NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Roma-Pedro: ci siamo!

Dopo le tante indiscrezioni delle scorse settimane, ora sembra esserci la certezza: Pedro sarà un nuovo giocatore della Roma. L’esterno spagnolo, in scadenza di contratto con il Chelsea, firmerà un contratto biennale con opzione per il terzo da 3 milioni di euro all’anno con il club capitolino. E’ il primo rinforzo per la squadra di Fonseca in vista della prossima stagione e sarà a disposizione del tecnico portoghese alla fine di questa stagione.

Petrachi, avventura al capolinea con la Roma

E’ passata ormai più di una settimana da quando la Roma ha deciso di sospendere il direttore sportivo Gianluca Petrachi. Presto, però, potrebbe arrivare una svolta. Secondo quanto riporta Il Tempo, infatti, nelle prossime ore potrebbe arrivare il comunicato ufficiale che sancirà il licenziamento per giusta causa del dirigente. L’ex Torino quindi divorzierà dalla Roma, tuttavia non è disposto ad accettare di buon grado la decisione, ed è pronto a passare a contrattacco e a portare in tribunale il club capitolino sulla vicenda.

Trigoria

Dopo la vittoria per 2-1 contro la Sampdoria di Ranieri, ottenuta in rimonta grazie alla doppietta di Dzeko, gli uomini di Paulo Fonseca si sono ritrovati a Trigoria nel pomeriggio per iniziare a preparare la sfida di domenica pomeriggio contro il Milan. Al centro sportivo Fulvio Bernardini oggi la squadra è stata divisa in due gruppi, chi è sceso in campo ieri contro la Sampdoria e chi invece non ha preso parte alla sfida. Zaniolo e Pau Lopez invece hanno proseguito con i loro percorsi di recupero.

Il futuro di Schick: le parole di Nagelsmann

C’è ancora incertezza sul futuro di Patrik Schick. Il diritto di riscatto – fissato a 29 milioni di euro in caso di approdo in Champions League – del Lipsia è ormai decaduto e, in queste settimane, i tedeschi sono in costante dialogo con la Roma per cercare una soluzione che possa soddisfare entrambe le parti. Il tecnico del club della Red Bull, Julian Nagelsmann, si è espresso così sulla vicenda: “Roma e Lipsia stanno parlando e non c’è ancora nessuna novità. Preferirei che fosse diverso, ma non lo è. Ovviamente ci piacerebbe tenerlo con noi”.

Calciomercato: Smalling è la priorità, Cetin verso il Verona

La Roma continua a lavorare per trattenere Chris Smalling nella capitale. Le richieste del Manchester United sono ritenute ancora troppo alte – sui 25 milioni di euro -, ma il club capitolino sta tentando di abbassare le pretese, vista anche la volontà del difensore stesso di vestire i colori giallorossi. Qualora l’inglese dovesse rivelarsi un obiettivo impossibile da raggiungere, l’alternativa di lusso resta Vertonghen del Tottenham. Il belga classe ’87 sarà svincolato e c’è l’accordo su tutto con il club capitolino.

Intanto, i giallorossi si muovono anche sul mercato in uscita: l’Hellas Verona è molto interessata a Cetin e in queste ore si sta discutendo riguardo al trasferimento del difensore turco in gialloblu con la formula del prestito con obbligo di riscatto.

Emergenza Coronavirus

I dati sullo stato della pandemia di Coronavirus, diffusi dal Ministero della Salute in collaborazione con la Protezione civile, fotografano una situazione di sostanziale stabilità rispetto ai giorni scorsi: nelle ultime 24 ore sono 296 i nuovi casi di positività, 614 i guariti (ieri 1.526) e 34 i decessi (30). I casi totali sono 239.706, di cui 186.725 i guariti. Per effetto di questi dati, cala meno del solito il numero degli attualmente positivi, scesi di 352 unità a 18.303. L’incremento di un centinaio di casi delle nuove positività (296 rispetto ai 190 di ieri) viene attribuito al raddoppio in Lombardia (dagli 88 casi di ieri agli odierni 170, il 57,4% del totale nazionale). In Lombardia si registrano anche 22 decessi sui 34 giornalieri di tutta Italia.

Senti chi parla alle radio

Sulle principali frequenze radiofoniche romane, il tema principale di discussione è la vittoria della squadra di Fonseca contro la Sampdoria di ieri sera. Roberto Pruzzo, intervenuto a Radio Radio, esprime perplessità nonostante il successo: “La Roma doveva evitare di dare chance a una squadra in difficoltà, invece così ha fatto. Poi è riuscita a portarla a casa, ma ci vuole una squadra più consistente e più consapevole. Il primo tempo è stato deludente. A Milano servirà un altro atteggiamento”. Antonio Felici, invece, ai microfoni di Centro Suono Sport, divide la gara in due parti: “La prima mi ha lasciato perplesso: i quarantacinque minuti iniziali brutti a fronte di una Sampdoria che ha fatto una partita molto buona dal punto di vista tattico. Poi sono arrivati i cambi: l’uscita di Diawara e Pastore hanno dato alla Roma un passo diverso. Con Cristante e Pellegrini la Roma ha iniziato a giocare a calcio e i due hanno legittimato la vittoria della squadra. Dzeko unico fuoriclasse di questa squadra, continuo a ribadirlo. Resta da capire una cosa: è sano di mente un allenatore che manda in campo uno come Pastore? El Flaco non può giocare: potrebbe solo se gli altri fossero statuine”.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here