NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Distorsione al ginocchio per Smalling, in dubbio contro il Benevento

Chris Smalling ha da poco ritrovato la maglia della Roma ed era impaziente di scendere in campo. Il suo esordio stagionale con i giallorossi potrebbe però essere rimandato. Il difensore inglese è stato vittima di una lieve distorsione al ginocchio ed oggi ha svolto una seduta di allenamento individuale a Trigoria. Le sue condizioni verranno valutate giorno dopo giorno, ma per la gara di domenica contro il Benevento la sua presenza resta in dubbio. Lavoro individuale anche per Rick Karsdorp, ancora alle prese con un lieve risentimento muscolare.

Parla Kumbulla

Marash Kumbulla è intervenuto ai microfoni di Sky Sport e ha fornito il suo punto di vista sulla nuova proprietà: “I Friedkin sono sempre qui, li vediamo quasi tutti i giorni. Mi hanno fatto una buonissima impressione”. L’ex Verona ha poi parlato anche dello spogliatoio e di Edin Dzeko: “Mi è piaciuto lo spogliatoio, siamo uniti, è bello si scherza e si ride. Dzeko? Lui è un esempio per tutti noi”. Intanto, domenica contro il Benevento potrebbe essere in campo insieme a Mancini e Ibañez, vista la dubbia presenza di Smalling.

Dzeko vicino al rinnovo: ingaggio spalmato in tre anni

I Friedkin sulla propria agenda hanno in programma di risolvere anche la questione rinnovi. Tra i primi ci saranno quello di Zaniolo, Pellegrini e Calafiori. Ma anche Edin Dzeko. Dopo il mancato trasferimento alla Juve, il bosniaco è tornato al centro dell’attacco della Roma e avrebbe dato disponibilità a Fienga per discutere il prolungamento fino al 2023, con spalmatura: lo stipendio da 7,5 milioni netti per due anni verrebbe quindi pagato in tre stagioni, con l’aggiunta di qualche bonus.

Totti annulla la partecipazione alla Festa del Cinema

Francesco Totti non presenzierà alla Festa del Cinema di Roma. La leggenda giallorossa ha annullato la propria partecipazione in seguito alla perdita del padre Enzo. Momento difficile per l’ex capitano della Roma,  che non prenderà quindi parte all’Incontro Ravvicinato previsto domenica 18 ottobre in Sala Sinopoli alle ore 16.30 né alle attività per il pubblico e per la stampa legate al documentario Mi chiamo Francesco Totti. Sono invece confermate tutte le proiezioni del documentario, come da programma, e la partecipazione del regista Alex Infascelli alla conferenza stampa e alle altre attività della Festa.

Si cerca un ‘ponte’ tra società e spogliatoio. Per il ds Boldt in pole

I Friedkin continuano la pianificazione dell’apparato dirigenziale della Roma.  Per definire l’organigramma societario la nuova proprietà sarebbe anche alla ricerca di un dirigente in grado di fare da ponte tra società e spogliatoio. Il fondo Elliot starebbe aiutando il nuovo presidente giallorosso ad individuare dei possibili candidati, e tra i nomi proposti ci sarebbero anche quelli di Umberto Gandini e dell’ex milanista Zvonimir Boban. Per quanto riguarda il ds, i capitolini sembrerebbero orientati verso la Germania: in pole restano Rangnick e, soprattutto, Boldt, attuale direttore sportivo dell’Amburgo.

Verso Roma-Benevento, Inzaghi parla in conferenza stampa

A due giorni dalla sfida contro la Roma, il tecnico del Benevento Filippo Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa e ha presentato della sfida contro i giallorossi: “Come si affrontano? Ci si fa il segno della croce. Deve essere un divertimento, nessuno scommette un euro su di noi. Non partiamo battuti, cerchiamo di fare la nostra gara, restiamo compatti e attacchiamo quando possibile”. L’ex calciatore del Milan ha inoltre commentato la situazione di Smalling e ha parlato del tecnico Fonseca: “Smalling? È un giocatore con grade carisma e fisicità, ma questo non sposta il valore della Roma. Mi piace il calcio della Roma e mi piace Fonseca, non si lamenta mai. Gli auguro di fare bene, magari da dopo domenica.”. Domani alle 14 sarà proprio il tecnico portoghese a tenere la conferenza stampa.

Roma Primavera, 5 gare rinviate a causa del Covid

Non solo la Serie A, anche il campionato Primavera conta diversi casi di Coronavirus. Per questa ragione  sono state rinviate cinque partite di quarta e quinta giornata. Per la quarta giornata si tratta di Sampdoria-Empoli e Torino-Milan, per la quinta giornata invece Empoli-Fiorentina, Juventus-Sampdoria e Spal-Ascoli.

Coronavirus, nuovi casi in crescita. Peggiora la situazione nel Lazio. Conte scongiura altro lockdown

Crescono ancora i contagi da Covid. In Italia, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, almeno 391.611 persone (+10.010 rispetto a ieri, +2,6%; ieri +8.804) hanno contratto il virus Sars-CoV-2. Di queste, 36.427 sono decedute (+55, +0,2%; ieri +83) e sono state dimesse 247.872 (+1.908, +0,8%; ieri +1.899). Nel Lazio si registrano 795 casi, 5 decessi e 78 guariti. Il Premier Conte, però, allontana l’idea di un nuovo lockdown: “Una cosa che non esiste. Dobbiamo aspettare due o tre settimane per capire gli effetti delle misure attuali, dalla mascherina all’aperto al limite di sei ospiti a casa”.

Senti chi parla…

Tra gli argomenti più discussi sulle principali frequenze radio romane c’è stata la difesa della Roma in vista del Benevento, Franco Melli a Radio Radio Mattino: “Nella difesa a tre della Roma credo che a restare fuori sarà Mancini. È un giocatore importante, ma forse gli altri sono più pronti e hanno fatto più allenamenti”., completamente diverso il parere di Roberto Renga a Radio Radio Mattino: “Nei tre di difesa secondo me resterà fuori Kumbulla. Il dubbio è sulla fascia destra. Santon ha fatto bene e Fonseca tende a confermare chi fa bene”. Nando Orsi a Radio Radio Mattino si invece soffermato sull’avversaria giallorossa: “Occhio al Benevento, va male in difesa ma bene in attacco. Ed è una squadra che sta sempre con la testa in partita, con giocatori esperti che sanno come muoversi. La Roma deve stare attenta altrimenti diventa una partita difficile.

Print Friendly, PDF & Email