NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Roma, chiesta l’archiviazione per la class-action contro Pallotta

James Pallotta si difende dalla class-action promossa nei mesi scorsi negli Usa dai piccoli azionisti della Roma. Pallotta e i suoi legali hanno presentato una memoria difensiva chiedendo l’archiviazione del caso. A riportarlo il sito bloomberglaw.com.: “Si tratta di un tentativo da parte di membri scontenti della società di accusare gli imputati di illeciti senza alcuna base di fatto o di diritto”, si afferma nella memoria difensiva resa pubblica giovedì scorso, nella quale si sottolinea che le accuse mosse sono “irrilevanti”. Il finanziamento aiuterà la Roma a sopravvivere “dopo che le partite del club sono state cancellate, il mercato dei giocatori è crollato, l’asta per i diritti televisivi è ritardata e il processo di vendita della società è stato improvvisamente bloccato quando l’Italia è diventata un epicentro del Coronavirus”. Tra le altre accuse anche la mancata comunicazione degli aggiornamenti sulla trattativa con Friedkin: “I piccoli azionisti non possono prevedere il futuro e le informazioni da loro richieste sono pura speculazione”.

Calciomercato

Amir Feratovic è ad un passo dal diventare un nuovo giocatore della Roma. I giallorossi hanno già portato a casa importanti rinforzi per il settore giovanile e tra poco si aggiungerà anche lo sloveno. Secondo quanto riportato da tuttomercatoweb.com, il club della capitale ha trovato l’intesa giusta con l’NK Bravo e con il difensore classe 2002, che a breve firmerà un contratto di quattro anni. L’operazione dovrebbe concludersi già la prossima settimana. Fino a qualche giorno fa anche il Verona sembrava molto interessato a lui.

Più Juan Jesus che Florenzi. Il nuovo Cagliari di Di Francesco inizia a costruire la rosa per la prossima stagione. I sardi cercano un difensore e sembra vicina l’intesa con la Roma per il centrale brasiliano. Più difficile arrivare invece a Florenzi. A confermarlo è direttamente il ds dei rossoblu, Pierluigi Carta. Ecco le sue parole riportate da Il Corriere dello Sport: “Juan Jesus è un calciatore che ci piace. Sarebbe un grande innesto per valori tecnici e morali. Florenzi? Suggestioni di mercato perché non ci sono trattative in corso”.

E’ ormai noto come il Napoli stia cercando un esterno destro per sostituire Callejon. Tra i nomi fatti c’è quello di Under della Roma, ma come riporta calciomercato.com, l’esterno turco non sarebbe la prima scelta in casa partenopea. La priorità, infatti, per gli azzurri sarebbe rappresentata da Boga del Sassuolo. Solo se il suo acquisto dovesse sfumare, allora Giuntoli virerebbe sull’ala giallorossa che a Trigoria viene valutata circa 30 milioni. D’altro canto De Laurentiis sembrerebbe orientato a offrirne 10 in meno, mentre non prende in considerazione l’inserimento di Milik come contropartita, per cui valuta solamente offerte cash.

L’obiettivo numero uno e primo impegno in agenda del prossimo ds della Roma, oltre a piazzare i calciatori in esubero, sarà sicuramente provare a riportare Chris Smalling in giallorosso. Intanto dall’Inghilterra danno per certo che il centrale inglese voglia proseguire la sua carriera nella capitale. Dopo il mancato prolungamento che non gli ha consentito di aiutare i suoi compagni contro il Siviglia, Smalling è rientrato al Manchester United. Tuttavia, come riporta il The Sun, il difensore classe ’89 sarebbe pronto a tagliare il suo ingaggio pur di tornare alla Roma. Più complicato trovare l’accordo tra i due club. I Red Devils continuano a chiedere 20 milioni di sterline, l’offerta della Roma è ferma a 15.

L’avventura di Rick Karsdorp alla Roma è ormai agli sgoccioli. Il terzino olandese è tornato qualche settimana fa dal prestito al Feyenoord, ma nella capitale è solamente di passaggio con il club giallorosso impegnato alla ricerca di club interessati al calciatore. Secondo quanto riporta il giornalista Nicolò Schira, sull’esterno classe ’95 sarebbe piombato il Siviglia di Monchi (il ds l’aveva portato a Roma tre anni fa), ma non solo: avrebbero richiesto informazioni per Karsdorp anche il Southampton in Premier League e lo Schalke in Bundesliga.

