romanews-roma-news-della-giornata-spinazzola-europa-league-squadra-zappacosta
Foto Getty

NEWS DELLA GIORNATA ZAPPACOSTA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Qui Trigoria

Questa mattina la Roma è tornata a lavorare a Trigoria dopo il pareggio di domenica nel derby contro la Lazio, con tante assenze dovute agli impegni con le varie nazionali. Inizia oggi la lunga preparazione al match contro il Sassuolo. La squadra si è radunata in palestra per poi scendere in campo: consueto riscaldamento e poi il lavoro atletico basato sulla velocità. Poi è stata la volta del lavoro col pallone: torello e focus tecnico-tattico. Individuale per Perotti e Spinazzola. Lavoro di scarico programmato per Fazio. Out Zappacosta.

Infortunio Zappacosta

Dopo Perotti e Spinazzola, altra tegola in casa Roma. Stavolta a fermarsi è Zappacosta, che aveva accusato un problema muscolare a pochi minuti dall’inizio del derby. Gli esami svolti in mattinata hanno evidenziato una lesione di secondo grado al soleo (muscolo del polpaccio molto importante nella corsa): la prognosi è tra le tre e le quattro settimane di stop. L’esterno ex Chelsea ha già iniziato le terapie del caso.

Condizioni Spinazzola

Leonardo Spinazzola spera di poter rientrare a disposizione del tecnico portoghese per la ripresa del campionato, quando la Roma si troverà ad affrontare il Sassuolo. La cosa certa è una: la sosta arriva nel momento migliore.

Lista Europa League

Non tutti gli esuberi sono riusciti a lasciare Roma e ora la squadra è in difficoltà in vista della compilazione delle liste. Infatti, i giallorossi contano una rosa molto vasta, trovandosi con due o più calciatori per uno stesso ruolo. Inevitabilmente qualcuno dovrà esser tagliato fuori. La Roma sta ragionando sulla lista per l’Europa League dove almeno due elementi sono di troppo. Uno di questi sarà sicuramente Fuzato, mentre per l’altro è ballottaggio tra Cetin Santon.

Biglietti Europa League

Dalle ore 12 di oggi sono in vendita i biglietti per le tre gare interne di Europa League contro Istanbul BasaksehirBorussia Mönchengladbach Wolfsberger.

Anticipi e posticipi Serie A

La Lega Serie A rende noto attraverso il sito ufficiale tutti gli anticipi e posticipi dalla 3ª alla 16ª giornata. Inter-Roma si giocherà venerdì 6 dicembre alle 20:45. Clicca QUI per le date complete.

Le parole di Coric

Dopo una sola stagione in giallorosso in cui non ha quasi mai visto il campo il centrocampista croato Ante Coric ha scelto di ripartire dall’Almeria nella Serie B spagnola. Nella conferenza stampa di presentazione con il club iberico, il giocatore ha fatto riferimento anche al suo recente passato nella Capitale. Queste alcune delle sue parole: “Non conosco i motivi per cui non mi facevano giocare a Roma. Adesso per me l’Almeria è una buona opportunità, la città poi è molto bella, è più piccola e mi ci trovo meglio rispetto alla Capitale”.

Le parole di Gonalons

L’ormai ex centrocampista della Roma, Maxime Gonalons, ha parlato nella conferenza stampa di presentazione con il Granada. Queste alcune delle sue parole: “Fisicamente sto bene. Lo scorso anno ho avuto un infortunio con il Siviglia, ma ho lavorato molto per essere al meglio. Sono pronto per giocare la prossima partita, anche se per vari motivi non sono sceso in campo nel precampionato. Adesso ho quindici giorni per prepararmi bene ed essere a disposizione della squadra. La trattativa si è conclusa di notte con il mio agente, poi mi sono tranquillizzato. E’ stata una novità per me, ma fa parte del calcio. Voglio dimostrare quello che ho dentro, ho fiducia nella squadra e adesso mi sento meglio”.

