Il giorno della sfida di Supercoppa Italiana tra Roma e Inter sarà per David Pizarro una sorta di compleanno calcistico. Proprio il 19 agosto del 2006, infatti, dopo una lunga notte di meditazioni, il centrocampista cileno accettò la proposta della Roma. Oggi, ad un anno di distanza, Pizarro è diventato giallorosso a tutti gli effetti (la Roma ha acquistato dall’Inter l’interno cartellino) ma, come nella passata edizione della finale che oppone la vincitre dello Scudetto alla vincitrice della Coppa Italia, non sarà della partita. Tornando indietro di un anno, comunque, bisogna ricordare come la scelta del centrocampista cileno di trasferirsi nella capitale non fu per nulla facile: con l’Inter aveva vinto tutto, dalla Supercoppa Italiana alla Coppa Italia passando per uno scudetto, seppur ottenuto d’ufficio a seguito della vicenda Calciopoli. La partenza da Milano, inoltre, avrebbe cancellato i grandi propositi con cui, un anno prima, Pizarro fu scelto dall’Inter come erede designato di Veron.Nella sua prima stagione con la maglia nerazzurra, infine, aveva totalizzato ben 24 presenze in campionato, nonostante la forte concorrenza dei vari Veron, Cambiasso e Stankovic.L’indecisione, insomma, era tanta e comprensibile. Tuttavia, il richiamo del suo “vecchio” mister Spalletti con il quale ai tempi dell’Udinese centrò un prestigioso quarto posto con conseguente partecipazione alla Champions League, ebbe un peso determinante nella decisione finale di Pizarro. Dal giugno 2007, come detto, la Roma ha rilevato l’intero cartellino del “Pek” e quest’investimento della società lo farà sentire sicuramente ancora più coinvolto nel progetto giallorosso. Ricordiamo tutti, del resto, la sua grande felicità il giorno della conquista della Coppa Italia nella “sua” Milano quando indossò la bandiera del Cile, nazionale a cui ha dato l’addio già da diversi mesi.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here