NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Verso lo Spezia: le ultime da Trigoria

Nell’ultima giornata di campionato la Roma, domenica sera, scenderà in campo al Picco di La Spezia per difendere il posto che proietterebbe la squadra giallorossa nella prossima Conference League. Verso la trasferta in Liguria, Fonseca difficilmente portà contare su Smalling e Spinazzola, VeretoutDiawara, PellegriniIbañezCalafiori Carles Pérez. Nessuno di loro oggi ha svolto l’allenamento in gruppo e pare difficile un recupero. La probabile formazione, dunque, dei capitolini dovrebbe essere con Fuzato riconfermato fra i pali, difesa a quattro con KarsdorpManciniKumbulla e Bruno Peres. Mediana affidata ancora al giovane Darboe e Cristante. In attacco, dopo la panchina contro la Lazio, si dovrebbe rivedere Borja Mayoral in vantaggio su Dzeko, accompagnato da MkhitaryanPedro ed El Shaarawy.

Leggi anche:
Occhio al fischietto. Spezia-Roma a Pezzuto: sorridono i liguri

La nuova Roma di Mourinho ripartirà da 10 “incedibili”

Si inizia a tracciare la strada che Jose Mourinho percorrerà nella prossima stagione per la sua Roma. Fra il mercato che porterà qualche innesto di qualità e d’esperienza, lo “Special One” ripartirà da un blocco di 10 giocatori, già nella rosa giallorossa. In difesa i nomi da cui gettare le basi saranno Mancini e Kumbulla: il primo, peraltro, è fra quelli a cui la dirigenza intende riconoscere un nuovo contratto, anche perché le richieste non gli mancano. Sulle fasce ci saranno pochissimi dubbi, in quanto quanto bene fatto in questa stagione da Karsdrop e Spinazzola non potrà passare inosservato, con i due sicuri di una riconferma.  In mediana le conferme non mancano: Cristante e Veretout paiono blindati insieme a Lorenzo Pellegrini e poi c’è Ebrima Darboe, che tanto ha fatto bene in quest’ultima parte di stagione e individuato come una delle colonne del futuro. A tutti questi bisogna aggiungere il grande assente di questa stagione, ossia Nicolò Zaniolo che sarà il simbolo della possibile rinascita targata dall’allenatore portoghese. In attacco nessuno è sicuro del posto, con le situazioni legate a Dzeko e a Borja Mayoral che andranno valutate in divenire.

Roma, non solo Fonseca prossimo all’addio: i nomi dei probabili partenti

La partita con lo Spezia non sarà l’ultima solo per Paulo Fonseca con la casacca della Roma. Il ciclo dell’allenatore portoghese si concluderà dopo due anni dal suo inizio, senza troppi acuti e con il tecnico in molti potrebbero dire addio. Infatti, Antonio Mirante e Juan Jesus sono entrambi in scadenza e non rinnoveranno il contratto. Ai titoli di coda anche Bruno Peres, che avrebbe già trovato l’accordo con il Trabzonspor, così come molto probabili saranno gli addii di Fazio e Pastore. Il ‘Flaco’ tornerà in Argentina per le vacanze, e non è escluso un rientro in patria per un’altra avventura calcistica. I rapporti con i capitolini sembrano buoni, per cui si cercherà di trovare la soluzione ideale per tutti. Ci sarà da risolvere anche la questione Dzeko: il bosniaco ha espresso il suo apprezzamento post derby per Jose Mourinho, ma la sua permanenza non sarebbe per niente scontata, soprattutto perchè l’America chiama: i Los Angeles Galaxy sarebbero pronti ad un’offerta economicamente molto ricca per il “Cigno di Sarajevo”. Da chiarire anche il futuro di Mkhitaryan: l’armeno non è si è pronunciato sul futuro, ha sottolineato che deciderà a fine stagione, anche se i presupposti tecnici del rinnovo ci sarebbero tutti già da gennaio. E’ probabile che i rapporti non idilliaci con Mourinho abbiano alimentato i dubbi dell’ex Arsenal.

