Alisson: “E’ stata la partita più importante della mia carriera, non penso al mercato” (VIDEO)

0

ALISSON ROMA SHAKHTAR – Tutte le dichiarazioni di Alisson nel post partita di RomaShakhtar

ALISSON IN MIX ZONED


Che sensazione è arrivare ai quarti di finale di Champions?
“Sono molto felice per la qualificazione e per il lavoro fatto questa sera, era quello che volevamo e per cui avevamo lavorato in settimana. La squadra ha avuto un atteggiamento incredibile questa sera, questa è stata forse la partita più importante della mia carriera fino ad adesso. Questa sera si gode un po’ ma da domani si pensa alla prossima partita”

Questa vittoria può dare slancio per il campionato?
“Certo noi siamo lì, abbiamo perso qualche occasione ma c’è la lotta per la Champions. Siamo lì e dobbiamo fare partita per partita e vedere dove arriviamo”

Mercato?
“Non ne voglio parlare. Ho il pensiero verso le partite, gioco con amore e con la voglia di vincere e portare la Roma in alto che è dove merita di stare”

ALISSON A ROMA TV

Oggi sei triste, non hai parato.
“Oggi un po’ di recupero. Abbiamo fatto un bel lavoro in campo, abbiamo dimostrato la forza offensiva e difensiva. Non è facile giocare contro una squadra che ha giocatori così forti. Abbiamo fatto una partita perfetta senza che gli avversari abbiano tirato in porta.”

Da stimolo il calo della gara d’andata?
“Sapevamo che per fare quel salto di qualità abbiamo bisogno di fare 90 minuti di intensità. Questa sera l’abbiamo fatto ed era la nostra sfida”

La Roma ha dimostrato le sue qualità in campo europeo ma non in campionato.
“I se nella vita… Purtroppo in Serie A non abbiamo fatto lo stesso lavoro ma ora dobbiamo continuare in Champions. Nelle ultime partite abbiamo continuato a lavorare da Roma.”

In casa in Europa mai subiti gol. Perchè questa concentrazione nei grandi eventi?
“E’ difficile dire, ci sono delle circostanze nel calcio. In una partita da 90′ succedono tante cose. Quando si gioca sui 180′ si gioca sui dettagli, anche perdendo 2-1 in trasferta. Oggi siamo stati perfetti.”

Si sta lavorando più su un aspetto mentale o tattico ultimamente?
“Noi abbiamo sempre lavorato, ma quando il risultato non viene dobbiamo fare qualcosa di diverso ed abbiamo iniziato a lavorare di più, il lavoro paga sempre. Abbiamo lavorato seriamente questa settimana e anche le vittorie con Napoli e Torino ci hanno dato molta fiducia. Oggi siamo entrati concentrati per vincere la partita e portare la qualificazione a casa.”

Nervosismo nel finale.
“Noi siamo dei calciatori sanguigni quindi il calcio ci porta delle emozioni. Ho parlato con Facundo, ha perso la testa ma sa che ha sbagliato. La nostra squadra ha vinto e loro sono tristi perchè hanno perso, fa parte del calcio.”

Chi vorresti affrontare ai quarti?
“Non pensiamo questa sera a questo, se il mister non ha risposto non rispondo neanche io (ride ndr)”

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here