NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Qui Trigoria

La Roma è tornata oggi ad allenarsi in vista della gara contro il Brescia, in programma domenica alle 15:00. Dopo il torello iniziale, la squadra ha svolto un lavoro atletico, seguito da una parte di lavoro sulla tattica. VeretoutFazioPastoreMancini, Perotti e Spinazzola hanno svolto lavoro personalizzato. Lavoro di scarico per Kolarov, appena rientrato dagli impegni con la Nazionale serba.

I movimenti di calciomercato

I prossimi giorni potrebbero essere molto importanti per il futuro di Chris Smalling. Questa settimana, infatti, sono previsti incontri tra la Roma e gli emissari del club inglese. C’è ancora distanza tra le parti: i giallorossi offrono 15 milioni, il Manchester United ne chiede almeno 20. Come confessato dall’intermediario Tiziano Pasquali, per la buona riuscita della trattativa sarà fondamentale la volontà del calciatore. Se tutto dovesse andare a buon fine, nella migliore delle ipotesi, tenendo conto che l’inglese ha un contratto fino al 2022 e vorrà allungarlo di un anno a circa 3 milioni a stagione, in generale sarebbe una operazione da circa 35 milioni tutto compreso. Hakim Ziyech, esterno offensivo dell’Ajax, autore di 6 gol e 15 assist in questa prima parte di stagione, è uno dei pezzi pregiati dei ‘Lancieri‘. Ed è pronto a tornare protagonista nel mercato, infatti, in Italia ci sono sempre i giallorossi su di lui, ma non sono gli unici. Anche il Napoli segue i progressi e le prestazioni del classe ’93, pronto finalmente al grande salto: non è per ora una priorità, ma un giocatore da tenere monitorato. C’è, però, un club che sta facendo sul serio, più degli altri: il Tottenham, alla ricerca di un sostituto del partente Eriksen. Adriano Spadoto, procuratore di Pepè, si trovava ieri a Trigoria. La trattativa tra Spadoto e il DS della Roma potrebbe riguarda Pepè, attaccante 22enne del Gremio, dove ha già collezionato 28 presenze e 6 reti L’affare potrebbe essere fattibile solamente nella sessione di mercato estiva. Pepè è infatti extracomunitario e al momento la Roma ha occupato i posti disponibili con gli acquisti di Cetin Mkhitirayan.

Smalling su Fonseca

Smalling si è dimostrato un pilastro della difesa della Roma. Fonseca ha piena fiducia in lui, infatti, Petrachi sta cercando di acquistare l’ex United a titolo definitivo. Ecco le parole del difensore inglese sul tecnico portoghese: “Con Fonseca sta andando alla grande. Anche prima che firmassi ci siamo sentiti al telefono. La trattativa si è chiusa velocemente perché le sensazioni erano positive. Il fatto che sappia parlare inglese aiuta, possiamo parlare di diverse cose e trasferirci diversi concetti e cosi possiamo stabilire un rapporto. Ora ha anche imparato a parlare italiano, anche se credo che lo conoscesse un po’ già da prima. Lo parla un po’ più lentamente, così anche se c’è il traduttore, quando fa i discorsi alla squadra riesco a comprendere tanto. Come allenatore ha delle belle idee sul modo in cui giochiamo, in cui pressiamo, attacchiamo e ci difendiamo. Da questo punto di vista vuole una squadra completa, ma ovviamente è arrivato soltanto questa estate: è già riuscito a trasmetterci tante delle sue idee e speriamo di continuare ad apprendere e migliorare perché ho davvero delle belle sensazioni”.

Kluivert sulla sua crescita alla Roma

Justin Kluivert punta alla Nazionale maggiore e a Euro2020, ma rivolge sempre il pensiero alla Roma. Il numero 99 giallorosso ha rilasciato una breve intervista al portale olandese Voetbal International. Queste sono state le sue parole: “Sono contento dei primi mesi di questa stagione. Mi sento bene con me stesso, sia dentro che fuori dal campo. Se le cose vanno bene in campo, poi andranno meglio sicuramente anche fuori. A Roma gioco di più e mi sto ambientando meglio. Il mio rendimento però deve ancora crescere, bisogna sempre puntare più in alto. Sono un attaccante, da uno come me ci si aspetta sempre tanto. Devi sempre puntare più in alto“. Poi torna sulla Nazionale e sull’Europeo: “Ho sempre in testa la Nazionale dei grandi, mi tengono in considerazione. Farò di tutto per conquistare il mio posto lì. La partecipazione all’Europeo è di certo un mio obiettivo. Manca ancora tanto, quindi ho abbastanza tempo di dimostrare di essere all’altezza. Se l’allenatore mi chiamerà, sarò pronto a dare il cento per cento“.

Claudio Ranieri su Zaniolo

Claudio Ranieri, ex allenatore giallorosso e attuale tecnico della Sampdoria, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport a margine dell’evento organizzato a Roma tra arbitri, calciatori e dirigenti. Queste le sue parole: “Su Zaniolo c’è da scommettere, è una forza della natura e sta migliorando partita dopo partita. Se sia nato un campione? Senza di voi (i giornalisti, ndr) sì. Bisogna stare calmi perché deve crescere, meglio che lo faccia in sordina senza troppi riflettori. Non è l’erede di Totti. E’ un ottimo giocatore che può diventare un campione se ascolta i consigli dei suoi allenatori“.

Var, incontro tra arbitri e club

Sono stati mesi difficili per gli arbitri italiani. Diversi li episodi dubbi, troppe le polemiche di tesserati, media e tifosi. Ecco perché oggi alle 12, presso l’Hotel Parco dei Principi, è andato in scena un incontro programmato tra i rappresentanti dell’Aia, della Can e dei club di Serie A. L’obiettivo del presidente della FIGC Gravina, in accordo con quello dell’Aia Nicchi e il designatore Rizzoli, era quello di favorire la conoscenza del protocollo VAR. Sono stati analizzati gli episodi più controversi delle prime giornate di campionato. Per la Roma presenti PauloFonsecaLorenzo Pellegrini, che sono arrivati alle 11.55 subito dopo aver terminato l’allenamento del mattino a Trigoria. Con loro anche Manolo Zubiria e Gianluca Gombar. L’incontro è terminato verso le 14:45. Ecco le dichiarazioni principali dei protagonisti intervenuti in giornata.

Senti chi parla…

Sulle principali frequenze radiofoniche romane i temi più discussi sono stati l’Italia e la prestazione di Zaniolo con gli azzurri. Furio Focolari a Radio Radio Pomeriggio ha messo in evidenza come la Nazionale italiana ha tanti talenti: “I giovani di questa Nazionale, come Barella, Zaniolo e Chiesa tra qualche anno avranno quell’esperienza internazionale giusta per portare la Nazionale in alto. Un calciatore come Zaniolo, non ce l’hanno tutti. Escludendo Mbappe e forse Joao Felix non mi viene in mente un giovane come lui nel panorama europeo. Ha una facilità di calcio impressionante“. Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo si è espresso su Zaniolo elogiandolo: “Zaniolo tanta roba, ha giocato da esterno alto e poi mezzala. Come vede la porta lui è straordinario, incredibile. Alla Roma manca l’efficacia della nazionale nel recupero palla: gli azzurri sono sempre alti e portati a pressare in avanti. È da capire se è una questione di elementi o di approccio e di caratteristiche”.




Print Friendly, PDF & Email