NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Qui Trigoria

La Roma si prepara ad affrontare il ritorno dei sedicesimi di finale in Europa League contro il Gent. Proprio per questo oggi gli uomini di Fonseca sono scesi sui campi di Trigoria per il consueto allenamento mattutino. La seduta odierna ha previsto sala video e lavoro tattico con il pallone. Da sottolineare il rientro di Diawara, che ha condotto tutto l’allenamento con la squadra. Assente Pellegrini che in mattinata si è sottoposto agli esami strumentali per un problema muscolare. Zaniolo, Zappacosta e Mirante, invece, hanno proseguito il loro programma di recupero.

Infortunio Pellegrini: out per le prossime due partite

Lorenzo Pellegrini dovrà fermarsi e salterà i prossimi due match della Roma: contro il Gent in Europa League e contro il Cagliari in campionato. Il centrocampista giallorosso si è sottoposto questa mattina agli esami strumentali che hanno evidenziato un edema muscolare al bicipite femorale della coscia sinistra. Paulo Fonseca,in apprensione, spera di poter riavere in campo il suo numero 7 già per la gara contro la Sampdoria.

Il riscatto di Carles Pérez

Adesso è ufficiale: Carles Pérez è a tutti gli effetti un calciatore della Roma. L’ex Barcellona è arrivato nella Capitale in prestito con obbligo di riscatto fissato a 11 milioni al verificarsi di determinate condizioni: collezionare la prima presenza e il primo punto in campionato. Tutto ciò è avvenuto grazie alla vittoria casalinga degli uomini di Fonseca contro il Lecce. Ora, il club giallorosso potrà versare il denaro nelle casse del club catalano più altri eventuali 4.5 milioni di bonus.

Le parole di Carles Pérez

Carles Pérez, in giornata, ha parlato ai microfoni di Radio Catalunya del suo passaggio dal Barcellona alla Roma. Queste le sue parole: “Non mi pento di nulla. Sono grato al Barça. Se oggi sono a Roma, è per loro. Non mi hanno dato le spiegazioni che pensassi mi avrebbero dato. Nel mondo del calcio sei un prodotto. Ho detto ‘no’ a molte offerte perché sapevo quello che volevo. E ho ottenuto quello che volevo da giovane e mi hanno ceduto. Non succede nulla”.

Emergenza Coronavirus, possibilità di rimborso con gara a porte chiuse

L’emergenza Coronavirus crea ulteriori complicazioni alla Serie A: il prossimo turno di campionato, nelle zone a rischio, si giocherà a porte chiuse. Tra i vari match che non dovrebbero subire mutazioni, però, ci sarà Cagliari-Roma. La novità sta nella modalità di vendita dei biglietti, che saranno acquistabili solamente online. Emerge un ulteriore dettaglio, reso noto da un comunicato ufficiale della società sarda: “Nell’ipotesi in cui il suddetto incontro dovesse disputarsi ‘a porte chiuse’ su disposizione delle Autorità competenti, i soggetti titolari di singoli titoli di accesso potranno chiedere il rimborso del prezzo di acquisto del titolo di accesso, con le tempistiche e le modalità che saranno rese note dall’organizzatore. Laddove l’incontro dovesse essere rinviato ad altra data e/o orario su disposizione delle Autorità competenti, i soggetti titolari di singoli titoli di accesso potranno assistere all’incontro nella data e/o orario in cui lo stesso verrà disputato”.

Senti chi parla…

Oggi, sulle principali frequenze giallorosse, il tema più discusso è stato quello legato alle prossime due partite della Roma: quella di Europa League, che la vedrà sfidare il Gent nel ritorno dei sedicesimi di finale e quella di campionato, dove troverà il Cagliari di Maran. Ne ha parlato Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Credo che la Roma ne esca rinfrancata da questa partita di campionato perché prima era stata deludente. Adesso aspetto conferma, le prossime due sono partite complicate, scivolose. La Roma è più forte col Gent ma deve giocare con attenzione. Il Cagliari era la rivelazione del campionato ma è da molto che non vince”. Daniele Lo Monaco a Tele Radio Stereo, invece, si è spostato sul tema Pellegrini: “Se dovesse fermarsi per una o due settimane non sarebbe un dramma, ma se dovesse fermarsi per due mesi il danno sarebbe enorme. Non sappiamo che fine abbia fatto Pastore, non ci dicono più niente… Rientra dopo la sosta di marzo? Ma a questo punto rientrasse dopo quella di maggio”.

Print Friendly, PDF & Email