romanews-roma-ndg-smalling-dzeko-nuovamaglia
Foto Tedeschi

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Smalling rischia l’Europa League

Chris Smalling è arrivato alla Roma agli sgoccioli dello scorso calciomercato e il suo prestito era inizialmente previsto fino al 30 giugno. A causa del coronavirus, che ha ritardato il termine dei campionati, la permanenza dell’inglese nella Capitale è stata prolungata fino alla prima settimana di agosto, in modo da terminare regolarmente la Serie A. Ma per quanto riguarda l’Europa League ci sono problemi: il Manchester United non è disposto a rinnovare il prestito anche per le coppe europee. I Red Devils in questo modo starebbero spingendo per affrettare il trasferimento definitivo del difensore.

Atalanta su Florenzi

L’Atalanta è pronta, nei prossimi giorni, a presentare un’offerta concreta alla Roma, per l’acquisto a titolo definitivo di Alessandro Florenzi. I giallorossi hanno bisogno di liquidità ma fino ad ora non è arrivata alcuna proposta cash per il terzino. Sempre con i bergamaschi si era parlato di un possibile scambio con il portiere Gollini, mentre la Fiorentina aveva messo sul piatto Biraghi.

Milan su Dzeko

Su Dzeko ora sembra esserci anche il Milan. Pioli vorrebbe trattenere Ibrahimovic almeno per un’altra stagione e qualora questo non fosse possibile le alternative principali sarebbero due. La prima scelta sarebbe Jovic del Real Madrid, con un ingaggio però piuttosto alto. Ecco che allora sembra prendere quota il piano b, ovvero il bosniaco, che potrebbe dire addio alla Roma a fine stagione a causa del suo elevato stipendio. La concorrenza è molta per l’attaccante giallorosso, già nel mirino di Juventus Inter, ma il Milan non sembra intenzionato ad arrendersi.

Concorrenza per Veretout

Jordan Veretout sembra essere finito nel mirino di due club di Serie A: su di lui ci sarebbe il Napoli, che lo starebbe considerando come prima scelta per il dopo Allan. Vigile anche il Milan di Pioli, che lo ha lanciato alla Fiorentina. Il francese sembra essere un pallino del direttore tecnico Maldini, che lo teneva d’occhio già l’estate scorsa.

Lovren verso lo Zenit

Dejan Lovren è a un passo dal lasciare il Liverpool. Il difensore croato, infatti, che ha trovato sempre meno spazio con la maglia dei ‘Reds’, è in procinto di trasferirsi allo Zenit San Pietroburgo per una cifra vicina agli 11 milioni di euro. Il trasferimento del difensore croato è imminente, dopo gli ultimi 15 giorni di trattative. Dopo le buone prestazioni di Joe Gomez e Joel Matip al fianco di Virgil van DijkLovren ha trovato sempre meno spazio e la Roma ci aveva fatto un pensiero in caso di mancato riscatto di Smalling.

Douglas Costa out contro la Roma

Brutte notizie non solo dal campo per la Juventus, ma anche dall’infermeria. Come riportato dal sito ufficiale del club, infatti, Douglas Costa ha riportato una lesione di secondo grado all’adduttore destro, e verrà valutato nuovamente tra 15 giorni. Impossibile il suo impiego, dunque, per la sfida contro la Roma fissata per l’ultima giornata di Serie A.

Il bollettino del coronavirus

Torna a calare la curva epidemica in Italia: dopo due giorni di crescita, con i nuovi casi schizzati dai 129 del 21 luglio ai 306 di ieri, oggi si registrano 252 nuovi positivi. In calo la Lombardia (53 oggi contro gli 82 di ieri), superata dall’Emilia Romagna con 63 nuovi casi. Anche il Veneto in crescita con 30 casi, ma sono poche le regioni che sfuggono ai focolai o ai contagi di ritorno: oggi a zero casi solo Valle d’Aosta e Basilicata. Sono cinque i decessi.

Le polemiche di D’Aversa

Il Parma denuncia i presunti torti arbitrali subiti nelle ultime partite. Il tecnico dei ducali D’Aversa ne ha parlato alla vigilia della sfida contro il Brescia citando anche la partita contro la Roma: “Non tutte le squadre avrebbero potuto fare un percorso del genere considerate le problematiche di infortuni, in particolar modo nei due centravanti di ruolo, di assenze. Oppure a non farsi influenzare da quanto successo nel momento clou del campionato, vedi le partite con Inter, Hellas Verona, Roma, Fiorentina, dove tutti sanno cosa è successo. Senza crearsi alibi e continuando a lavorare. Siamo stati bravi, nel momento di difficoltà di risultati visto che le prestazioni ci sono sempre state, ad andare in campo senza farci influenzare da niente e lavorando solo per portare a casa il risultato”.

Il debutto della nuova maglia

Come di consueto, all’ultima gara casalinga, la Roma scende in campo con la maglia della stagione successiva. Anche quest’anno sarà così, e lo rende noto il profilo Twitter dei giallorossi. Domenica sarà l’ultima partita allo stadio Olimpico, visto che le rimanenti due saranno in trasferta contro Torino e Juventus. La nuova maglia home 2020/21 è stata presentata il 22 luglio, compleanno del club, e debutterà 4 giorni più tardi, il 26.

Senti chi parla…

Ecco cosa si dice sulle principali frequenze radiofoniche romane. Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport: “La Roma si sta preparando al meglio per affrontare la fase finale dell’Europa League: se ripensiamo alla non squadra di un mese fa, oggi quella di Fonseca è tornata ad essere una compagine compatta, unita, con un’idea chiara di gioco, forte di un sistema che le da’ certezze sul piano difensivo e imprevedibilità offensiva. Il recupero di Zaniolo, al quale credo Fonseca vorrà dare maggior minutaggio nelle ultime sfide di campionato, aumenta sicuramente le possibilità di far bene in Europa League, ma col Siviglia sarà una sfida durissima. Fondamentale chiudere al meglio il campionato e centrare il quinto posto, evitando così i preliminari d’Europa League”. Furio Focolari a Radio Radio Pomeriggio: “La Roma adesso non deve pensare che Bruno Peres è l’esterno più forte del campionato. Che Zaniolo fosse destinato a diventare un campione è cosa già saputa. Da quando la Roma gioca a tre, Ibanez ha iniziato a giocare meglio. Fonseca è stato bravo a cambiare modulo e smuovere le acque. Può fare ancora bene ma lo scoglio del Siviglia è duro”.

Claudia Belli

Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureata in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico il più presto possibile.