Giannini: “La Roma ha creato la condizione per poter arrivare prima nel girone”

44

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Giuseppe Giannini a Centro Suono Sport: “Risultato importante che da nuove certezze alla Roma quello di Mosca, un campo su cui è difficile vincere. Ora la squadra giallorossa si è messa nelle condizioni di poter battere il Real Madrid, vincere il girone e come nella scorsa stagione mettersi nelle condizioni di vivere un ottavo di finale più abbordabile. Vincere contro il Madrid permetterebbe alla squadra giallorossa di trovare convinzione e autostima, finora viste solo a sprazzi. Sono entusiasmato da Pellegrini, che dal gol nel derby ha trovato la spinta per sbloccarsi. Con la Samp per la Roma è la partita chiave del campionato...”

Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport:La vittoria di ieri regala alla Roma la possibilità di una gara da vivere e provare vincere per ritrovare l’entusiasmo e la compattezza dello scorso anno: Roma-Real deve essere vissuta così, con voglia di sorprendere i campioni d’Europa e soprattutto con l’idea di poter rivivere l’entusiasmante percorso in Champions dello scorso anno. I numeri della Roma in questa competizione con Di Francesco sono antistorici in senso positivo: non può esser vissuto e analizzato tutto come dovuto, la Roma nella sua storia in Champions ha spesso fatto fatica, anche in epoca recente. La Roma a gennaio ha bisogno di un centrocampista di livello e di una punta che possa sostituire Dzeko, il cui rendimento è sempre più deprimente“.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “Serviva vincere, la Roma lo ha fatto, ora si è aperta la possibilità di battere il Real e di conseguenza qualificarsi come prima del girone agli ottavi di Champions. Sarebbe un risultato importante, in una stagione finora assolutamente deprimente per quanto concerne il campionato.Vincere questo girone è fondamentale perché come nella scorsa stagione, la squadra giallorossa può regalarsi e regalare ad un’intera tifoseria un altro sogno europeo. Sono diversi gli aspetti da registrare e migliorare, ma da tifoso ambizioso, ora come ora, il mio pensiero è già rivolto al Real, perché questo campionato non mi da’ nessuna possibilità di vittoria e quindi nessuno stimolo”

Alessandro Vocalelli a Radio Radio“Quella di ieri della Roma è stata una vittoria importante che fa seguito ai pareggi di Napoli e Firenze. La Roma ha invertito il corso di risultati negativi. Ora la squadra giallorossa è addirittura nella condizione di poter arrivare prima nel girone. Dzeko? Fa un gioco molto dispendioso e ci può stare che sia stanco. Io credo sia semplicemente un calo fisico il suo perché fa un lavoro triplo rispetto agli altri”.

Gianluca Lengua a Radio Radio: “La Roma ha vinto una gara importantissima e la società è contenta di questo, ma Di Francesco era molto nervoso nel post partita perché i giallorossi hanno comunque rischiato più del dovuto nel finale. Dzeko? Giocatore estremamente umorale, c’è una forte componente psicologica che non va nel bosniaco. Sto però assistendo alla sua demolizione per dare spazio a Schick, ma non credo il ceco possa reggere il peso dell’attacco della Roma nonostante domenica potrebbe giocare. Con la Samp, invece, Kluivert merita la conferma e credo che tornerà Under dal primo minuto con Florenzi basso e Santon in panchina”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo“La differenza di prestazioni e risultati tra campionato e Champions League non esiste solo in questa stagione, ma anche nella precedente: non può essere un caso. Dzeko ieri mi è sembrato molto stanco, ha bisogno di riposare. Quando inizierà a materializzarsi il rischio di non arrivare quarti in campionato, allora la Roma inizierà a fare lo sforzo per qualificarsi in Champions. Dobbiamo essere contenti dell’arrivo di Kluivert: facciamolo giocare dieci partite di fila. Sono contento anche dell’arrivo di Nzonzi e Zaniolo. Pellegrini si è trasformato, ho sbagliato io quando dicevo che non poteva giocare nella Roma. Mi ha rattristito vedere entrare Juan Jesus a fine partita, in undici contro dieci. Di Francesco sta facendo scuola, sta imparando come si allena in una grande squadra e come si gestiscono le pressioni”. 

