NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Calciomercato in entrata

Il ds Petrachi, su indicazioni di Fonseca, ha una priorità ben chiara: un difensore centrale per completare il reparto arretrato. Uno dei nomi più accostati alla Roma è quello di Daniele Rugani. Sebbene la trattativa, fin dal principio, è risultata difficile a causa delle richieste alte della Juventus, non sembra essere tramontata. A metà settimana infatti, è previsto un nuovo incontro tra la Roma e i bianconeri per discutere del centrale ex Empoli. Petrachi ha già messo sul piatto la proposta per un prestito oneroso di 4-5 milioni con diritto di riscatto a 20 milioni più bonus, mentre il ds bianconero Paratici insiste per l’obbligo. Le parti quindi si aggiorneranno nei prossimi giorni. Per quanto riguarda la corsia destra di difesa la dirigenza giallorossa starebbe pensando sempre più seriamente ad Hysaj. Il terzino destro del Napoli, in scadenza di contratto nel giugno del 2021, attualmente viene valutato circa 20 milioni di euro. Fonti a lui vicine confermano i colloqui tra la Roma e il giocatore stesso, il quale sarebbe felicissimo di raggiungere la Capitale alla corte di Fonseca.

Calciomercato in uscita

Si potrebbero dividere le strade della Roma Santon. Ii giallorossi e il Mallorca starebero lavorando per trovare un intesa, ma sul terzino ex Inter e Newcastle ci sarebbe anche un forte interessamento di un’altra squadra spagnola: la Real Sociedad, che nelle ultime ore ha chiesto informazioni. Per quanto riguarda le uscite in attacco, non c’è solo il Cagliari su Gregoire Defrel. Oltre ai sardi, che da tempo hanno messo nel mirino l’attaccante francese, si sono fatte avanti il Sassuolo, in cui Defrel ha espresso tutto il suo potenziale sotto la guida di Di Francesco, e la Sampdoria, guidata proprio dall’ex tecnico giallorosso e dove ha già disputato lo scorso campionato. Inoltre, nelle ultime ore, avrebbe mostrato interesse per l’attaccante classe ’91 anche il Saint-Etienne, che riporterebbe volentieri il francese in patria.

Under: “Con Fonseca giochiamo in modo diverso, vogliamo tornare in Champions”

Cengiz Ünder, che ha appena rinnovato il suo accordo con la Roma fino al 2023, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Roma TV. Queste le sue parole: “Certo che sono contento. Avevo veramente voglia di giocare a lungo per questa squadra. Siamo riusciti a realizzare questo progetto. Sono molto contento di poter giocare sempre qui, perché dicevo sempre che ho ancora molto da fare qui. E sono quindi molto soddisfatto di aver firmato il nuovo contratto. Spero che quest’anno sia un anno di successi per noi. Anche io adesso sono più motivato, mi sento in una buona condizione. In questa stagione cercherò quindi di dare il meglio di me, come del resto ho sempre fatto. So bene che tutti hanno fiducia in me, anche i dirigenti. Alla fine abbiamo firmato e abbiamo chiuso così il discorso, ringrazio molto tutti quelli che hanno avuto fiducia in me perché era molto importante sia per me che per la squadra, ho sempre percepito la loro fiducia e quindi significa che sono riuscito a guadagnarla, come ho detto sono molto contento Che mi abbiano dato un feedback positivo riguardo il nuovo contratto. Dal punto di vista calcistico posso dire di essere migliorato continuamente e sotto molti punti di vista fin da quando sono arrivato qui, in modo particolare per quanto riguarda l’atteggiamento in campo”.

MIGLIORAMENTI TATTICI E FISICI – “Piano piano ho iniziato a migliorare anche dal punto di vista fisico. Questa stagione penso di poter essere più determinante. Col tempo mi sono abituato al campionato e ormai gioco con molta tranquillità. In campo cerco sempre di avere fiducia in me stesso, e dimostrarlo. Voglio sempre fare gol e assist e se prendiamo in considerazione le partite che ho giocato penso di averlo sempre fatto bene. Quest’anno sarà molto importante per noi, io mi sento molto diverso e credo fermamente di poter fare ancora meglio. Giochiamo in modo diverso rispetto alle altre stagioni, e credo che l’abbiamo dimostrato nella partita contro il Real. Riusciamo a organizzare molto bene i passaggi, abbiamo iniziato a costruire il gioco partendo da dietro, e credo che lo faremo vedere anche in campionato”.

