NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Mkhitaryan resta giallorosso, ora è ufficiale

 “In questi due anni la Roma mi ha conquistato, come squadra e come città, grazie all’incredibile passione dei tifosi. L’ambizione della società è molto alta e sono davvero orgoglioso di poter dare il mio contributo per affrontare le sfide che ci aspettano nella prossima stagione. Daje Roma!”. Così Henrikh Mkhitaryan ha commentato il rinnovo di contratto che lo legherà ai giallorossi fino al 30 giugno 2022, con un ingaggio di 4 milioni più bonus. L’armeno, nonostante abbia avuto, a quanto pare, diverse offerte, ha scelto di restare all’ombra del Colosseo.

La Roma sfida l’Inter per Aarons, suggestione Coutinho

Non solo rinnovi, la Roma si guarda intorno per individuare rinforzi per José Mourinho. Sulla lista di Tiago Pinto sembra essere finito Max Aarons, terzino destro del Norwich. Il 21enne sarebbe finito nel mirino dei giallorossi per dare un’alternativa alla fascia destra. Tuttavia, sul giocatore inglese ci sarebbe anche l’Inter. I nerazzurri, qualora partisse Hakimi, avrebbero puntato il classe 2000 come potenziale alternativa. L’arrivo di Aguero al Barça potrebbe far sì che Coutinho lasci i blaugrana. Secondo Leggo, la Roma potrebbe considerare il trequartista classe ’92 come possibile rinforzo per José Mourinho.

Mourinho tenta il colpo Donnarumma

José Mourinho sembra abbia pensato di portare Gianluigi Donnarumma a Trigoria a parametro zero. Il portiere è in uscita del Milan, e il procuratore Mino Raiola ultimamente è stato in contatto con i giallorossi per il rinnovo di Mkhitaryan. Ma sul classe ’99 l’agente sembra avere le idee chiare: portarlo in un top club a circa 10mln a stagione. E in più, seppure la Roma decidesse di occuparsi dell’ingaggio dell’estremo difensore, ci sarebbe una lauta commissione da pagare al manager. Al momento, comunque, sembra che tutto questo sia destinato a rimanere una suggestione.

Petrachi su Mourinho: “Non me l’aspettavo”

Gianluca Petrachi torna a parlare di Roma. Intervistato da Sportitalia, l’ex direttore sportivo giallorosso ha commentato l’arrivo di Mourinho a Trigoria: “Non mi aspettavo lo prendesse la Roma. Si parlava di altri tipi di tecnici, allenatori che potessero costruire. Mourinho è un gestore. Se l’avrei preso? Non entro nel merito delle scelte. È un grande allenatore e spero per i tifosi che possa far bene”.

Florenzi, Inter o Juve nel futuro?

Alessandro Florenzi non conosce ancora i colori della maglia che indosserà la prossma stagione. Dopo i prestiti al Valencia e al Paris Saint Germain l’esterno farà ritorno alla Roma, dove, con ogni probabilità, sarà solo di passaggio. L’ex capitano giallorosso sarebbe finito nel mirino dell’Inter, che punterebbe a rimpiazzare la possibile partenza di Hakimi. Sulle tracce del giocatore romano potrebbe però esserci anche la Juventus. Il prossimo europeo potrebbe quindi rivelarsi decisivo per accendere definitivamente l’interesse dei suoi estimatori, anche se un’eventuale permanenza resta comunque sullo sfondo.

Fonseca nel mirino dell’Everton

Continua il valzer delle panchine. Carlo Ancelotti ha salutato oggi l’Everton e ha firmato un triennale con il Real Madrid a sorpresa. Il club inglese allora deve trovare un sostituto dell’ex Napoli. Sulla lista potrebbe esserci anche Paulo Fonseca, il cui contratto con la Roma è appena scaduto. Il portoghese è ora alla ricerca di una panchina, e potrebbe anche considerare la pista che porta a Liverpool, nonostante abbia spesso ammesso di apprezzare il calcio italiano.

Senti chi parla…

Il calciomercato è stato uno dei temi dominanti nelle principali frequenze radio romane. Fiducioso Ilario Di Giovambattista a Radio Radio Mattino: “I Friedkin vogliono investire tanto sul mercato, hanno capito che serve innanzitutto fare la squadra forte prima di costruire lo stadio. Io dalla Roma mi aspetto due colpi grossi, dopo Mourinho. Donnarumma non mi meraviglierebbe”. E c’è chi si sofferma sul rinnovo di Mkhitaryan, Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Mkhitaryan resta? Molto bene è un bel segnale. Lui quest’anno è stato il migliore, poi è uno duttile e può ancora far bene alla squadra. Se in porta prendi Donnarumma ti metti al sicuro”.

Print Friendly, PDF & Email