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini a Tele Radio Stereo: “Una vittoria importante per continuare il cammino in Champions League, ma alcune cose ancora non vanno. Mi dite quante altre squadre avrebbero permesso al trequartista del Cska di avanzare fino al limite dell’area di rigore, per poi servire Sirgusson e segnare? Di Dzeko non parlo, dico solo una cosa: come si fa a mettere 3 in pagella a Schick contro la Fiorentina, e poi 5,5 a Dzeko contro il Cska Mosca?”.

Roberto Renga a Radio Radio“In undici contro undici non so come sarebbe finita. E, secondo me, il CSKA vale l’Empoli, la ripresa che abbiamo visto a Firenze secondo me si è un po’ fermata. Però è chiaro che vincere è sempre importante e quindi va bene così”.

Franco Melli a Radio Radio: “Le vittorie fanno sempre bene: se hai la febbre a 38, con la vittoria ti curi. La Roma doveva centrare l’obiettivo e lo ha fatto, quasi certamente sarà qualificata, quindi che vogliamo dire? Alcuni giocatori sono irritanti e quello che lo è di più è Dzeko, deve spiegare che cosa ha e cosa gli è successo. Salverei Manolas, Pellegrini, Zaniolo che mi sembra abbia personalità ed un buon repertorio tecnico. Kluivert è andato ad intermittenza, meglio nel secondo tempo, ma ha fatto assist e giocate pregevoli”.

Nando Orsi a Radio Radio: “Dzeko è stato abbastanza irritante. La prestazione dell’attaccante bosniaco ha ricordato quello della prima stagione nella capitale. La Roma ha fatto il minimo indispensabile, sta facendo il suo”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio: “La Roma ha fatto il suo, ha quasi passato il turno e quindi le dobbiamo i complimenti. Ora, però, è attesa da conferme importanti, perché giocando come ieri non vincerebbe contro la Sampdoria”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

44 Commenti

  1. In effetti il girone nostro in Champions è stato questa volta fortunato, il Real e due squadre ridicole.
    Ora mi aspetto di fare 3 gol alla Sampdoria e in campionato che Di Francesco adesso deve ingranare la marcia.
    Se non si batte la Sampdoria di questa vittoria non importerebbe nulla a nessuno.
    E poi per favore più spazio a Kluivert, perché mi sembra che sta entrando in palla prepotentemente.

  2. Di questi tempi mi prendo il risultato e va bene così, vorrei ricordare a tutti che negli ultimi 7-8 anni mi pare che avevamo vinto in trasferta in Champions solo una volta. Quindi non fosse anche solo per la statistica c’è da essere contenti. Però i problemi rimangono, e sono d’accordo con chi ha scritto che Dzeko non le può giocare tutte. Mettesse Shick 3 partite di seguito e poi lo giudicheremo, comunque ci sono limiti evidenti che derivano da scelte sbagliate a monte, campagna acquisti e scelte dell’allenatore non convincono per niente.

  3. Come al solito anche dopo una vittoria della Roma anche oggi commenti di frustrati espertoni di calcio per demolire un risultato importante in Champions. La Roma e questo sito per molti serve ad abbattere frustrazioni e fallimenti personali, che solo dietro una tastiera dimenticano, momentaneamente. Pensateci tifà se ce riuscite.

    • @Daniele Ecco vedi, la cosa piu amara che c’è è rispondere a tifosi come te e questo è squallido quanto il nostro tifo perchè costretti a tifare solo per un tornaconto o progetto economico ma che di sportivo e di mentalità vincente non ha nulla o quasi nulla.

      • Caro Daniele non capisco come fai a parlare di frustrazioni e di fallimenti personali,forse non lo sai,ma è solo una partita di calcio.Capisco che per te deve essere tutta la tua vita,e quindi mi sembra che il frustrato sia tu,voglio avvisarti che c’è vita oltre la RomaPosso prevenire la tua risposta,naturalmente dirai che ho la coda di paglia
        Ti sbagli per due motivi:
        il primo perche’ io sono contentissimo della vittoria della nostra
        Il secondo è perche’ io ho una vita serena ed una bellissima famiglia allietata dall’arrivo di un nipotino,vorrei un po’ piu’ di salute e qualche anno in meno,ma non si puo’ avere tutto.

  4. grandissima vittoria a Mosca che ci permette di qualificarci agli ottavi (perché 1 punto in 2 partite si dovrebbe fare!) e di tentare ancora l’assalto al primo posto nel girone. Peccato che il Real abbia cambiato allenatore perché con Lopetegui ci vedevo favoriti. Adesso non lo so più.

