NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Qui Trigoria

A Trigoria si vivono ore calde di calciomercato, ma nonostante tutto non si smette di pensare al prossimo impegno di campionato, quello contro il Sassuolo al Mapei Stadium. Gli uomini di Fonseca, infatti, si sono radunati questa mattina al centro tecnico Fulvio Bernardini per una seduta d’allenamento che ha previsto una prima fase di riscaldamento, una parte atletica e, infine, un lungo focus tattico. Hanno continuato il loro percorso di recupero Zaniolo, Diawara, Mkhitaryan e Zappacosta.

Florenzi lascia la Roma, domani le visite con il Valencia

Florenzi e la Roma sono ai saluti. Il terzino giallorosso, infatti, lascerà la Capitale per la Spagna, dove andrà a vestire la maglia del Valencia. Secondo Sky Sport, l’accordo tra i due club sarebbe stato trovato sulla base di un prestito secco fino a giugno. Il calciatore partirà domani mattina e andrà a sottoporsi alle visite mediche prima della firma sul contratto. Potrebbe essere solo un ‘arrivederci’, come ha aggiunto il suo agente Lucci, perché il club spagnolo non ha nessun diritto di riscatto al termine della stagione.

Villa Stuart: visite mediche per Villar e Pérez

Oggi è stato il giorno di Gonzalo Villar e Carles Pérez. I due nuovi acquisti della Roma si sono sottoposti questa mattina alle ordinarie visite mediche che anticipano la firma con il nuovo club. Lo spagnolo proveniente dall’Elche diventerà un calciatore giallorosso per 5 milioni e firmerà un quadriennale a 600 mila euro l’anno. Per l’esterno scuola Barça, invece, si tratta di un prestito con obbligo di riscatto per un totale di 15 milioni di euro, considerando parti fisse e bonus vari. I catalani si riserveranno un diritto di prelazione su un suo futuro acquisto.

La Roma Primavera è in semifinale di Coppa Italia

La Roma Primavera vince contro l’Atalanta e conquista un posto in semifinale di Coppa Italia, dove affronteranno il Verona. I ragazzi di Alberto De Rossi si sono imposti su un campo difficile, come quello dei bergamaschi, per 1-4. Tall ha sbloccato la partita prima del raddoppio di Simonetti, che si è ripetuto nel secondo tempo per la rete dell’1-3. Chiude la gara Riccardi che ha siglato il gol finale dopo aver dribblato il portiere avversario.

Senti chi parla…

Oggi, sulle principali frequenze radiofoniche giallorosse, il tema della giornata è stato quello legato alla partenza di Alessandro Florenzi. Ne ha parlato Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Sono ore assolutamente importanti. Le varie situazioni si stanno incastrando. Florenzi è in via di definizione, e mi sento di dire che sia un bene per tutti. Mi dispiace, il ragazzo rappresentava sempre e comunque un valore aggiunto. Ma è un bene per la Roma, perché va via un ragazzo che non rientrava più nei piani della Roma e dell’allenatore, che non lo reputa un titolare. Ma è un giocatore che guadagna tanto, e la Roma non può pagare così tanto uno che non è un titolarissimo e ci sta che lo venda. È un bene anche per Florenzi, che non può più giocare in questa città, e la parola fine è stata messa il 17 giugno 2019. Ed è un bene anche per la squadra nel senso che non è mai stato un capitano molto riconosciuto dai compagni”. Anche Checco Oddo Casano ne ha parlato a Centro Suono Sport: “Mi dispiace umanamente per Florenzi, soprattutto per come è stato trattato in questi ultimi due anni da una parte di questa città: sono state dette e scritte tante falsità su questo ragazzo, a prescindere dal suo rendimento in campo. È del tutto evidente che Florenzi non rientri più nei piani tecnici di Fonseca, si era capito da tempo e credo che ci sarà pochissimo margine a giugno per un suo reinserimento”.

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

  1. Dispiace veramente che Florenzi il terzo romanista e capitano che si allontana dalla Roma, Totti, De Rossi ed ora lui. Lo sbaglio , a mio modesto avviso, è stato quello di farlo giocare da terzino da molto tempo, lui che era ed è nato come centrocampista-ala di destra e per utilità anche di sinistra. Allora per non perdere anche il treno della nazionale ,a malincuore, è bene che vada al Valencia dove può giocare con più frequenza e magari ritornare alla Roma con il piacere di coloro che l’aspettano.

Comments are closed.