NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Emergenza Coronavirus

Nuova flessione dopo gli aumenti dei giorni scorsi, anche se non si torna ai livelli minimi di nuovi contagiati che si erano raggiunti in Italia. E’ questa la sintesi dei nuovi dati diffusi dalla Protezione Civile con il bollettino del 20 giugno. Da sottolineare che le persone ricoverate in terapia intensiva calano e sono ormai 152 in tutta Italia, di cui 54 in Lombardia. Dei 262 tamponi positivi rilevati oggi, la maggior parte sono in Lombardia, con 165 nuovi positivi (il 62,9% dei nuovi contagi). Tra le altre regioni più colpite dal coronavirus, l’incremento di casi è di 27 casi in Piemonte, 28 in Emilia Romagna, di 3 in Veneto, di 2 in Toscana, di 10 in Liguria e di 14 nel Lazio. I decessi di oggi sono 49, mentre ben 546 i guariti.

Fazio: “Vogliamo la Champions, le vicende societarie non ci influenzano”

Manca sempre meno, solo cinque giorni, al ritorno del campionato per la Roma. Mercoledì affronterà all’Olimpico la Sampdoria di Claudio Ranieri e Federico Fazio, intervistato da Sky Sport, ha le idee ben chiare su quali siano gli obiettivi della squadra di Fonseca: “Le motivazioni sono alte, abbiamo voglia di ripartire. La Champions? Siamo a meno tre, ma ci crediamo fino all’ultima partita. Abbiamo dodici partite, sarà una grande sfida per noi. Abbiamo la voglia di tornare a giocare la Champions”. Alla domanda se le vicende societarie, tra la vendita del club e la sospensione di Petrachi, possano influenzare il rendimento del gruppo, anche qui il difensore argentino esprime pochi dubbi: “No, assolutamente. Abbiamo voglia di ritrovarci in campo, non ci sono distrazioni. Pensiamo solo a centrare la Champions e all’Europa League”.

Le parole di Mkhitaryan

Anche Henrikh Mkhitaryan è pronto a ripartire. Il fantasista armeno ha concesso un’intervista al canale ufficiale Youtube della Serie A, in cui ha parlato della sua stagione influenzata dai diversi infortuni, dei suoi idoli di infanzia e del prossimo impegno della Roma in campionato contro la Sampdoria: “E’ stato un peccato perché ho perso le partite più importanti della prima metà della stagione. Ora però sono felice di essere tornato, sono in forma e non vedo l’ora di giocare le prossime partite. Voglio chiudere bene la stagione”. La cosa più importante è terminare il campionato con i giallorossi in alto in classifica: “Purtroppo non ho segnato molto, ma per me è più importante che la squadra porti a casa tre punti perché a fine stagione voglio vedere la Roma in alto in classifica. Poi fare più gol e assist è sempre un piacere”. Sul futuro l’armento guarda all’immediato: “Bisogna saper imparare e sapersi divertire ogni giorno in allenamento e in partita, così come nella vita. Voglio giocare il più possibile perché mi rimangono 6-7 anni di calcio, voglio godermi ogni singolo minuto sul campo di gioco”. Sulla sfida alla squadra di Ranieri Mkhitaryan aggiunge: “Contro la Sampdoria non sarà una partita facile né per noi né per loro. E’ tutto nelle nostre mani, dobbiamo creare le occasioni giuste per vincere”.

Le buone notizie da Trigoria

Buone notizie per Paulo Fonseca. La Roma continua la sua preparazione per la sfida di mercoledì all’Olimpico contro la Sampdoria e, come riferisce Sky Sport, sia Mkhitaryan che Pellegrini, entrambi nei giorni scorsi alle prese con un affaticamento muscolare, nell’allenamento di oggi hanno lavorato regolarmente con il gruppo. Si giocano un posto sulla trequarti per la sfida che sancirà il nuovo inizio del campionato dei giallorossi. Proseguono, invece, il lavoro indifferenziato Zaniolo e Pau Lopez ma entrambi potranno tornare a breve ad allenarsi con la squadra.

Jesus e i commenti sui social

Sembrava solo uno scambio di battute via social. Uno a cui Juan Jesus ha abituato i romanisti nel corso degli ultimi anni. Ma piano piano si è trasformato in un vero e proprio dialogo aperto tra il difensore e i tifosi della Roma. Il brasiliano aveva commentato il post in cui la società annunciava il countdown alla partita con la Sampdoria, ‘accusando’ il club di non aver messo il suo numero in primo piano a cinque giorni dal match: “Bello che nemmeno la Roma mi metta nel loro profilo. Questo vuol dire fiducia”.

Sono arrivati, poi, altri supporter romanisti che hanno attaccato il difensore reo di guadagnare troppo rispetto al minutaggio: “Pensi che con i miei quattro soldi il bilancio sia a posto? Hai saltato la lezione di matematica? Venire a Roma non è mai stata una questione di soldi”, la risposta a uno di loro. Juan Jesus ha un contratto fino al 2021 da circa 2.5 milioni di euro.

Senti chi parla alle radio

Sulle principali frequenze radiofoniche romane, i temi principali di discussione riguardano le vicende societarie e l’ormai prossima ripresa del campionato. Guido D’Ubaldo, ai microfoni di Radio Radio, fa il punto della situazione dopo la sospensione di Petrachi: “La situazione è precipitata in maniera clamorosa. Petrachi ha sbagliato in sede di mercato e nel modo di interpretare il suo ruolo. Baldini in questi anni ha avuto un ruolo che ha tolto chiarezza alle strategie della Roma. Un dirigente che non mette piede qui da anni e non ci mette mai la faccia crea confusione.” Roberto Pruzzo, invece, sulla stessa emittente, si esprime così sulle possibilità della Roma di raggiungere il quarto posto: “Se non ci fosse stata questa pandemia la Roma non avrebbe avuto possibilità di raggiungere il quarto posto. Adesso tutto si è un po’ riaperto. Se la Lazio dovesse vincere il campionato costringerebbe la Roma in qualche modo a reagire. Non so dire come si ripresenterà la Roma. Nelle ultime gare è stata comunque altalenante”.

Print Friendly, PDF & Email