NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un unico articolo: buona lettura!

CALCIOMERCATO – La Roma continua a lavorare sul mercato. Raggiunto l’accordo con lo Zenit per le cessioni di Manolas e Paredes: il club capitolino incasserà 60 milioni più 7 di bonus; tra lunedì e martedì potrebbe sbloccarsi tutto ed arrivare l’ufficialità. In giornata i dirigenti giallorossi Monchi e Baldissoni hanno tenuto un incontro con il Feyenoord per cercare di limare gli ultimi dettagli per portare Karsdorp nella capitale: c’è l’accordo con il terzino, si cerca l’intesa con la società olandese. Discorso, però, rimandato ai prossimi giorni. Domani, invece, è in programma l’incontro con l’agente di Mario Rui per discutere sul futuro del portoghese, finito nel mirino del Napoli. In caso di cessione dell’ex Empoli, Monchi è pronto a fare un tentativo per Darmian. E’ sfida Roma-Napoli anche per Ounas, esterno del Bordeaux tra principali indiziati a sostituire Salah. Distanza di tre milioni per il centrocampista dello Sporting Lisbona Medeiros: i portoghesi ne chiedono 10, la Roma è ferma a 7. Idea Nastasic per il dopo Manolas: sul difensore c’è anche l’Inter. Capitolo portieri. Nonostante le smentite ufficiali da parte dell’entourage del giocatore, Alves in giallorosso sembra più di un’ipotesi: il portiere brasiliano è l’obiettivo numero uno in caso di cessione di Skorupski. Il Fenerbache sorpassa lo Sporting Lisbona per Doumbia. Intanto Vermaelen, ex difensore della Roma, potrebbe tornare in Italia: su di lui c’è il Torino. La Juventus, invece, mette il mirino su un’altra vecchia conoscenza giallorossa per il post Bonucci: si tratta di Marquinhos.

FOYTH – Juan Foyth, 19enne difensore dell’Estudiantes finito nel mirino della Roma per sostituire Manolas, sempre più vicino allo Zenit, rilascia un’intervista al Corriere della Sera, confermando l’interesse del club giallorosso: “Roma? Ho letto la notizia sui social network, così ho chiesto informazioni ai miei agenti. Loro mi hanno confermato che la notizia dell’offerta è vera. La Roma è una delle squadre più importanti del mondo e a qualunque calciatore piacerebbe giocare lì. Sarebbe bellissimo! Ora però sono concentrato sugli impegni con l’Estudiantes, al termine del torneo vedremo come evolverà la situazione”.

UN ROMANO IN AMERICA – La dirigenza giallorossa vorrebbe Francesco Totti nella tournée americana che la squadra disputerà dal 16 luglio all’1 agosto. Secondo alcune indiscrezioni, al ritorno dalle vacanze a Mykonos, Totti dovrà decidere se iniziare la nuova carriera da dirigente o prendere un’altra strada. Il programma della tournée, che prevede la partecipazione all’International Champions Cup della Roma (inizio 18 luglio, amichevoli di lusso contro PSG, Juventus e Tottenham), era stato ufficializzato in locandina proprio con un’immagine di Totti con indosso ancora la maglia della Roma. Nonostante non sarà più un calciatore, il presidente Pallotta ha ribadito più volte quanto sia importante la figura dell’ex capitano e i vantaggi a livello di marketing che questa comporta.

PELLEGRINI – Il centrocampista del Sassuolo Lorenzo Pellegrini, prossimo al ritorno alla Roma, ha rilasciato un’intervista al sito dell’Uefa. Questo uno stralcio delle sue dichiarazioni: “A chi mi ispiro? Mi piacciono tanto De Rossi e Pogba. Mi piace molto vedere giocare il francese perché, oltre a delle incredibili qualità, mostra una tranquillità pazzesca. Mi diverto a guardarlo. Obiettivi? Ora l’Europeo. In generale voglio continuare a crescere e, passo dopo passo, diventare un grande calciatore, confermarmi in nazionale”.

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO Tema di giornata sulle radio romane è il mercato della Roma. Ne parlano Roberto Renga a Radio Radio: “Karsdorp? L’ho seguito e ho subito pensato fosse una bellissima ala, capace di dare la palla di prima e di crossare con grande intelligenza. Di Francesco gioca con i terzini d’attacco. Seri non credo sia un vero regista, ma perché non tenere Paredes? Non capisco tutta questa necessità di soldi” e Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Seri nell’ultimo anno è stato seguito da molti club, è un giocatore interessante. La cifra giusta per prenderlo è tra i 15 e i 20, ha ragione la Roma. Oltre si entra nella logica dell’asta e non penso finiremo in questa trappola”.

Print Friendly, PDF & Email