NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Ufficiale, la Roma sospende Petrachi

Gianluca Petrachi è stato sospeso, ora è ufficiale. E’ questa la notizia che fa tremare i tifosi della Roma e che arriva direttamente con una nota della società. Da qualche giorno sta andando in scena una telenovela che vede protagonisti il direttore sportivoe James Pallotta. Il ds avrebbe avuto da ridire in merito alle parole del presidente giallorosso, che non l’ha menzionato nella sua intervista. Da qui il gelo totale, con l’ex Torino che manda un sms direttamente all’americano. Ora sembra si sia arrivati all’epilogo della storia. Il ds giallorosso, infatti, nonostante Fienga in questi giorni abbia cercato di gettare acqua sul fuoco, ha continuato con le sue rimostranze. Alla dirigenza non è rimasto altro che sospenderlo. Proprio il CEO della Roma prenderà le redini del club, il quale guiderà allenatore e squadra. Nella Roma questo è stato interpretato come un segnale di buona volontà, una mano tesa che prende il posto del licenziamento nudo e crudo. Come scrive La Gazzetta dello Sport, al posto di Petrachi potrebbe essere promosso Morgan De Sanctis, con la collaborazione da lontano di Franco Baldini.

Possibile trio De Sanctis-Baldini-Fienga alla guida del club

Dopo le indiscrezioni uscite nelle ultime ore, è arrivata anche l’ufficialità: Gianluca Petrachi è stato sospeso. La Roma l’ha reso noto con un comunicato, affermando che allenatore e squadra passeranno nelle mani di Guido Fienga, CEO del club. La Gazzetta dello Sport, però, ha dato un’indiscrezione che era nell’aria già da diversi giorni: il successore dell’ex Torino potrebbe essere Morgan De Sanctis, aiutato da lontano da Franco Baldini. Ai due, alla luce del comunicato del club giallorosso, si aggiungerebbe anche Guido Fienga, una figura chiave nella Roma soprattutto negli ultimi anni, che è riuscito sempre ad adattarsi alle esigenze societarie. L’ex portiere giallorosso negli scorsi mesi ha conseguito il patentino da allenatore, ma sarebbe alla sua prima esperienza come ds in una squadra. Per questo, affianco avrà Franco Baldini, che da diversi mesi è sempre più presente nelle vicende di mercato della Roma, facendo inoltre da mediatore tra i club. Quest’ultimo sarà una figura chiave per le trattative che riguardano la Premier League, vista la sua esperienza di scouting in Inghilterra.

Le ultime da Trigoria

Mancano solo 6 giorni alla ripresa del campionato per la Roma: i giallorossi infatti, il 24 giugno scenderanno sul campo dell’Olimpico alle 21:45 per affrontare la Sampdoria. I ragazzi di Fonseca continuano ad allenarsi senza sosta, e per l’allenatore portoghese oggi c’è stata una bella notizia: Lorenzo Pellegrini è tornato ad allenarsi in gruppo. Da valutare le condizioni di Henrikh Mkhitaryan che ieri ha accusato un affaticamento muscolare. Domani la squadra avrà un giorno di riposo, per poi riprendere il lavoro ininterrottamente fino alla partita.

Zaniolo, ok la visita di controllo dopo l’intervento al naso

Arrivano buone notizie per la Roma dopo una giornata dura, profondamente segnata dalla vicenda Petrachi. Secondo quanto riportato dall’Ansa, oggi Nicolò Zaniolo si è sottoposto ad una visita di controllo dopo l’intervento al naso al quale si è sottoposto qualche settimana fa e l’esito è stato positivo. E’ stato infatti riscontrato un progressivo e costante miglioramento della capacità respiratoria. Nel pomeriggio il classe ’99 si è recato all’Istituto di Medicina gestitoda Sport e Salute, presso l’Acquacetosa, accompagnato dal medico sociale giallorosso Vincenzo Costa. A visitarlo è stato il professor Lino Di Rienzo Businco, lo stesso che lo ha operato ai turbinati il 10 giugno. Il percorso di recupero va quindi avanti senza intoppi e il giocatore non vede l’ora di poter tornare in campo.

Calciomercato

Da qualche giorno sono state ufficializzate le date per il calciomercato: si comincia il primo settembre. Ma fino a quel momento, la Roma dovrà cominciare a pensare al futuro dei propri giocatori. Tra i tanti calciatori da piazzare c’è anche Robin Olsen, ora in prestito al Cagliari, che tornerà probabilmente nella Capitale. Come scrive aksam.com, sullo svedese ci sarebbe l’interesse del Besiktas, che avrebbe già raggiunto un’accordo di massima con i giallorossi per il prestito del portiere. Sull’ex Copenhagen si è mosso anche lo Sporting Lisbona.

Patrik Schick sembra essere andato incontro ad una vera e propria metamorfosi in Bundesliga, offrendo prestazioni degne di nota con il Lipsia. Non è tuttavia sicuro che dopo la buona stagione disputata il club tedesco decida di riscattarlo, per questo la Roma sta valutando altre opzioni per il suo futuro. Secondo quanto riportato da dailymail.co.uk, tra le tante squadre interessate al ceco ci sarebbe anche il Newcastle. I giallorossi vorrebbero monetizzare subito, incassando una cifra pari ad almeno 25 milioni dalla sua cessione, ma potrebbero anche accettare di lasciarlo partire in prestito con obbligo di riscatto, formula che accontenterebbe il club inglese.

La UEFA fissa la deadline del calciomercato: sarà il 5 ottobre

La UEFA ha fissato la deadline per la registrazione dei giocatori alle competizioni europee della stagione 2020/2021. È il 6 ottobre 2020: lo ha deciso oggi il Comitato Esecutivo UEFA nella seconda giornata di lavori. Il 5 ottobre è la data ultima possibile del calciomercato internazionale per aver così un limite per tutte le leghe e federazioni.

Senti chi parla…

Sulle principali frequenze radiofoniche della capitale si parla della finale di Coppa Italia andata in scena ieri e della rottura tra la Roma e Petrachi. Queste le parole di Stefano Petrucci a Tele Radio Stereo: “Forse il tifoso della Roma con una Coppa Italia in più in bacheca non si sentirebbe un vincente, ma sicuramente si sentirebbe meglio…”. Questo invece l’intervento di Guido D’Ubaldo a Radio Radio Pomeriggio: “Io so che Fienga è stato l’ultimo a difendere fino alla fine Petrachi, gli aveva intimato di non mandare messaggi a Pallotta quando giovedì era molto arrabbiato. Il messaggio è quello che abbiamo scritto sui giornali, che si lamentava che non aveva potuto chiudere Pedro e che non si era ricordato di inserirlo nei dirigenti che erano stati menzionati nella sua intervista”.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email