    L’unica critica a DiFra è che, secondo me, trasmette insicurezza alla squadra. Con l’uomo in più e il vantaggio per 2-1, doveva osare un po’ di più secondo me e togliere Dzeko per lasciare Kluivert che fino a quel momento aveva fatto a fette la difesa del CSKA. Anche perché, mettere Ünder fuori ruolo non aveva proprio senso.

    A sto punto fai giocare ElSharaawi che sa difendere pure meglio del turco!

    comunque, forza roma e ora un po’ di punti in campionato per recuperare posizioni

  5. Ciao A tutti.

    Oggi sono tranquillo ma provocatore e strafelice della vittoria contro il CSKA Mosca.

    Voglio sottoporre il quesito a chi vuole giocare , in un certo qual modo ognuno di noi vorrebbe essere a capo della nostra amata Roma ed io oggi voglio fare il presidente.

    Quindi caccio via tutti i dirigenti inclusi quelli del settore givanile, quando dico tutti dico tutti, da Baldissoni a Bruno Conti per intenderci, incluso tecnico e staff della prima squadra inclusi i preparatori.

    Faccio salvi tutti i tecnici delle giovanili dalla primavera in giù + unico superstite Fredrik Massara.

    Da oggi io sono il nuovo presidente della A.S. Roma e la prima cosa che faccio ripristino il nostro unico logo ASR.

    Assumo i seguenti professionisti con i seguenti incarichi:

    Direttore generale: Giovanni Sartori.

    Direttore Sportivo; Davide Giuntoli.

    Segretario; Fredrik Massara.

    Allenatore prima squadra ; José Mourinho.

    Ora se questo fosse realizzabile quante possibilità potrei avere di rimanere a capo della presidenza ?

    È chiaro che sia un gioco ma secondo Voi è logico mantenere allo stato attuale le cose come stanno.

    In fondo si tratta di investire su un progetto, poi se le diverse anime che ho citato non sono compatibili fatela Voi tutti una proposta.

    Lo so che può passare per una str …. Ma io voglio bene alla Roma e la prima cosa del quali ho interesse di vederla come società credibile nulla di più.

    Un abbraccio a tutti i fratelli giallorossi.

    SEMPRE FORZA ROMA.

    • Ciao Spaccia, io voto per te anche solo per il fatto che mi toglierei dalle palle Pallotta .
      L’organigramma da te stilato è credibile , di una società che punterebbe a vincere . Inserirei AD occhi di lince Marotta , con Totti responsabile DT settore giovanile . Questo sarebbe un progetto sportivo serio , ma con Pallotta possiamo solo tenerci Monchi e Di Fra e sperare nella buona sorte …….Forza Roma

      • Ciao Emiliano, ti ringrazio per la fiducia,
        Io mi accontenterei che arrivassero alla proprietà queste nostre strampalate vedute.
        Alla fine qualcuno lo devono pur pagare…. Ma che almeno faccia meno danni possibili e soprattutto il bene della Roma .

    • Mourinho?

      Da un uomo di sport navigato, che ricopre un incarico di responsabilità lautamente retribuito, mi aspetto comportamenti più seri ed equilibrati di quelli manifestati ieri (e altri nel passato).

      Le sue squadre, poi, hanno sempre giocato un calcio esclusivamente speculativo: catenaccio e contropiede, come ai tempi di Nereo Rocco ed Helenio Herrera (oggi si dice organizzazione difensiva e ripartenza ma è lo stesso).

      Un uomo molto spesso baciato dalla fortuna (compreso ieri).

      Proprio non capisco come si possa avere in considerazione un esaltato come Mourinho. Esclusi i tifosi dell’Inter ovviamente.

      • Io Mou lo prenderei al volo , sarebbe il massimo già lo vedo che maltratta Austini in conferenza stampa o che prende per il collo Schick e gli dice tu sei scarso ……ti ricordo che ha fatto fare il terzino ad Eto’o come fece Capello con Del Vecchio . Scusa Libe ma anocra con i se e con i ma , o con la fortuna ……..parla il campo e dice che Mou è un vincente

        • Emiliano, sono vincenti anche Guardiola e Ancelotti.

