romanews-roma-ndg-under-de-sanctis-kalinic-pellegrini
Foto Getty

NEWS DELLA GIORNATA KALINIC – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Qui Trigoria

Nonostante le tante assenze dovute agli impegni con le nazionali, anche oggi la Roma scende in campo a Trigoria per continuare a preparare il match del prossimo turno contro il Sassuolo. Dopo l’inizio dei lavori in palestra, gli uomini di Fonseca si sono spostati sul campo per svolgere esercizi di rapidità e trasmissione del pallone. A conclusione della seduta lavoro tattico. Ancora out Cristante, lavoro a parte per Perotti SpinazzolaZappacosta e Fazio.

Infortunio Under

Allarme in casa Roma. Cengiz Under è stato escluso dall’amichevole che la sua Turchia dovrà affrontare contro l’Andorra. La causa, come fanno sapere da Trigoria, è un infortunio muscolare al bicipite femorale della coscia destra. Ancora da valutare i tempi e l’entità, ma la certezza è che Under non prenderà parte ai match della sua nazionale in programma. Il calciatore inoltre domani tornerà a Trigoria, dove verrà valutata l’entità dell’infortunio per poi iniziare le terapie.

Le parole di Kalinic in conferenza stampa

E’ stato un ultimo giorno di calciomercato molto impegnativo per il ds Petrachi. Il dirigente ex Torino, oltre ad Heinrikh Mkhitaryan, ha portato nella capitale anche l’attaccante Nikola Kalinic dall’Atletico Madrid in prestito con diritto di riscatto. Il croato è stato presentato oggi alla stampa nella sala conferenze di Trigoria. Queste alcune delle sue parole: “Sono molto contento di essere qui, Roma è una grande squadra, un club con grande storia. Questa è una nuova avventura e spero di fare bene. Io ho già giocato in Serie A e ho esperienza a giocare in Italia, sono tanti i giocatori importanti alla Roma, come Dzeko. Negli ultimi quattro anni ha sempre giocato bene, io anche posso fare bene, ma vediamo. In squadra guardiamo partita per partita, non vuol dire che non vinceremo l’Europa League, la Roma come club deve giocare la Champions League. Giochiamo partita per partita e poi vediamo”.

De Sanctis su Riccardi

Morgan De Sanctis, intervenuto al fianco di Kalinic nella conferenza stampa di presentazione dell’attaccante croato, è stato interpellato a più riprese riguardo ai giovani della primavera. Ecco cosa ha detto l’ex portiere giallorosso e attuale team manager della Roma a proposito di Riccardi, giocatore della Roma Primavera: “Mai, mai abbiamo pensato di privarci di Riccardi e degli altri nomi che sono stati fatti. Mi riferisco a Celar, Bouah e Calafiori. Mai. La Roma, come ha sempre fatto e come continuerà a fare, se ha nel proprio settore giovanile dei prospetti importanti, se li tiene e e cerca di fargli fare il percorso giusto. Quello che ho spiegato prima, un percorso giusto prevede comunque dei nuovi parametri di crescita. La Roma ha avuto nel settore giovanile per tento tempo ragazzi romani e romanisti, ora si è un po’ globalizzato anche il nostro settore giovanile, ma deve rimanere un concetto chiarissimo: chi vuole rimanere, chi rivendica il diritto di essere romano e romanista, lo deve dimostrare non soltanto a parole ma anche nei fatti. Sono concetti, etici, morali, culturali rigorosi all’interno del settore giovanile”.

Mkhitaryan sull’arrivo alla Roma

Questo pomeriggio Henrikh Mkhitaryan sfiderà a Yerevan, capitale dell’Armenia, i suoi nuovi compagni di squadra FlorenziMancini e Pellegrini. Non ha ancora avuto modo di incontrarli a Trigoria, lo farà oggi per la prima volta in occasione del match di qualificazione agli Europei 2020 tra Armenia e Italia. Il centrocampista e capitano della nazionale ieri pomeriggio è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida ma anche per raccontare la trattativa che lo ha portato in giallorosso: “È successo tutto l’ultimo giorno di mercato. Dopo aver giocato la gara contro il Tottenham mi ha chiamato il mio agente (Raiola, ndr) dicendomi che la mattina seguente sarei dovuto partire per Roma per sostenere le visite mediche e firmare il contratto. Questa per me è sicuramente un’ottima opportunità visto che con l’Arsenal non ho giocato molto”.

Aumento del capitale

La condizione finanziaria della società non è delle più rosee. Il fatto di non partecipare alla Champions League con tutti i suoi introiti, non ha alleggerito la situazione.  La prossima settimana il ceo Guido Fienga volerà negli Stati Uniti per proporre l’idea di una nuova ricapitalizzazione a James Pallotta e i suoi soci. Si parla di circa 90 milioni da versare, se si può, entro dicembre, utili a irrobustire il prossimo bilancio. Nessun obbligo, ma solo un modo per provare a dipendere meno dalle prossime plusvalenze, considerando lo sforzo di ristrutturazione che sta facendo tutta la dirigenza, a partire dalla riduzione del monte ingaggi di circa il 20%.

Asse Roma-Qatar

Pallotta ha sempre dichiarato di non voler cedere la Roma. La chiarezza su questo non si discute. La situazione stadio in stand by da troppo tempo sicuramente lo sta infastidendo. L’ambasciatore in Italia racconta che, tra i progetti allo studio con la Sindaca Raggi, potrebbe esserci una parte dedicata al calcio. La presentazione del logo per il Mondiale 2022 diventa l’occasione per confermare i legami che nascono dalla sponsorizzazione della Qatar Airways. ”Tutto è possibile. Al momento non sono a conoscenza se c’è in ballo qualcosa tra la Roma ed il Qatar ma se in futuro ce ne sarà la possibilità, la mia nazione coglierà l’occasione. Lo stato è molto attento ad investire nei progetti dove c’è dietro un forte potenziale, in qualsiasi ambito“.

Senti chi parla…

Sulle principali frequenze radiofoniche romane il tema principale sono gli infortuni. Alessio Nardo a Tele Radio Stereo: “Kolarov ha avuto in carriera pochissimi infortuni, è un giocatore integro che ha sempre fatto una vita di atleta. È un valore aggiunto importantissimo. A Lovren non sarebbe dispiaciuto vederlo a Roma, ma mando un grosso in bocca al a lupo a Smalling che ha accettato il trasferimento in prestito a differenza del croato. A Diawara forse manca un pochino di entusiasmo, ho i miei dubbi anche se stiamo parlando di un giovane”. Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport: “Con Under sono già 4 gli infortuni muscolari in appena 15-20 giorni di stagione, se il trend è questo si finirà a fine anno con altri 50-60 infortuni. Sono cambiati preparatori, allenatori, staff, medici etc ma la problematica infortuni sembra non esser stata risolta. L’unico elemento che non è cambiato è la struttura d’allenamento, visto che la Roma si è allenata sempre a Trigoria. Bisognerebbe a questo punto verificare se il vero problema siano i campi, in parziale rifacimento non a caso a mio giudizio, perchè altrimenti si fatica a capire quale possa essere la causa scatenante di questa epidemia. Senza Under, Fonseca sarà chiamato a delle scelte importanti da centrocampo in su: una linea di trequartisti con Zaniolo-Pellegrini-Mkhitaryan, forse per caratteristiche, rappresenta al meglio ciò che l’allenatore pretende sul piano del palleggio offensivo”.

Claudia Belli

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here