NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Le parole di Guido Fienga

La sospensione di ieri del direttore sportivo Gianluca Petrachi ha scosso il mondo Roma. A fare chiarezza ci ha pensato il CEO del club Guido Fienga, a cui è stata affidata momentaneamente la direzione sportiva della squadra. Ecco alcune delle sue parole.

La sospensione del ds a pochi giorni dal ritorno in campo sembra un autogol: quasi a volersi far male da soli. Cosa è successo?
“Proseguiamo convinti nel nostro progetto di crescita e ci affidiamo agli uomini che sappiano interpretarlo. Avremmo voluto evitare la decisione di sospendere il d.s., ma evidentemente è stata inevitabile, essendosi rotto un rapporto fiduciario, che è la base di una relazione”.

I social però ribollono. C’è chi pensa che la separazione dal ds sia dovuta a un ridimensionamento delle ambizioni.
“Innanzitutto ci tengo a dire che il progetto Roma non prevede ridimensionamenti. Non cambia di una virgola l’intenzione di far salire di livello società e squadra con elementi all’altezza per far stare la Roma lì dove merita: ai vertici del calcio italiano e protagonista in Europa. Petrachi ha partecipato allo sviluppo di questo progetto, ma è stato evidente, specie nelle ultime esternazioni pubbliche e private, un disallineamento nella sua percezione dei ruoli e nel rapporto con i vertici della società. In ogni caso, il disallineamento non riguarda assolutamente temi di mercato”.

Stop per Mkhitaryan: è a rischio contro la Samp

Henrikh Mkhitaryan potrebbe non esserci contro la Sampdoria il 24 giugno. L’armeno, secondo quanto riporta calciomercato.com, è infatti vittima di un affaticamento muscolare. Le sue condizioni saranno monitorate giorno per giorno, ma la presenza del calciatore della Roma nella gara di mercoledì contro i blucerchiati è a rischio. Insomma, un’altra preoccupazione per Paulo Fonseca, che aveva appena recuperato Lorenzo Pellegrini, colpito dallo stesso inconveniente.

Le voci sul ritorno di Sabatini in giallorosso

La Roma sta vivendo un momento di caos societario. Ma per il futuro potrebbe esserci un grande ritorno, ovvero Walter Sabatini. Secondo quanto scrive il Corriere dello Sport, infatti, nel caso in cui Pallotta vendesse il club, il ds umbro potrebbe approdare nuovamente a Trigoria. C’è addirittura chi sostiene che vi siano già stati dei contatti tra il CEO giallorosso Fienga e lo stesso Sabatini. Dopo aver lasciato la capitale nel 2016, non è quindi da scartare l’ipotesi di un suo clamoroso ritorno alla ‘Lupa’.

Coronavirus, gli aggiornamenti della Protezione Civile

La Protezione Civile ha diramato il consueto bollettino giornaliero con i dati relativi al coronavirus in Italia. Il totale delle persone che hanno contratto il virus da inizio pandemia è di 238.011, con un incremento rispetto a ieri di 251 nuovi casi. Gli attualmente positivi sono 21.543, con una decrescita di 1.558 persone rispetto a ieri. 161 pazienti sono in cura presso le terapie intensive, 7 in meno rispetto a ieri. Si registrano 47 decessi che portano il totale a 34.561. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 181.907, con un incremento di 1.363 persone rispetto a ieri.

Brutta avventura per Bryan Cristante

Bryan Cristante è stato vittima di una tentata rapina. Intorno alle 10.30, il calciatore della Roma stava camminando lungo viale Angelico e, come riporta Il Messaggero, è stato affiancato da due persone in scooter coperte da un casco e armate di pistola. I due avevano infatti messo gli occhi sul Rolex del giocatore, dal valore di migliaia di euro, tentando di strapparglielo dal polso. L’ex Atalanta però è riuscito a divincolarsi e si è subito recato a sporgere denuncia al commissariato Prati. La polizia ha quindi dato inizio alla caccia all’uomo.

Incidente in handbike per Zanardi: è in gravi condizioni

Alex Zanardi è rimasto coinvolto in un incidente stradale in provincia di Siena, durante una delle tappe della staffetta di Obiettivo tricolore. Ovvero il viaggio a cui partecipano atleti paralimpici in handbike, bici o carrozzina olimpica. Secondo fonti Ansa, l’incidente è avvenuto lungo la statale 146 nel comune di Pienza. Inoltre, sarebbe coinvolto anche un mezzo pesante, e sul posto è immediatamente intervenuto l’elisoccorso per trasferire Zanardi in ospedale con diversi traumi diffusi. L’atleta è in condizioni gravissime a causa dell’incidente, avvenuto quando gli atleti si trovavano a poco dalla fine della tappa odierna prevista a Montalcino. L’ex pilota automobilistico è ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena che ha reso noto il bollettino sulle sue condizioni: “E’ stato subito preso in cura dai professionisti del pronto soccorso, valutato in shock room e le sue condizioni sono gravissime per il forte trauma cranico riportato ed è al momento sottoposto ad un delicato intervento di neurochirurgia”. Previsto per domani mattina un nuovo aggiornamento sulle sue condizioni.

Senti chi parla…alle radio

Tiene banco la questione societaria in casa Roma. Petrachi è stato sospeso dal ruolo di direttore sportivo e rimangono molti i dubbi sul futuro del club a pochi giorni dal rientro in campo contro la Sampdoria. Questo è il tema principale trattato sulle frequenze radio giallorosse. Ecco il pensiero di Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Assistiamo per l’ennesima volta ad un altro capitolo della cosiddetta rivoluzione permanente della Roma. I grossisti dello sport sono convinti che cambiando qualcosa ogni anno si possa raggiungere qualcosa. Questa rivoluzione continua è necessaria perché non esistendo un progetto sportivo, il meccanismo è semplice. Si assume un allenatore, ds o dirigente, e questo personaggio ha l’obbligo di andare davanti ai tifosi e metterci la faccia per le decisioni che vengono prese a Boston e Londra. Quando il soggetto interessato si rende conto di essere finito nel tritacarne, comincia ad innervosirsi e a dare segni di scompenso. E alla fine tutto viene risolto con il taglio dei rapporti, scaricando su di lui tutte le responsabilità. Il prossimo capro espiatorio sarà Fonseca, vista tutta l’autonomia che avrà ora. Tutto questo non è casuale, è una strategia che si ripete all’infinito, finché ci sarà il duo Pallotta-Baldini”. Queste invece le parole di Luigi Ferrajolo a Radio Radio Pomeriggio: “Se la Roma ha dato stipendi molto alti non è colpa di Petrachi. Quando è arrivato alla Roma ha subito creato un conflitto tra il club e gli arbitri, a torto o a ragione. E la Roma dovette tamponare. Non è mai successo che un ds sia stato sospeso, è ovvio che ora nasca un braccio di ferro. Petrachi non è all’altezza di un club come la Roma, ma non solo negli stipendi. Direi nella gestione delle situazioni e nei suoi interventi esterni”.

Print Friendly, PDF & Email