NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Hellas Verona-Roma, il giorno dopo

Non è stato l’esordio dei sogni per la Roma di Fonseca nella Serie A 2020/21. Contro l’Hellas Verona, infatti, la squadra giallorossa non è andata oltre lo 0-0 dimostrando, in assenza di Dzeko, grande difficoltà a far male all’avversario in zona gol. Il giorno dopo il match, sui quotidiani non vengono risparmiate le critiche a Fonseca reo, secondo molti, di non essere riuscito a cambiare marcia alla squadra durante il match e di aver tardato con le sostituzioni. Promosso, invece, Spinazzola: all’unanimità il migliore in campo nella gara del Bentegodi. Promosso anche Pedro, mentre viene rimandato Mkhitaryan alla sua prima ufficiale nel ruolo di ‘falso nove’.

Oggi giorni di riposo per la Roma, domani si ripartirà con gli allenamenti alle 10 al Fulvio Bernardini per iniziare a preparare il big match di domenica sera, allo Stadio Olimpico, contro la Juventus di Andrea Pirlo. E chissà che non sia l’occasione per l’esordio di Edin Dzeko in maglia bianconera e di Arkadiusz Milik con quella giallorossa.

Roma-Milik, Dzeko-Juve: tutto in stand-by

Al momento, però, è ancora tutto fermo nelle trattative che dovrebbero portare Edin Dzeko alla Juventus e Arkadiusz Milik alla Roma. Nella giornata di oggi non ci sono stati passi avanti tra il Napoli e l’attaccante polacco per appianare e risolvere le tante pendenze economiche ancora da discutere. Cosi come tra la Roma e il Napoli non si è riusciti a trovare un quadra economica definitiva. Il tempo passa ma la trattativa non si sblocca.

Nella giornata di oggi, inoltre, la società giallorossa ha rilasciato un comunicato per smentire i dubbi sulle condizioni fisiche dell’attaccante polacco, oggi Milik si è allenato con il Napoli, in attesa di una soluzione. La Juventus e Dzeko rimangono alla finestra, almeno in questo momento, in attesa che Napoli, Roma e Milik trovino una soluzione. In un verso o in un altro.

Dalla Spagna: Friedkin spinge per Allegri

Nonostante sia stato confermato dalla nuova proprietà sulla panchina della Roma, il futuro di Paulo Fonseca nella capitale, dopo appena una partita, può tornare di nuovo in bilico. Secondo quanto riportato dal portale spagnolo todofichajes.com, Dan Friedkin non vorrebbe perdere l’occasione di ingaggiare Massimiliano Allegri, ex tecnico della Juventus, seguito anche dal Paris Saint-Germain. Addirittura, ci sarebbe già la data dell’eventuale annuncio, ovvero il giorno seguente a Roma-Juventus, posticipo della seconda giornata di campionato in programma il 27 settembre.

Under al Leicester: ora è ufficiale

Superati tutti i problemi sorti nei giorni scorsi: da oggi Cengiz Under è ufficialmente un nuovo giocatore del Leicester. L’intesa tra i club è arrivato sulla base di un prestito oneroso con diritto di riscatto e non più obbligo come era stato deciso in precedenza. “Non vedo l’ora di andare a Leicester e iniziare ad allenarmi. Ho sempre desiderato giocare in Inghilterra e questa è una grande opportunità per giocare in Premier League”, le prima parole dell’esterno turco dopo l’ufficialità. “Cercherò di aiutare i miei compagni di squadra in campo e fuori e credo di poter migliorare la mia prestazione ogni giorno. Penso di essere veloce e di poter creare molte opportunità per i miei colleghi. Mi sento molto bene perché il mio migliore amico gioca per Leicester City. Sono molto felice di poter giocare con Çağlar (Söyüncü) e ho sempre guardato le partite di Leicester grazie a lui”, ha concluso nella sua prima intervista da giocatore delle ‘Foxes’.

Florenzi si presenta al PSG

Arrivato da poco a Parigi, Alessandro Florenzi ha iniziato subito da titolare la nuova esperienza al PSG. Ai microfoni di ‘Telefoot’, l’ex capitano giallorosso ha parlato di questa nuova avventura in Francia: “Parigi è una delle città più belle del mondo, tutti i miei compagni mi hanno fatto sentire il benvenuto. È stata una scelta facile per me, è successo tutto in due giorni e mezzo. Questa è una delle squadre più forti al mondo, l’obiettivo numero uno è vincere la Champions League”, ha detto soddisfatto l’ex capitano della Roma. Sull’esordio contro il Marsiglia e le tensioni sorte durante il match ha aggiunto: “L’OM ha segnato sull’unica mezza occasione mentre noi abbiamo dominato tutto il match. Quando è accaduto quell’episodio ero in panchina, ma se fossi stato in campo avrei sostenuto a prescindere il mio compagno. Dopo quel momento di tensione, Neymar si è calmato subito, da professionista quale è lui. Non vediamo l’ora di riaverlo con noi, è uno dei migliori al mondo e qui ce ne sono diversi. Non ho avuto bisogno di allenarmi tanto con lui per capirlo”.

Print Friendly, PDF & Email

11 Commenti

  1. Fonseca ha colpe evidenti ma anche la dirigenza non e’ esente .. organizzazione sicuramente di basso livello, allenatore di basso livello, gioco di basso livello, squadra di basso livello, tifosi abbacchiati mica poco ..

  2. non ci sono neanche giocatori di carattere e gente sopravvalutata . mediocri pellegrini cristante ,manca peso davanti ,piu che altro è che ci terremo questi e diamo via chi da impronta alla squadra ,non mi sembra la strada giusta .se viene un altro mister che sa dire “questi non mi servono , va bene .

  3. Il problema grande e` che il nuovo Presidente non puo` rendersi conto di tutto l’insieme del caos creato dalla precedente gestione ,c’e` da dire che a inizio gestione Pallotta vennero Sabatini e Baldini che sia pure sbagliando allenatore avevano idee ,il primo anno fu mediocre ma poi con Garcia le cose andarono meglio.
    Poi Nacquero i problemi . Oggi siamo ad un altro inizio ma senza persone competenti ,manca il DS.
    Il Covid ha fatto la sua parte ritardando tutto ma questo non toglie che a Trigoria ci sia molta incertezza.

Comments are closed.