Se per la prima squadra bisognerà attendere la chiusura definitiva del passaggio di proprietà del club da James Pallotta a Dan Friedkin, in queste settimane, invece, la Roma continua a muoversi per rinforzare il settore giovanile. Il club giallorosso ha chiuso la trattativa per Mbunya Alemanji, in arrivo dal Cambridge United. Ragazzo di 16 anni che di mestiere fa l’attaccante e che ha firmato il suo primo contratto da professionista con i giallorossi. La felicità è tanta e l’ha esternata anche sui social con un post: “Molto contento di aver firmato con la Roma. Un ringraziamento alla SEG e alla mia famiglia che mi sono stati vicini dall’inizio del mio viaggio“. A curare gli interessi del calciatore dunque è la stessa agenzia di Karsdorp, Strootman e tanti altri profili importanti del calcio europeo.

Prende quota lo scambio Diawara-Torreira. Nelle ultime ore la trattativa è sempre più concreta e pronta a decollare. Come riporta Il Romanista, Roma ed Arsenal sarebbero infatti disponibili a concludere un affare che porterebbe vantaggi ad entrambi i club. E nelle ultime ore Lucas Torreira avrebbe fatto sapere di essere disponibile ad un trasferimento nella Capitale. Su di lui anche Fiorentina e Torino, che hanno manifestato interesse per il calciatore ma sembrano decisamente indietro rispetto ai giallorossi nella corsa all’uruguagio.

Jan Vertonghen è ufficialmente un nuovo giocatore del Benfica. A comunicarlo è stato proprio il club portoghese, con un video di presentazione condiviso sui social. Niente da fare quindi per la Roma, che ormai da tempo lo aveva messo nel mirino e lo voleva nella capitale per sostituire Chris Smalling, tornato a Manchester.

Ecco il nuovo stemma della Roma FC in FIFA 21

La Roma si prepara allo sbarco ufficiale su PES 2021. Su FIFA il club giallorosso però ovviamente esisterà ancora, ma con il nome di Roma FC per via della mancata cessione dei diritti. Sui social è già diventato virale il nuovo stemma della società sul videogioco, diffuso da alcuni appassionati: sarà bianco e rosso con un logo con le lettere R, F e C. La Roma FC avrà come valore di squadra ben quattro stelle e mezzo con 82 in attacco, 77 a centrocampo e 78 in difesa.

Ceferin: “Final Eight formula interessante, ma non credo l’applicheremo ancora in Champions”

Continua la Champions con il format delle Final Eight a Lisbona e ne parla Aleksander Ceferin, presidente UEFA, all’AFP. Queste le sue parole: “Le final potrebbero essere una formula interessante per il futuro anche se non credo che potremo applicarle ancora, perché il calendario è troppo fitto. Non vedo come potremmo piazzare un torneo di un paio di settimane da giocarsi a maggio, credo che sia impossibile. Fino a marzo non avevamo piani e da allora abbiamo provato a studiare diverse alternative, quindi saremo in grado di adattarci anche in futuro perché il mondo non si fermerà per sempre a causa di questo virus”

Senti chi parla…

Sulle principali frequenze radiofoniche della capitale si parla del futuro della Roma, tra mercato e nuova proprietà. Queste alcune delle parole di Stefano Agresti a Radio Radio Pomeriggio: “Nel calcio un anno è una vita e non credo la Roma possa partire da Fienga e poi valutare se tenerlo o meno. Le strade sono due: mandarlo via subito o dargli un progetto da perseguire su base triennale. Non avrebbe senso confermarlo, fargli scegliere il diesse e poi cambiare di nuovo a ottobre. Friedkin poi dovrà scegliere bene la figura che coordinerà l’area tecnica e manageriale”. Questo invece l’intervento di Stefano Petrucci a Tele Radio Stereo: “Chi viene ha il diritto di sbagliare, l’aspettativa nata verso Friedkin mi spaventa: sono aspettative logiche in un cambio di proprietà, a maggior ragione se arriva dopo tante delusioni. Ho il timore però, conoscendo la piazza, che potremmo sentire gli stessi discorsi che abbiamo sentito per 8 anni con Pallotta. Spero che abbiano le idee chiare, Fonseca dev’essere affiancato da un uomo di calcio. Tra 13 giorni la Roma si raduna, il problema dell’allenatore forse andava risolto prima. In così pochi giorni non si può fare una rivoluzione”.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email