Roma, Rugani e la trattativa saltata

Il difensore della Juventus Daniele Rugani è stato molto vicino a vestire la maglia giallorossa in questa ultima fase di calciomercato. A spiegare i motivi del mancato trasferimento ci ha pensato l’agente del giocatore, Daniele Torchia. Queste le sue parole: “Non è un segreto: la squadra con cui siamo stati più vicini è la Roma. C’erano altre soluzioni, anche all’estero. La Roma, non per questioni tecniche, ma per altro dove non entro nel merito, non è andata poi avanti. E’ questa tutta la verità. La Juventus però ha sempre avuto fiducia nel ragazzo e sarebbe stato un trasferimento non a cuor leggero”.

La rabbia di Taison

Dopo la cessione di Stephan El Shaarawy, la Roma aveva messo nel mirino Taison, trequartista brasiliano dello Shakhtar. Il classe ’88 non ha mai fatto segreto della volontà di trasferirsi in uno dei principali campionati europei, ma la trattativa con il club capitolino non è andata a buon fine. Ad interessarsi al calciatore poi è stato il Milan. Il giocatore alla fine è rimasto in Ucraina e tramite il suo profilo Instagram ha voluto esprimere tutta la sua delusione: “Congratulazioni per aver messo fine al mio sogno, ancora una volta il mio sogno è stato cancellato”. Secondo gli ultimi rumors, il club ucraino ha deciso di non trattare con le società interessate, alzando un muro e ascoltando solo offerte pari al valore della clausola rescissoria: 30 milioni di euro. Così il sogno, MilanRoma che fosse, è prontamente svanito.

Il pensiero di Toni

L’ex centravanti della Roma Luca Toni ha toccato diversi argomenti del mondo giallorosso: “Mkhitaryan? Dipende tutto da come sta. Roma ti dà tanto ma ti toglie anche tanto essendo una piazza che vive di entusiasmo. Dovrà essere bravo lui. Io i problemi della Roma non li vedo davanti ma a centrocampo e in difesa. Schick? La piazza per ogni giocatore è fondamentale. Il problema di oggi è che si credono giocatori campioni prima che lo siano effettivamente. Roma non può aspettare perché deve tornare a lottare per lo scudetto. Io la colloco tra le prime quattro e se devi aspettare un giocatore due-tre anni vuol dire che giochi con uno in meno. Personalmente spenderei tanto per uno che ha dimostrato negli anni di essere forte e affidabile”.

Senti chi parla…

Sulle principali frequenze radiofoniche romane si parla soprattutto della chiusura del calciomercato, dando voti all’operato di Petrachi. Stefano Agresti a Radio Radio Pomeriggio: “Il voto al mercato della Roma è negativo: 5,5. Sono andati via giocatori importanti, come Manolas, El Shaarawy e soprattutto De Rossi. Mi sembra che sia stata costruita una squadra dove non so chi farà la fase difensiva. A centrocampo non vedo individualità con caratteristiche da incontrista. Su Smalling poi ho molte perplessità, come su tutti i difensori inglesi fuori dal contesto della Premier. Mi è sembrato comunque un mercato improvvisato”. Max Leggeri a Centro Suono Sport: “Ho respirato un entusiasmo soprattutto sui social, dove credo sia in atto una forma di indottrinamento, sui colpi finali di questo mercato: Mkhitaryan, Smalling e Kalinic sono dei buoni innesti, ma non sono arrivati Didì, Vavà e Pelè. Non credo che questi acquisti possano improvvisamente spingere la Roma in una dimensione calcistica superiore a quella attuale: lottare per raggiungere il quarto posto. Piedi ben saldi in terra, viste le cocenti e recenti delusioni avute su nomi come Schick, Pastore o Nzonzi, dei fallimenti inenarrabili. Sul mercato in uscita Petrachi merita un 8 perchè ha sapientemente alleggerito la rosa di alcuni pesi incredibili; in entrata un 6 , al netto di altre buone operazioni, visto che Manolas è stato ceduto di fatto per soli 15 milioni, onestamente tra i calciatori acquistati non vedo fuoriclasse o gente che ti fa pensare: ‘beh ora si lotta per qualcosa di importante’… “

Claudia Belli

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here