NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

 CASA DOLCE CASA – Terminata la tournée negli Stati Uniti, la Roma torna nella Capitale per cominciare a preparare la prima sfida ufficiale della stagione. Il bilancio di questo ritiro ha visto i giallorossi affrontare nell’International Champions Cup, avversari di livello come Tottenham, Barcellona e Real Madrid. Bottino magro visto che le due sconfitte collezionate contro spurs e blancos e la sola vittoria rimediata contro i blaugrana. Gran parte della squadra ha fatto il suo arrivo a Roma con il volo AZ609 atterrato intorno alle 6.50 di questa mattina; i primi a farsi vedere sono stati Kolarov, Dzeko, Manolas, Strootman, Perotti, De Rossi, Mirante, Pellegrini, Florenzi, El Shaarawy, Di Francesco e De Sanctis. Ora due giorni di riposo prima di tornare a lavoro sabato, quando mancherà poco più di una settimana alla sfida del 19 agosto con il Torino.

RETROSCENA MALCOM – Il caso Malcom continua a far discutere. Dopo due settimane dal suo trasferimento al Barcellona, torna sull’accaduto uno degli agenti del brasiliano, Leonardo Cornacini, spiegando i motivi del dietrofront rispetto al trasferimento nella capitale: “La verità è che abbiamo deciso di non portare Malcom in giallorosso perché la Roma non si è comportata bene con noi. Stavamo lavorando all’operazione Fuzato. Che è un nostro calciatore. Poi la Roma l’ha fatta chiudere ad un altro agente, contro il quale, è bene precisarlo, non abbiamo nulla.  La Roma si era comportata male con noi dieci giorni prima con l’affare Fuzato. E abbiamo ricambiato con lo stesso comportamento”.

PEROTTI – Negli ultimi giorni Diego Perotti è stato al centro di alcune voci che lo vedevano come possibile partente per lasciare il posto ad un nuovo esterno. L’attaccante argentino, però, ha ribadito più volte la volontà di restare nella capitale: “Ho sempre detto che non chiuderò la carriera alla Roma, ma se dovessi andare via senza vincere sarebbe una delusione più grande del mondiale. Siamo forti sappiamo ciò che vogliamo e abbiamo possibilità di vincere. Sarebbe bellissimo alzare un trofeo a Roma”. 

CAMPAGNA ABBONAMENTI – Mancano dieci giorni a Torino-Roma, la prima partita in campionato dei giallorossi e, in attesa di tale giorno, continuano senza sosta gli abbonamenti dei tifosi alla stagione 2018/19. La Roma, attraverso il suo profilo ufficiale Twitter, fa sapere che il numero degli abbonati ha superato quello dello scorso anno. Dal 7 giugno, infatti, si sono fidelizzati ben 21974 tifosi, uno in più rispetto alla stagione 2017/18.

CALCIOMERCATO – Niente Premier League per N’Zonzi. Nell’ultimo giorno utile per il mercato inglese, infatti, non sono giunte offerte al Siviglia ed il calciatore francese è rimasto in Andalusia. Per Monchi, quindi, diminuiscono le concorrenti ed ora dovrà decidere se sferrare o meno l’offensiva decisiva. Intanto, sempre sul fronte mediano, il ds del Salisburgo ha chiuso le porte per il trasferimento di Samassekou“Vogliamo tenere unita la nostra squadra. Non c’è scenario per cui rinunciamo a Samassekou”. Si continua a lavorare anche per l’esterno d’attacco, con il nome di Suso che torna in auge: oggi è stato avvistato a Trigoria l’agente dello spagnolo, Alessandro Lucci.

SENTI CHI PARLA – Sulle principali frequenze radiofoniche romane, tema di discussione sono le mosse della società a 8 giorni dalla fine del mercato. Alessandro Austini, a Tele Radio Stereo, si dice convinto dell’arrivo di un centrocampista: “Io sono convinto che da qui alla fine del calciomercato la Roma prenderà un mediano. Se N’Zonzi va all’Inter io non torno dalle vacanze. Juventus lo cerca da due o tre anni”. E’ di diverso avviso Alessandro Vocalelli, ai microfoni Radio Radio, che chiede l’arrivo di un esterno: “Non capisco dove sta l’affare per la Roma se compra un giocatore di 30 anni come N’Zonzi, dopo aver ceduto Nainggolan a 24 più Zaniolo e Santon. L’esterno dovrebbe essere ancora una priorità tecnica come lo era l’anno scorso”.

Alessandro Tagliaboschi

 

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. Non è per caso che il vs assistito si cucca 3 milioni di euro in più di quanto offriva la Roma e di conseguenza intascate una lauta percentuale? Se fossi in Monchi vi depennerei a vita.

  2. Il Fulham, nepromosso in premier ha chiuso con un passivo di 112 milioni il mercato.
    La Roma, semifinalista di champions league, attualmente ha 15 milioni in positivo e fatica a comprare giocatori.
    Gente come Kepa viene ceduta a 80 milioni, Lerma (neanche suo padre sa chi sia) a 28 milioni, Yerry Mina dopo 5 partite nella Liga viene rivenduto a 32 milioni quando a gennaio il Barcellona ne pagò 10. E noi vendiamo il miglior portiere del mondo a 62 e il giocatore più forte a 38 (ipervalutando Santon e Zaniolo che vabbè… volendo essere generosi il valore reale era 30)… ci rendiamo conto dello squallore a cui siamo arrivati? In premier un qualsiasi giocatore mediocre viene comprato per 50 milioni, e noi facciamo fatica a vendere Gonalons… non si va avanti con questa mentalità, in premier la spesa media è stata di 50 milioni a club, con Tottenham, city e united che hanno fatto un solo acquisto l’una, persino il Brighton ha fatto un mercato da paura. Sinceramente non riesco a credere a quanto siamo caduti in basso, vengono in Italia per investire e spendono fior fior di quattrini, fanno squadroni incredibili e noi ce la tiriamo perché siamo stati fortunati e siamo arrivati in semifinale e negli ultimi 5 anni 3 volte siamo stati secondi… non vinceremo più nulla per molti anni se non cambia la mentalità, qua Juve, Inter, Milan e ci metto pure il Napoli perché comunque i soldi li mette, sono di un altro pianeta rispetto a noi. La cosa triste è che ci stiamo dando la zappa sui piedi da soli, perché le potenzialità per fare bene c’erano. Il Monaco dopo la semifinale intasco qualcosa come 400 milioni in cessioni, noi neanche se vendessimo tutti al doppio del prezzo riusciremmo a ricavare quanto loro con 5 cessioni…
    Ma vabbè, intanto aspettiamo la fine del mercato inglese, poi i giocatori si svalutano ahahahah

Comments are closed.