Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile

La Protezione Civile, come di consueto, fornisce i dati giornalieri sul Coronavirus in Italia. Il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 233.019, con un incremento rispetto a ieri di 355 nuovi casi. Gli attualmente positivi sono 42.075, con una decrescita di 1.616 assistiti rispetto a ieri. Di questi 435 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 15 pazienti rispetto a ieri. 1.874 invece le persone guarite, 157.507 in totale. 35.253 persone, pari all’84% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Rispetto a ieri i deceduti sono 75 e portano il totale a 33.415 da inizio pandemia. 

Calciomercato: Smalling più vicino. Kolarov resta in giallorosso

La Roma non vuole lasciarsi scappare Chris Smalling al termine della stagione. Il difensore si è dimostrato più volte fondamentale per la squadra di Fonseca, ma riuscire trattenerlo non sembra per niente facile. Smalling vuole restare e la Roma vuole riscattarlo, ma l’accordo con il Manchester United non è ancora arrivato. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, i giallorossi hanno già trovato un’intesa con il club inglese per il prolungamento del prestito fino alla fine della stagione, ma per quanto riguarda il futuro del difensore tutto è ancora in discussione. I Red Devils potrebbero però presto rivedere le loro richieste a causa dei danni economici causati dalla pandemia anche in Premier League. I 20 milioni di sterline chiesti per il giocatore non arriverebbero facilmente, quindi l’alternativa sarebbe lasciarlo in prestito oneroso nella capitale, facendo però lievitare il prezzo passando da 3 a 4 milioni. News anche dal mercato in uscita: Aleksandar Kolarov sarà ancora un giocatore della Roma. Il terzino serbo infatti, stando a quanto riporta calciomercato.com, ha interrotto i discorsi con il Bologna guidato dall’amico Sinisa Mihajlovic. I rossoblu hanno provato a convincerlo ma il futuro del 34enne sarà ancora in giallorosso: un anno almeno da calciatore e poi è previsto anche un proseguo nei quadri dirigenziali del club. Diverso probabilmente il destino di Federico Fazio. Il centrale argentino infatti potrebbe tornare in patria: è nel mirino del River Plate.

L’intervista a Carles Perez

Il giallorosso Carles Perez è stato intervistato da Sky Sport. Queste alcune delle sue parole sulla ripresa, gli allenamenti e non solo.

Il campionato ricomincia, era quello che speravate?
Si, sia io che i miei compagni non vedevamo l’ora di ricominciare. Siamo felici che adesso ci sia una data, il 20 giugno, per questa ripartenza che ci rende tutti felici. Credo che renda felici tutte le persone che si auguravano un nuovo inizio del calcio e del campionato italiano.

Come vi state allenando da quando gli allenamenti sono collettivi?
Molto sul piano fisico, ma adesso in allenamento c’è anche la palla. Era inevitabile che riprendessimo a lavorare forte fisicamente perché dopo 2 mesi in casa in cui sì ci siamo allenati, ma non è la stessa cosa che farlo in campo mettendo gli scarpini insieme al resto della squadra. Stiamo lavorando forte per entrare in forma e farci trovare pronti.

Hai segnato all’esordio in Europa League, questa squadra può vincerla?
Sono stato molto contento del primo gol con la Roma e per di più al mio esordio all’Olimpico in Europa League. Credo che la Roma possa vincere la coppa, è una squadra in grado di raggiungere qualunque obiettivo.

La Roma è una squadra che può arrivare quarta?
Non ho nessun dubbio, siamo determinati a ripartire forte e convinti di poter raggiungere questo traguardo che è il quarto posto.

Sei giovane, senti già di rimanere a lungo a Roma?
Spero di sì. Sono stato accolto bene qui, mi trovo benissimo, spero di restare ancora tanti anni e segnare.

Serie A: si discute sugli orari delle partite

Saranno 10 su 124 le partite di Serie A che si giocheranno alle 17.15, tutte nei turni del fine settimana (l’ultimo di giugno e quattro a luglio), e nessuna di queste sarà a Napoli e Lecce. Oltre metà dei match, come scrive l’ANSA, verrà programmata alle 21.30 e circa 50 alle 19.15. Nessuna squadra giocherà più di due partite di giorno mentre Juventus-Lazio, big match del 34mo turno, verrà scelto come posticipo del lunedì il 20 luglio.

La protesta dei tifosi giallorossi contro la società

I tifosi della Roma hanno scelto di protestare contro la dirigenza questa sera. Lo hanno fatto tramite due striscioni sotto la sede del club giallorosso in cui è evidente il disappunto per le scelte di calciomercato passate e il timore che possano ripetersi in futuro. Ecco il testo dei due striscioni: “Pallotta, Baldini e Baldissoni… La Roma non si risana con le cessioni!!” e “Se non sei in grado di tutelare i nostri campioni… Vai fuori dai c…….i! Pallotta go home!”.

Print Friendly, PDF & Email