          Io con uno che ha infilato le dita negli occhi di Tito Villanova, che ha insultato sistematicamente Venger e Ranieri (sono i primi esempi che mi vengono in mente) non lo vorrei vedere neanche di striscio.

          Sì può essere essere vincenti e rispettosi degli avversari. Per me il rispetto viene prima di ogni cosa.

          Quanto al rapporto con i giornalisti sportivi, Spalletti non è certo stato tenero ma questo atteggiamento ha generato solo un’entropia dannosa.

  6. Sento già troppo parlare di “basta 1 punto”; se è per questo basta anche che il CSKA non vinca (di nuovo!) contro il Real.
    Ma il punto è che non è la mentalità giusta.
    Primo perché tutti pensano che questo punto sia scontato giocarselo contro il Plzen e che col Real si possa anche perdere; secondo perché quando partiamo con quest’idea è la volta che perdiamo in casa con la Spal.
    Daje Roma, contento per ieri a prescindere dai giudizi sui singoli, ma testa alla Samp che è molto, ma molto, ma MOLTO più forte del CSKA.

  7. Non si vincerà mai nulla fino a quando il proprietario di una società di calcio vive su un altro pianeta. Poi, tutto il resto (giocatori, allenatore, dipendenti vari) viene in secondo ordine. Se durante l’ultimo scudetto vinto dalla Roma, il presidente Sensi invece di bazzicare spogliatoi, stadio, campo di allenamenti, invece di alzare la voce, di persona, contro stampa e dirigenti della Federazione, invece di minacciare quotidianamente un po’ tutti, se ne fosse stato beato in America comunicando con Capello e la squadra con gli SMS, pensate che la Roma avrebbe vinto quel campionato?

    • Come si fa a darti torto . Comunque l’incapace di Di Fra , soprattutto quest’anno , con una squadra ridicola è riuscito ad arrivare ancora una volta agli ottavi . Austini parla di Di Fra , ma chi glielo dice al servo che siamo costretti a giocare con Santon , Fazio , Kolarov , Cristante che è trequartista al posto di DDR che è giustamente logoro ma ancora ampiamente il migliore . Capitolo Schick , non è vero che non ha avuto le sue opportunità , è entrato e fatto partite (poche) anche da titolare ma è privo di carattere . Ieri Zaniolo che non gioca mai , è entrato 10 minuti ma ha dato il fritto , io a Schick in 2 anni non l’ho visto mai così determinato .
      Infine sempre Austini dice che gli ha messo tristezza l’ingresso di JJ (meno male che Di Fra l’abbia fatto entrare) , ma avete visto Fazio e Kolarov in che condizioni sono? tutti i pericoli sono arrivati da li , se non ci fosse Manolas (Austini lo vorrebbe cedere , così gli hanno detto di dire a Trigoria) qui saremmo alla frutta !!

  8. Ciao Libe1960, tutto regolare.

    Ma perché conosci qualcuno nell’ambiente che sia un lord inglese, ti risulta che la juvrntus abbia avuto lo stesso trattamento della Nocerina ???
    Carissimo Libe, tu forse hai dimenticato di come giocava il Porto di Mourinho, o delle capacità di motivare i giocatori che ha.
    Ma hai presente Allegri o Conte quando stanno sulla panchina della Juve cosa fanno ? Non mi pare assomigliano a dei lord.
    Vai a rivedere il curriculum di Mou che ha 11 anni di eta faceva già relazioni match analist.
    Le competenze di un tecnico che ha vinto quello che ha vinto Mourinho se le è GUADAGNATE a FORZA di sacrifici e lavoro e deve ringraziare solo se stesso per tutta la passione che ci mette e che ha sempre messo.
    Questo è il tecnico che ci vuole alla Roma, uno che ti faccia sentire sempre orgoglioso anche quando perdi, no sti quattro yankee del cassio..

