NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Bruno Peres e le scuse della Ceres

Il giorno dopo SPAL-Roma, partita in cui Bruno Peres ha segnato una doppietta, arrivano le scuse da parte della Ceres. Nei giorni scorsi, ai tifosi della Roma e non solo, non era affatto piaciuto il post condiviso dal famoso marchio di birre su Twitter, dove il calciatore veniva accostato alla bevanda, con tanto di didascalia annessa: “Stop sending me this shit” (“Smettete di mandare questa m****”, letteralmente). Oggi Ceres è tornata sui suoi passi, pubblicando un messaggio di scuse nei confronti del brasiliano e del suo club di appartenenza: “Porgiamo le nostre più sincere scuse alla A.S. Roma S.p.a., alla Soccer S.A.S. di Brand Managment S.R.L. e a Bruno Da Silva Peres per il contenuto del tweet del 20 luglio che, contrariamente alle nostre intenzioni, è risultato inopportuno; nonché per l’utilizzo non autorizzato dell’immagine, dei marchi e dei segni distintivi di AS Roma, oltre che dell’immagine del suo calciatore. Manifestiamo grande rispetto per la squadra e per lo sport”.

Florenzi, il futuro potrebbe essere a Firenze con Spalletti

Il futuro di Alessandro Florenzi è ancora incerto. Il calciatore ha da poco concluso la sua avventura con il Valencia in Spagna e, in questi giorni, dovrà capire in quale squadra giocherà nella prossima stagione. Il cambio di modulo adottato da Fonseca potrebbe spingerlo a dargli una nuova possibilità nella Roma, ma come riporta Il Messaggero, un’altra opzione potrebbe essere la Fiorentina. L’agente Lucci ha avuto colloqui sia con il club toscano che con l’Atalanta. Il giocatore romano potrebbe trovare in Toscana volti più che familiari. Sulla panchina dei gigliati, infatti, è possibile l’arrivo di Luciano Spalletti, ma non è stata ancora abbandonata la pista Daniele De Rossi.

Le parole della soprintendente speciale Archeologia e Belle Arti di Roma

La soprintendente speciale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Roma Daniela Porro ha rilasciato un’intervista a Il Messaggero. Tra gli argomenti trattati, anche i festeggiamenti dei tifosi della Roma per la ricorrenza del 22 luglio a Piazza di Spagna. Queste le sue parole: “Sono preoccupata, perché i tifosi vanno a Piazza di Spagna sentendola bella e come cosa loro, il che andrebbe anche bene: il mio dispiacere nasce quando la trattano come un campo di calcetto, o uno spazio qualsiasi. È un fatto grave perché denuncia un disinteresse, o una totale incoscienza del patrimonio culturale della città, che è una ricchezza dei romani. A noi, alle Soprintendenze, spetta un ruolo di conservazione, ma i patrimoni che custodiamo sono dei cittadini: credo che in futuro dovremo lavorare di più, assieme alle altre istituzioni, per sensibilizzare e rendere consapevoli le persone che la loro ricchezza non è solo il conto in banca o la casa di proprietà, ma anche e soprattutto la loro meravigliosa città. Devono proteggerla e curarla insieme a noi: i tifosi della Roma, e anche della Lazio, devono diventare tifosi di Roma, della sua bellezza”.

Le parole dell’agente di Mandragora

Rolando Mandragora, prima dell’infortunio subito, è stato accostato diverse volte alla Roma. Il calciatore sarebbe potuto rientrare in uno scambio con la Juventus che avrebbe portato in bianconero Bryan Cristante. A smentire, però, qualunque tipo di contatto con i giallorossi ci ha pensato Luca De Simone, agente del bianconero, a Tuttojuve: “Uno scambio con Cristante? Noi non abbiamo mai avuto contatti con la Roma, l’Udinese che al momento possiede la titolarità del suo cartellino non mi ha mai parlato della società giallorossa. Così come la Juventus. Se poi è stato un discorso tra club, non ci è dato saperlo”.

Calciomercato Roma: si lavora all’accordo per Schick al Lipsia, Smalling vuole la Roma

Niente di fatto tra Rangnick e il Milan. La permanenza al Lipsia del tedesco potrebbe favorire anche quella di Patrik Schick, che lo avrebbe potuto seguire se si fosse trasferito in rossonero. Ora il discorso è cambiato, come ha confermato lo stesso ds del club tedesco, Markus Krosche: “Sia Schick che Angelino vogliono giocare per il Lipsia. Stiamo lavorando per trovare una soluzione”. Queste le sue parole a DPA. Nel frattempo, mancano solo dieci giorni alla scadenza del prestito di Smalling, che vuole restare in giallorosso anche per la prossima stagione. Come riporta Il Messaggero, da Trigoria è stato chiesto al difensore inglese di intervenire in prima persona. I capitolini continuano ad offrire 14 milioni, dall’Inghilterra ne chiedono 20. Ma il calciatore ha iniziato a fare pressioni al Manchester United.

Il bollettino della Protezione Civile

Sale ancora il numero dei nuovi contagiati da coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia: secondo i dati della Protezione civile sono 306, a fronte dei 282 di ieri. Le nuove vittime sono invece 10 (ieri 9) per un numero complessivo di 35.092 decessi. I casi totali salgono a 245.338.

Senti chi parla…

Oggi, sulle principali frequenze giallorosse, si è parlato di SPAL-Roma, partita vinta 6-1 dagli uomini di Fonseca. Queste le parole di Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattina: “Questo sistema di gioco dà anche più garanzie. Stavo pensando anche a Pellegrini, in queste dinamiche di gioco dove va messo? Sarà interessante valutare la sua posizione. Sta provando ad essere importante per la squadra ma ancora non lo è. Il Milan non mollerà, quello è sicuro. Però queste partite serviranno alla Roma per fare rodaggio per il Siviglia. La Roma è abbastanza in forma per mantenere il quinto posto”. Infine, queste le parole di Alessio Nardo a Tele Radio Stereo: “Il gol di Zaniolo? Lo ricorderemo. È un gol simbolico, abbiamo visto anche belle scene a fine partita. Tutto bene, la Roma vince e ritrova anche un giocatore importante in vista dell’Europa League, perché io contro il Siviglia lo voglio vedere in campo. L’unica cosa che non mi è chiara di ieri sera è Pau Lopez, se sta male non deve giocare, è vero che non c’è Mirante ma hai comunque un terzo portiere”.

Print Friendly, PDF & Email