Agente Coric: “Mai detto quelle cose, Ante attende di dimostrare il suo valore in campo”

8

PADRE CORIC ROMAMiljenko Coric, padre e agente del centrocampista giallorosso Ante, ha svelato un retroscena sul trasferimento del figlio alla Roma a IndexHR.

DINAMO ZAGABRIA – “Volevamo lasciare a tutti i costi la Dinamo Zagabria che si era comportata nel peggiore dei modi con mio figlio. Abbiamo protestato con il club croato, mio figlio ha scioperato nelle ultime due partite dello scorso anno e abbiamo chiesto il trasferimento. Avremmo accettato tutto tranne l’Italia e la Francia, ma purtroppo non abbiamo avuto scelta e siamo stati costretti ad accettare la Roma per andarcene il prima possibile”.

NIENTE CESSIONE – “Ante mi ha chiamato e mi ha detto che la Roma non lo lascerà partire. Ci sono offerte reali per lui, ma che non saranno prese in considerazione. Di recente ho contattato Di Francesco per chiedergli informazioni sulla crescita di Ante, mi ha risposto che al momento ci sono tre giocatori italiani che sono sopra di lui nelle gerarchie. La stagione però è lunga, il club gioca tre competizioni e che quindi ci saranno possibilità di vederlo in campo”.

FUTURO – “Mio figlio non vuole parlare, non vuole rispondere alle critiche. Molti gli chiedono perché non riesce a trovare spazio nella Roma, ma cosa dovrebbe rispondere? Dopo la disastrosa esperienza con la Doyen Sport, ho preso in carico la procura di Ante, ma non riesco a gestirlo nel migliore dei modi. Volerò presto in Olanda per affidare mio figlio a un’altra agenzia”.

SMENTITA – Lo stesso Miljenko Coric, contattato da LaRoma24, ha smentito le dichiarazioni riportare dalla stampa croata: “Quelle dichiarazioni non hanno nulla a che fare con quanto ho detto. E soprattutto ci tengo a precisare che Ante non ha mai detto che la Roma non vuole liberarlo: lui vuole far vedere il suo valore e attende di dimostrarlo sul campo”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

8 Commenti

  1. Coric è forte ma va svezzato, va fatto crescere un paio d’anni giocando in prestito.
    La cosa inconcepibile è perché sia stato tenuto: abbiamo Pastore, Zaniolo, Cristante (l’anno scorso a bergamo faceva il 3/4ista) e adesso anche Pellegrini è stato spostato sulla trequarti, quindi ‘sto poraccio davanti ha ben 3 giocatori.
    Quali speranze ha di scendere in campo ?
    Perché far buttare un anno nel cesso ad un giocatore che deve giocare per crescere (e fare plusvalenza, dirà qualcuno)?

  2. A questa età un atleta in generale può esplodere da un momento all’altro.In questo deve essere brava sia la società a dargli spazio al momento giusto e sia la famiglia a non farlo sentire un fenomeno ma nello stesso tempo renderlo consapevole dei propri mezzi e non abbattersi ai primi ostacoli.La vita in generale te li mette davanti.Purtroppo nel calcio soprattutto alcuni genitori sono la rovina dei figli perché proiettano addosso le loro frustrazioni pretendendo dal proprio figlio ciò che loro non sono riusciti ad ottenere dalla vita.Basti vedere le partitelle dei ragazzini ci sono alcuni padri e madri quello che gli esce dalla bocca.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here