Calciomercato Roma, pronta l’offerta per Belotti. Piace Diego Carlos del Siviglia

Il primo obiettivo della Roma per la prossima stagione sembra essere chiaro e delineato: si tratterebbe di Andrea Belotti che in estate presumibilmente dirà addio al club granata. Tiago Pinto per freddare sul tempo le avversarie di mercato avrebbe avviato già i contatti con l’entourage del “Gallo”, facendo recapitare all’entourage una prima offerta: 3,5 milioni a stagione per l’attaccante. Ci sarebbe da accontentare la richiesta anche del presidente Cairo che non si smuoverebbe dai 30 milioni per il numero 90. Non è da scartare l’ipotesi per cui il general manager giallorosso possa provare ad inserire contropartite tecniche giovani, come Milanese o lo stesso Zalewski. Da tenere in considerazione sempre per il reparto offensivo è il nome legato ad Olivier Giroud in forza al Chelsea. L’esperto attaccante francese, in scadenza nel prossimo giugno con i “Blues, secondo fonti inglese sarebbe un profilo che piacerebbe a società e guida tecnica. Da battere ci sarebbe la concorrenza di Juventus e Milan, che sarebbero alla finestra per il classe 19986. Per quanto riguarda il reparto difensivo, invece, un profilo che nelle ultime ore è stato accostato alla Roma è quello di Diego Carlos del Siviglia. Il centrale portato in Spagna da Monchi nell’estate 2019 per 15 milioni, sarebbe in lizza per rinforzare il reparto difensivo che ripartirà certamente da Mancini e Kumbulla.

Leggi anche:
Dall’Inghilterra: la Roma attenta al futuro di Giroud

Senti chi parla

Anche oggi nelle frequenze radio il tema Roma è stato molto trattato. Con il mercato alle porte, gli opinionisti si sono esposti su quali potrebbero essere i rinforzi adatti per la nuova targata Jose Mourinho. Roberto Maida a Radio Radio Pomeriggio, ha parlato dei profili di Belotti e Matic, che per motivi diversi potrebbero diventare delle occasioni da cogliere: “Oltre a Belotti il Milan è anche su Maignan quindi può diventare un competitor. Belotti è un’occasione, un investimento interessante. In questo momento però bisogna capire chi uscirà. Perché ho dubbi che la Roma possa prendere Belotti con Dzeko, Belotti non verrebbe con un  rivale del genere. Credo Belotti sia una alternativa a Dzeko. Stesso discorso per Matic. Occorre comprendere se lo United lo libera a prezzi di saldo e se la Roma riesce a vendere un centrocampista e liberargli lo spazio”. Per Ilario Di Giovambattista, invece, il “Gallo” alla fine finirà a Miano, sponda rossonera con Tiago Pinto che starebbe attenzionando dei profili esteri. Così l’opinionista a Radio Radio Pomeriggio: “Credo che Belotti finirà al Milan, e la Roma si sta indirizzando verso il mercato estero per il centravanti”. Antonio Felici, intervenuto  Centro Suono Sport, non avrebbe dubbi sulla scelta della prossima punta: “Tra Belotti e Vlahovic prendo sempre Vlahovic. All’inizio mi sembrava discontinuo, adesso ha trovato anche la continuità. Ragionando in prospettiva credo sia un affare. Ma non bisogna rinunciare a Dzeko. Mayoral? Lo riscatterei a 15 e lo venderei, ci fai anche una plusvalenza. Io lo vedo come giocatore da contropiede, deve giocare con la porta davanti, non è uno che fa reparto da solo. A me non convince Mayoral. Non mi voglio accanire, i numeri sono dalla sua parte. E poi apprezzo molto il suo impegno. Io sono sicuro che Dzeko alla Roma ci tiene”. Marione, in mattinata, è intervenuto Centro Suono Sport e ha dato una visione sulle valutazioni di mercato che la società giallorossa starebbe svolgendo in queste settimane: “Il nome di Belotti torna in pompa magna, ma se la gioca con Icardi. Sembra che Depay piaccia a Tiago Pinto, questo è buono. Intanto Kane è sfumato, andrà al City per 140 milioni. Quando noi diciamo a Friedkin di spendere, è perchè se lo può fare il City perchè non può farlo la Roma? Io parlo delle leggi, non come disponibilità. Belotti o Icardi? Non vorrei nessuno dei due. Se dovessi scegliere forse prenderei Icardi, anche se per la voglia e il fatto di stare sempre sul pezzo preferirei Belotti”.

Print Friendly, PDF & Email