I METODI DI FONSECA – “Fonseca è un tecnico che usa molto il gioco fatto di passaggi e noi cerchiamo di giocare in questo modo. Giocando da ala per me sarà un po’ diverso rispetto ai sistemi di gioco precedenti, però mi trovo bene in questa posizione perché mi piace questo stile di gioco. Il mister vuole che le ali vengano a cercarsi il pallone in mezzo al campo, cerco spesso di accentrarmi per prendere palla, mi spingo all’interno del campo e cerco di stare vicino ai miei compagni, questo per me è il cambiamento tattico più grande. Credo che questo tipo di gioco sia più semplice. In allenamento gioco spesso contro Kolarov o Spinazzola, entrambi sono difficili da affrontare. Spinazzola è veloce e difficile da superare nell’uno contro uno, mi mette molto in difficoltà. Penso che i nostri acquisti siano stati buoni, hanno tutti grandi qualità, altrimenti non sarebbero alla Roma”.

L’IMPORTANZA DEI TIFOSI – “Giochiamo la prima in casa, dobbiamo iniziare bene davanti ai nostri tifosi e ovviamente anche per il nostro morale, credo che vedremo una Roma molto forte e che porteremo a casa una vittoria. Vinciamo subito per poi pensare al derby, che qui è molto atteso e lo so bene, però in questo momento non voglio parlarne troppo, spero che la prima settimana passi bene e poi dopo il Genoa ne parleremo. Il supporto dei tifosi è molto importante sempre, vogliamo che vengano a tutte le partite perché ci danno energia, è come se avessimo un uomo in più. Li aspettiamo, perché la sensazione che ci dà il calore dei tifosi è inspiegabile. Voglio molto bene a loro e spero che si aspettino grandi cose in questa stagione. Posso promettere che ritorneremo in Champions League”.

Lazio-Roma: tutte le informazioni sui biglietti per il derby

Sul sito ufficiale della Roma sono state rese note tutte le informazioni utili per acquistare i biglietti del Derby contro la Lazio, match valevole per la seconda giornata di Serie A e in programma domenica 1 settembre alle ore 18 allo Stadio Olimpico.

Senti chi parla…alle radio

Quest’oggi, sulle frequenze radio a tinte giallorosse, si è discusso come sempre delle vicende intorno al mondo Roma, con focus sul calciomercato e sul rinnovo di Dzeko. Mario Sconcerti a Tele Radio Stereo: “La Roma era vittima nel valzer dei centravanti, ma il punto di riferimento è rimasto Dzeko. Non mi aspettavo il suo rinnovo, la Roma è stata seria a non cedere e ha insistito fino a convincerlo. Penso abbia risolto un problema molto grosso, tuttavia rimane quello del vice Dzeko, ma se il bosniaco fosse andato all’Inter ci sarebbe stato avuto un problema doppio. Penso che tenerlo sia stata la mossa migliore”. Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Pomeriggio: “Sembrerebbe da alcuni bene informati che non sarebbe chiusa la trattativa Dzeko-Inter, sembrerebbe ancora legata alla questione Icardi”. Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “Il rinnovo di Dzeko ha dato entusiasmo, è vero che potevano arrivare Icardi o Higuain, ma averlo risposato ha tolto il malumore. Ora mancano il terzino destro di ruolo, Zappacosta non è Bergomi sia chiaro. Tra due settimane chiude il mercato e anche il difensore centrale deve essere un’altra priorità, altrimenti verrebbe percepita come la squadra che non ha sostituito Manolas. Le amichevoli sono una menzogna per tutti tranne che per gli allenatori”.

Pietro Mecozzi

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here