NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Roma, c’è Xhaka. Non tramonta l’idea Belotti

E’ una Roma molto attiva sul fronte mercato in queste ore. Tiago Pinto infatti è a lavoro per regalare a Mourinho i primi colpi per costruire una squadra pronta e forte sin da subito. Nel pomeriggio dall’Inghilterra è arrivata la voce che porta Granit Xhaka letteralmente ad un passo dalla Capitale: sarebbe stata raggiunta un’intesa di massima con l’Arsenal, che avrebbe dato il via libera alla trattativa con l’entourage del giocatore. Il centrocampista della nazionale svizzera sarebbe un rinforzo tanto gradito per lo “Special One”, cha ha da sempre speso parole al miele per lui. Per l’attacco, invece, il nome forte è quello di Andrea Belotti del Torino. Nonostante le smentite del presidente Cairo, Tiago Pinto avrebbe alzato l’offerta per l’attaccante della Nazionale di Roberto Mancini ad una cifra vicina ai 20 milioni. Ci sarebbe ancora una differenza sostanziale fra offerta e domanda, con Vagnati che chiederebbe 25 milioni per accaparrarsi il “Gallo”. La sensazione è che potrebbe presto trovarsi l’accordo. Per quanto riguarda la questione dei rinnovi, invece, Fienga in occasione del Consiglio di Lega, non si è voluto sbilanciare sul futuro di Gianluca Mancini, dribblando la domanda con questa risposta: “Non posso dire nulla”.

Leggi anche:
Asse Roma-PSG, riprende quota il nome di Icardi

Questione stadio, Calenda: “Stiamo lavorando per la nostra proposta”

Il nuovo stadio di proprietà della Roma è un tema dibattuto anche per la politica della città, che verrà chiamata ad eleggere un nuovo sindaco nel prossimo autunno. Uno dei candidati è Carlo Calenda, che intervistato da Nsl Radio, ha detto la sua sulla nuova struttura che i tifosi giallorossi aspettano da tempo: “Stiamo lavorando alla nostra proposta per lo stadio della Roma, l’area l’abbiamo identificata, ma stiamo verificando la presenza di eventuali vincoli o di possibili intoppi”.

Non c’è l’accordo per gli orari della prossima Serie A. La Roma dice “no” allo spezzatino

Sembra uno slogan, ma in realtà non lo è. Le partite della prossima Serie A potrebbero disputarsi tutte con un orario diverso rispetto alle altre, per venire incontro alle necessità di DAZN, che dovrebbe trasmettere in esclusiva le partite del nostro massimo campionato. Lo “spezzatino”, però, ha avuto molti pareri discordanti: oltre alla Roma, anche Spezia, Bologna, Sassuolo, Genoa e Sampdoria hanno votato “no” a questo nuovo tipo di assetto. La decisione della Lega di Serie A sarebbe dovuta arrivare in giornata, ma così non è stato: Infatti, lo stesso Consiglio ha rinviato la decisione a data da destinarsi. Nel corso della riunione, invece, è stato approvato l’invito a presentare offerte sul territorio italiano della Coppa Italia (comprensivo della Supercoppa), che sarà pubblicato nei prossimi giorni.

Leggi anche:
Nazionale, fuori Sensi dentro Pessina: ecco il via libera dell’UEFA

Roma attenta: il Barcellona piomba su Pellegrini

Uno degli obiettivi principali di Tiago Pinto sarà quello di blindare Lorenzo Pellegrini. Il centrocampista italiano e capitano della Roma ha il contratto in scadenza nel 2022 e complici anche le sue ottime prestazioni ha attirato a se gli occhi di mezza Europa. Il Barcellona, per esempio, avrebbe individuato nell’ex Sassuolo l’alternativa ideale a Georgino  Wijnaldum del Liverpool. L’olandese, che era stato accostato anche alla Roma, è in scadenza con i Reds e sarebbe vicino all’approdo al PSG, con i blaugrana, che secondo fonti spagnoli, sarebbero orientati a puntare tutto sul classe 1995 giallorosso. Non è escluso che gli spagnoli provino ad inserire giocatori in una eventuale trattativa, anche se prima sarà necessario capire il punto di vista di José Mourinho sulla situazione.

Leggi anche:
Ronaldo, è rottura con la Juventus. Per i bookmakers in corsa anche la Roma

Senti chi parla

Anche oggi il tema Roma, strettamente legato al calciomercato, è stato ampiamente trattato anche nelle frequenze radiofoniche capitoline con opinionisti ed esperti del mondo giallorosso che sono intervenuti. Argomento focale è sicuramente quello legato al prossimo attacco di Jose Mourinho, che ancora non ha chiaro se potrà contare su Edin Dzeko o meno. Proprio su questo Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino ha detto la sua: “Non so se Dzeko ha in mano un contratto con un’altra squadra, ma dargli il cartellino potrebbe essere una opzione. Difficile liberarsi degli esuberi, farlo al 70% sarebbe già un buon traguardo. Ci sono calciatori clamorosamente sopra-pagati. Bisogna trovare il sistema di non prolungare”. Nando Orsi a Radio Radio Mattino, invece, si è esposto parecchio sul bosniaco con queste parole: “Se la Roma vuole dare via Dzeko, dargli il cartellino è giusto, si toglie il contratto. Difficilmente i giocatori rinunciano a contratti del genere se non ne hanno altri. Dzeko è bravo, ma la Roma ha bisogno di ringiovanire”. Chi potrebbe essere il sostituto del “Cigno di Sarajevo” è Andrea Belotti del Torino. Sul “Gallo” così ha parlato Riccardo Cotumaccio a Tele Radio Stereo: “Io Belotti me lo prendo tutta la vita, ha segnato tanto, è prolifico, giovane, attaccante della Nazionale. Io 30 milioni li spendo”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here