  9. @Spaccia62 amico mio, non ti offendere. … ma mi sono fermato al ” ..ripristino il logo ASR”.
    Non ti offendere e sai che esprimo solo la mia opinione .. ma se siamo ancora al logo .. adieu.
    Come se nel 2018, pensiamo che il presidente di una società sportiva debba essere in sede per “vincere qualcosa” .. ari-adieu.
    Ma è solo la mia opinione.
    Ah, dimenticavo .. Austini è servo.
    Uno a caso di Radio Radio, di Centro Suono, invece, sono spiriti liberi…che diffondono la verità al popolo.
    M’arrendo. In amicizia ma m’arrendo, sul serio.
    Buon proseguimento.
    P.s. I commenti di oggi riflettono il fatto che ieri abbiamo perso di brutto a Mosca e siamo fuori anche dalla Champions. E’ tutto da rifare. Che peccato……

    • Ciao Fabrizio, ci mancherebbe altro siamo qui per confrontarci, io comunque con l’arrivo degli americani penso anzi credo che abbiamo perso qualcosa dell’identità di chi siamo stati e di come eravamo e non abbiamo cambiato perché un tribunale ci ha tolto il titolo ma solo per una questione di denaro, per carità tutti lavoriamo per vivere ma non mi devo rendere schiavo per un logo.
      Vorrei vedere se agli americani gli togliami l’acronimo U.S.A. e gli lasciamo solo la A. mi piacerebbe sapere cosa ne pensano.

      Però a farlo come Mr. Pallottaha fatto con il nostro di acronimo.

      Foschi quando fondo l’A.S. Roma non l’ha fatto pensando alla leggenda, il valore che é nello sport e nella sua identità di appartenenza di una città che rappresentasse una associazione di un insieme d’identità e di persone che si uniscono in una fede.
      Un abbraccio amico mio.
      SEMPRE FORZA ROMA.

  10. Qualcuno si rende conto che la Champions è una grandissima vetrina a livello mondiale? Ora, dico io, se non giochiamo in questa competizione come fai a fare le plusvalenze che servono a giugno? E chi se li compra i giocatori? Riflettiamo bene sull’importanza della cosa. Ieri Manolas, Pellegrini, Kluivert e ci metto pure Zaniolo etc etc si sono messi in mostra ed il loro valore, il loro “appeal”, per dirla come Pally, è salito senz’altro. Aspettiamo giugno ed arriveranno grandi, enormi soddisfazioni. Non guardiamo ai quattro spicci del ricavo, sponsor, incassi, etc., il bersaglio grosso è centrato se vendi questi tre-quattro e ci fai almeno 100-150 milioni. Vedremo, forza Presidente portaci in alto

  11. Ciao a tutti. Una domanda che non vuole essere provocatoria: ma a voi ieri sera Pellegrini, gol a parte, che impressione vi ha fatto? A me personalmente, specie nel primo tempo, ha ricordato Florenzi dopo il gol al Barcellona…atteggiamento corporeo alla “quanto so’ forte”…a terra ogni volta che è stato sfiorato, con conseguente sceneggiata restando giù invece che correre a riconquistare la palla. Insomma ho avuto come l’impressione che, complici i giudizi positivi meritati per alcune buone gare, si sia già montato la testa…
    Spero di sbagliare, perché lo reputo un buon giocatore e un ragazzo serio, però…voi che ne pensate?

  12. Spaccia 62 mi dispiace dirlo, ma il tuo giochino provocatorio è talmente provocatorio che da parte mia non merita nessun commento. E la storia dei se e dei ma che non portano a nulla di concreto. Buon divertimento a chi ci gioca.

    • Ciao Giampaolo, no problem.

      Io ho parlato di progetto, cosa che a qualcuno fa difetto.

      Mi auguro solo di ritornarci un giorno, poi magari ci sarà qualcuno che c’è lo farà sto regalo, purtroppo per me gli anni stanno passando ma non demordo e cerco sempre di vedere il bicchiere mezzo pieni, se Dio esiste passera anche da Roma.

      Un saluto Giampaolo, mi auguro a presto.

      Balbo 2 bisogna alza sta percentuale.

      Un abbraccio a tutti i fratelli giallorossi.

      SEMPRE FORZA ROMA.

  13. Ciao Giampaolo, no problem.

    Io ho parlato di progetto, cosa che a qualcuno fa difetto.

    Mi auguro solo di ritornarci un giorno, poi magari ci sarà qualcuno che c’è lo farà sto regalo, purtroppo per me gli anni stanno passando ma non demordo e cerco sempre di vedere il bicchiere mezzo pieni, se Dio esiste passera anche da Roma.

    Un saluto Giampaolo, mi auguro a presto.

    Balbo 2 bisogna alza sta percentuale.

    Un abbraccio a tutti i fratelli giallorossi.

    SEMPRE FORZA ROMA..

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here