NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Xhaka a un passo: la chiusura in settimana

La Roma è sempre più vicina a chiudere il primo colpo del suo calciomercato estivo. Il club giallorosso, infatti, è a un passo dal portare nella Capitale Granit Xhaka: l’accordo con l’Arsenal per il giocatore è sempre più vicino, con l’intesa che dovrebbe arrivare intorno ai 20 milioni di euro complessivi. La trattativa potrebbe arrivare al lieto fine già in questo fino settimana. Intanto, alla nostra redazione, Giacomo Moccetti della rete svizzera RSI ci ha raccontato il centrocampista svizzero: “Da un punto di vista carismatico, Xhaka ha una personalità forte. E’ stato capitano quando era molto giovane al Borussia Monchengladbach, lo è stato all’Arsenal e lo è nella Nazionale Svizzera. Se tanti allenatori ti danno la fascia vuol dire che a livello di personalità hai qualcosa in più. A livello tecnico è sicuramente un gran giocatore: ha quasi 100 presenze in Nazionale ed è titolare all’Arsenal. E’ anche vero, però, che non è un calciatore che fa impazzire i tifosi, anzi spesso li fa arrabbiare. Viene accusato di orizzontalizzare troppo la manovra, di fare il ‘compitino’, i tifosi tendono a pretendere da chi gioca in quel ruolo di essere come Pirlo, ma non è sempre così. Anzi”.

Leggi anche:
Xhaka dall’Arsenal alla Roma: chi fa l’affare? I tifosi inglesi si dividono

Florenzi enigmatico sul futuro, pressing su Belotti

Non solo Xhaka. Sono tante le questioni che Tiago Pinto dovrà risolvere in questo mercato, tra cui la situazione riguardante Alessandro Florenzi che, con tutta probabilità, non sarà riscattato dal PSG. Intanto, l’ex capitano resta vago sul suo futuro: “Il futuro? Dopo la nazionale vado in vacanza. A Mourinho ancora non ci ho pensato”. Sirene inglesi, invece, per chi indossa attualmente la fascia in giallorosso e cioè Lorenzo Pellegrini. Secondo quanto riporta il portale inglese Sports Mole, infatti, il Liverpool avrebbero individuato nel numero 7 della Roma il sostituto ideale per Wijnaldum e sarebbero pronti a sborsare i 30 milioni di euro della clausola rescissoria. In dubbio anche la permanenza di Dzeko: potrebbe esserci un ritorno di fiamma della Juventus, pronta a offrire un biennale al bosniaco.

In entrata, invece, si continua a lavorare su Belotti che ha dato il suo ok al trasferimento in giallorosso ma ci sono da battere le resistenze del presidente del Torino Cairo. Per la porta, invece, il profilo preferito da José Mourinho è Rui Patricio con cui è già stato raggiunto un accordo di massima, ma c’è da limare la distanza tra domanda e offerta con il Wolverhampton. Dalla Francia, però, lanciano un’indiscrezione che ha del clamoroso: il PSG sarebbe pronto a cedere in prestito Donnarumma per una stagione, con la Roma in pole position per prenderlo.

Sale l’attesa per Mourinho: lo ‘Special One’ svela la data del ritiro sui social

Roma è in attesa di José Mourinho, lui, intanto, si allena per farsi trovare pronto alla nuova avventura. Lo ‘Special One’, infatti, oggi ha pubblicato un post su Instagram mentre corre in un parco a Londra accompagnato dal personal trainer con la didascalia: “Il 6 luglio sta arrivando, Grazie Carlito!”. Ora resta da capire a cosa sia riferita la data annunciata da Mou: l’arrivo a Roma? O magari, più probabile, l’inizio del ritiro? In attesa di comprendere al meglio l’intenzione del post La Gazzetta dello Sport rivela oggi nuovi retroscena. Nei giorni scorsi il tecnico portoghese, coadiuvato dal suo staff e da da due preparatori già presenti a Trigoria, avrebbe inviato a tutti i giocatori della rosa romanista, via email o via whatsapp, un piano di lavoro per mantenersi in forma durante le settimane di vacanza.

Leggi anche:
Responsabile New Balance: “Le maglie della Roma saranno 4. Seguiremo la tradizione”

Senti chi parla

Il tema principale di discussione sulle frequenze radiofoniche romane è il calciomercato. Ugo Trani, a Centro Suono Sport, si esprime così sulle possibile prossime mosse dei giallorossi: “Non ci credo che Mourinho si accontenti di allenare Belotti e Mayoral. Parliamo di uno che in Italia ha avuto Milito e Eto’o. Il mercato comunque lo sta facendo lui insieme a Mendes. Pinto deve vendere, è quello il suo unico compito. I contratti invece li fanno i Friedkin, specialmente Ryan”. Alessandro Vocalelli, invece, parla della possibilità di vedere Belotti nella Capitale: “Non impazzisco per Belotti, anche se sarebbe un buon acquisto. Fossi nella Roma, piuttosto che il centravanti, prenderei prima un portiere, un centrocampista e un difensore centrale. E’ assurdo che la Roma debba sentirsi prigioniera della situazione contrattuale di Dzeko”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here