Aquilani e… la regola del poker

0

 
La sua stagione era partita alla grande (due gol nelle prime due partite di campionato), poi una lesione di secondo grado al retto femorale della coscia destra, subìta in Champions contro il Manchester (il 2 ottobre scorso), lo ha tenuto fuori per 16 settimane. Adesso Alberto Aquilani è tornato. Al centro del campo, con la sua eleganza. Tra poche ore si piazzerà per la quattordicesima volta in questa stagione al fianco di De Rossi, suo compagno (e amico), fin dai tempi degli Allievi. Di fronte, troverà il Parma. Sarà un caso, ma forse no: fatto è che, con il Cigno Reale in campo, la Roma, contro il Parma, ha sempre segnato almeno quattro gol. La prima volta, con Delneri in panchina, Roma-Parma del dicembre 2004, finì 5-1 per i capitolini, grazie al sigillo di Montella, alle doppiette di Totti e Cassano; e alla rete di Bovo, per gli emiliani. Quel match viene tuttora ricordato positivamente in casa Roma, soprattutto da Totti e Curci. Il capitano giallorosso, infatti, con la doppietta di quel freddo pomeriggio, divenne il giocatore più prolifico in maglia giallorossa, superando Pruzzo di due reti (108 Totti, 106 Pruzzo). Gianluca Curci, invece, fece il suo esordio assoluto con la Roma, in campionato. Alberto giocò dall’inizio alla fine quella gara, nel ruolo di esterno sinistro di centrocampo e alla fine dichiarò: “Sono molto contento della partita. Ci voleva questa vittoria e l’abbiamo strameritata sul campo. Riguardo a Totti penso che fare il record con la maglia che si ama sia il massimo, quando ha segnato il primo gol e lo sono andato ad abbracciare anche lui era molto emozionato”. L’anno successivo, con Spalletti in panchina, alla quarta giornata, la Roma (con Aquilani in campo per 77’) asfaltò la compagine di Beretta con quattro reti. Totti (per la prima volta in quella stagione), Panucci e due volte Nonda depositarono il pallone alle spalle dell’ex Roma, Lupatelli; e lo stesso fece Paolo Cannavaro con Curci. Per Aquilani ancora una buona prestazione, nel suo ruolo preferito di mezzala sinistra; per la Roma ancora quattro gol contro il Parma, con Alberto in campo. Lo stesso risultato prese forma anche nella stagione scorsa. Nell’occasione, a Parma, però. E Aquilani contribuì attivamente (con un gol) al confezionamento del rotondo risultato. Montella al 5’, Perrotta al 46’, Rosi al 54’ ed, infine, il ragazzo di Montesacro al 93’, diedero corpo al roboante successo giallorosso. Nel complesso, perciò, Totti & Co hanno segnato, ai gialloblu, 13 gol, in tre gare, con Aquilani in campo. E sabato ritornerà il Parma. Contro cui la Roma, con il Cigno Reale in campo, ha sempre segnato almeno quattro gol. Sarà un caso? Forse no.

 
 
Benedetto Saccà
 
VAI AGLI APPROFONDIMENTI DI ROMANEWS

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here