON MALE…

  5. A parte 23 D’Orazio, 54 Celar, gli altri giocatori che potrebbero giocare titolari durante l’anno per una situazione o un’altra. Non l’ho vista per fortuna. Perdere col Benevento? Va bene che è una amichevole però fare sta figuraccia non è proprio bello. Pastore poi boh, ma come ha giocato? Questa amichevole sarà una batosta comunque e ridurrà il morale della squadra che giocando così potrebbe lottare per i primi tre posti della Serie B. Non che dico la Roma va in serie B ma sto dicendo per chi non capisce i sensi delle frasi che o i giocatori non seguono Di Francesco o sono scarsi o sono demoralizzati da una Società (e presidente) completamente assenti. O tutte e tre le cose. Io tifo Roma, non presidenti o allenatori da strapazzo. Voglio veder vincere la Roma e che si alzino trofei. Se la Roma perdesse con dignità e bel gioco, io sarei il primo a non lamentarmi e a congratularmi con i giocatori per la prestazione. Forse dire la verità è scomodo a qualche poco FALSO tifoso che gode a vedere la Roma perdere. Detto questo FORZA ROMA e FORZA AI VERI TIFOSI CUORE DI QUESTO CLUB!

  6. Infatti si prende un allenatore non da Roma che “permetta” di smontare una squadra.
    Uno capace forse si sarebbe opposto a qualche cessione, almeno col rimpiazzo.
    Ipotesi rafforzata anche dall’annata precedente, semifinale Champions, e
    allora i motivi per “smontare” la squadra ?.
    Da una squadra funzionale e con pochi ritocchi ad una che non ha più identità.
    Può essere cosi folle un allenatore?
    che sia per cambiare e mandarlo via

  7. squadre di sere B che ci irridono, il ns campionato di quest’anno è la serie C , puntando alla salvezza.
    ps :ci sarà da ridere contro il real, loro faranno goleada di allenamento …

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here