Agnelli: “Le seconde squadre permettono ai giovani di crescere”

2

AGNELLI SECONDE SQUADRE GIOVANI – Nella giornata di ieri è andato in scena all’Allianz Stadium di Torino il convegno sul tema seconde squadre, in cui per la Roma hanno preso parte De Sanctis e Massara. Durante l’iniziativa è intervenuto il presidente della Juventus Andrea Agnelli, le cui paqrole sono state riportate da Il Tempo: “Le seconde squadre esistono in quasi tutta Europa, solo l’Inghilterra fa eccezione. Questa è l’età per ‘prendere botte’ dai 35enni perché questo permette ai giovani di crescere. Vogliamo calarci all’interno del sistema delle leghe minori e riuscire veramente a contribuire all’interno della Lega Pro per lo sviluppo, sia in termini di visibilità, sia di numero di presenze allo stadio ed essere accettati all’interno della Lega Pro in modo da riuscire a trarre un beneficio a 360 gradi, non solo sportivo ma anche commerciale. I prestiti? La Fifa vuole limitarne il numero. Le grandi squadre acquisiscono i migliori giovani per mandarli in prestito, se non hanno le seconde squadre, rischiano di andare in difficoltà“.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

  1. Le seconde squadre hanno senso come avviene in Spagna, dove giocano in B e dove in qualsiasi momento del campionato, puoi dargli o prendere un calciatore tuo.
    In serie C dove non hanno nessun rapporto con la prima squadra non servono a niente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here