Qui Trigoria

La Roma continua a lavorare a Trigoria per preparare il match contro il Brescia, in programma al rientro dalla sosta del campionato, il 24 novembre all’Olimpico. Sono 10 i calciatori impegnati con le rispettive Nazionali e di conseguenza il gruppo a disposizione di Fonseca è numericamente limitato. In ogni caso, l’allenatore portoghese ha preparato una seduta incentrata su un torello iniziale, seguito da lavoro atletico prima e tattico poi. In tre hanno svolto esercizi personalizzati: PastorePerotti Veretout. Ancora in gruppo PellegriniMkhitaryan. Individuale invece per Gianluca Mancini, che fortunatamente non sembra aver accusato nulla di grave.

Pradè su Florenzi

Daniele Pradè, DS della Fiorentina, ha commentato il presunto interesse dei viola per Florenzi. Sul giocatore sono tante le squadre interessate che vogliono capire se ci sono le possibilità di acquistarlo in prestito o a titolo definitivo già a gennaio. Queste le parole di Pradè, a margine della presentazione del libro ‘Volevo fare il calciatore. I primi passi di Giancarlo Antognoni’: “Su Alessandro Florenzi tutto quello che viene detto in questo momento è aria fritta. A lui ho fatto il primo contratto, gli voglio bene ma è un calciatore della Roma e sta bene lì. Non ho mai parlato di lui né col suo agente né con la Roma”.

La Sampdoria accelera per Florenzi

É sempre più incerto il futuro di Alessandro Florenzi. Il capitano della Roma, infatti, sembra essere finito ai margini del progetto tecnico di Paulo Fonseca e, nella prossima finestra di mercato, potrebbe decidere di lasciare la capitale. Tra le squadre interessate all’acquisto del jolly c’è anche la Sampdoria di Claudio Ranieri e Massimo Ferrero. Secondo quanto riporta l’Ansa, infatti, i blucerchiati rappresenterebbero un’ipotesi concreta e nelle ultime ore ci sarebbero stati dei contatti tra il presidente Massimo Ferrero e Alessandro Lucci, agente del calciatore. Ci sono due nodi da scegliere: l’alto ingaggio dell’esterno e la formula di trasferimento. Mentre la Roma spinge per la cessione a titolo definitivo, la Samp spera nel prestito.

Il papà di Kean spinge verso la Roma

Jean Kean, padre di Moise è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport per commentare le voci che vedono il figlio nel mirino della Roma, che vuole rinforzare l’attacco nella finestra di calciomercato invernale. Ecco un estratto delle sue parole a riguardo: ”Se mio figlio mi dovesse dire che la Roma è interessata a lui, darei la mia benedizione a questa operazione, anzi mando un messaggio a mio figlio Moise: ascoltami bene, sono tuo padre di sangue, torna in Italia a giocare, diventerai un grande calciatore, vieni a giocare a Roma, al fianco del tuo caro amico Nicolò Zaniolo. Non pensare ai soldi, ma alla carriera”.

I movimenti di mercato

Continuano le voci di calciomercato intorno alla Roma. La finestra di riparazione si aprirà a gennaio e Petrachi sembra voler regalare alcuni rinforzi a Fonseca. Il DS sta monitorando con particolare attenzione la situazione tra Kessie e il Milan. L’ivoriano non è più insostituibile nei piani di Pioli e potrebbe far comodo ai giallorossi, in particolare tenendo conto del lungo infortunio che terrà Cristante lontano dal campo per molto tempo. Un altro giocatore che a gennaio sarà sotto la lente di ingrandimento è Bruno Peres. Il brasiliano infatti dovrà tornare alla Roma. Secondo quanto appreso da Romanews.eu, la permanenza nella capitale, al momento, sembra essere improbabile. La società giallorossa, infatti, non starebbe pensando a puntare sul brasiliano che, appena rientrato a Trigoria, dovrà trovare un’altra destinazione. In uscita la Roma pensa alla cessione di Juan Jesus. Il brasiliano è scontento del suo minutaggio e su di lui c’è l’interesse della Sampdoria. I blucerchiati vorrebbero prenderlo in prestito ma Petrachi non è d’accordo sulla formula. Il DS giallorosso infatti preferirebbe una cessione a titolo definitivo, in modo da poter monetizzare su un’ eventuale partenza del brasiliano.

Senti chi parla..

Vediamo infine i principali interventi radiofonici dell’etere romano. Oggi si è parlato della nazionale italiana e di Florenzi. Roberto Renga a Radio Radio Mattino si esprime sul capitano giallorosso in vista della partita di stasera tra Italia e Bosnia: Florenzi dal primo minuto? Sono contento se gioca. È tanto tempo che non scende in campo, non gli si può chiedere di fare una grandissima partita. Florenzi farà parte sicuramente del gruppo che andrà agli Europei, Mancini vuole dargli fiducia. Florenzi non è un terzino secondo me, ma se lo fa Santon lo può fare anche lui”. Invece Marione a Centro Suono Sport nella partita di stasera vuole vedere la prestazione Edin Dzeko e si esprime su Kean: “Per me Kean non è un giocatore tecnico. Se poi lo hanno cacciato dalla Juventus, un motivo ci deve essere…. Stasera non so se guarderò l’Italia, vorrei vedere Dzeko, ma Pjanic mi dà fastidio”.

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

  1. Bravo Petrachi… Cessioni solo a titolo definitivo. Cedere in prestito non ha senso
    … Vedere Santon… Lo volevano gratis ed è restato e adesso serve come il pane. Basta favorire procuratori e avversari.

Comments are closed.