NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Europa League, c’è la data di Roma-Siviglia

Oggi il comitato esecutivo UEFA si è riunito per stilare il programma delle coppe europee che si svolgeranno ad agosto. Champions League ed Europa League si concluderanno con le final eight e saranno disputate rispettivamente a Lisbona e in Germania. Roma e Inter saranno le prime squadre a scendere in campo nella seconda coppa continentale, dove affronteranno in una gara secca Siviglia e Getafe. I giallorossi giocheranno tra mercoledì 5 e giovedì 6 agosto e la diretta TV sarà affidata a Sky Sport che trasmetterà la gara anche in streaming sulla piattaforma Sky Go. Da confermare ancora le città in cui verranno giocati gli ottavi di finale, mentre la finale si giocherà a Colonia il 21 agosto.

Liste UEFA riaperte: Zaniolo può tornare

La Roma e Zaniolo ci speravano. L’UEFA, secondo quanto riportato da Sky Sport, riaprirà le liste dei calciatori. Le regole da seguire saranno le seguenti: le squadre potranno registrare tre nuovi giocatori nella loro lista A a patto che tali calciatori siano già registrati e idonei per il club dalla data di scadenza della registrazione (3 febbraio 2020). L’elenco A potrà contenere un massimo di 25 membri e non sarà possibile registrare chiunque si sia appena trasferito. Saranno consentite le 5 sostituzioni durante le partite della stagione 2019/20, in conformità con la modifica temporanea delle regole del gioco, mentre il numero di sostituzioni per la stagione 2020/21 tornerà a tre. Zaniolo, quindi, potrà tornare a giocare l’Europa League.

La nuova strategia di Friedkin

Fino a pochi mesi fa Dan Friedkin sembrava vicinissimo a diventare il nuovo proprietario della Roma. La pandemia causata dal nuovo coronavirus ha però mischiato le carte in tavola, frenando bruscamente una trattativa ben avviata. Secondo quanto riportato da Milano Finanza, però, Friedkin avrebbe già in mente una strategia per superare l’ostacolo ‘seller financing’ (‘finanziamento del venditore’, ndr), citato da Pallotta nella sua recente intervista. Il magnate texano non sembra intenzionato ad alzare la sua offerta, bensì a pagare ‘cash upfront’, ovvero tutto e subito. Da entrambe le parti si lavora per far ripartire la trattativa, ora sarà da capire se James Pallotta sarà disposto ad accettare questa modalità di offerta.

Le parole di Zaniolo e Spinazzola

Oggi giornata da social media manager per Leonardo Spinazzola, che oggi ha gestito l’account Instagram ufficiale della Roma. Durante il pomeriggio, il terzino giallorosso ha anche condotto una diretta insieme al suo compagno di squadra Zaniolo che, tra i vari argomenti, ha anche parlato del suo rientro in gruppo: “Ancora due o tre settimane e poi tornerò con la squadra”. Spinazzola ha invece descritto le sensazioni di questi giorni che anticipano la ripartenza della Serie A: “In questo periodo per motivi di sicurezza ci cambiamo nelle nostre stanze personali. Ci manca molto lo spogliatoio, ma rispettiamo i protocolli di sicurezza. Non vediamo l’ora di tornare in campo, sarà molto diverso senza pubblico, però non vediamo l’ora. Allenarsi senza un obiettivo era difficile, mentre da una ventina di giorni che vediamo l’obiettivo è più semplice. Sarà bello ma difficile. Non so come sarà vedere lo stadio vuoto. L’obiettivo è la Champions”.

Le parole di Gravina

Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Sky Sport in occasione del 50° anniversario di Italia-Germania 4-3, semifinale del Mondiale di Messico 1970. Il numero uno della Federcalcio ha anche risposto a una domanda sulla quarantena soft: “Ritengo che il lavoro fatto con il Comitato tecnico scientifico sia un risultato straordinario con la quarantena soft che è comunque una quarantena controllata. Sono convinto che avendo avuto l’ok del CTS possa essere un provvedimento di veloce attuazione”.

I ricordi di Totti dello scudetto

Il 17 giugno del 2001 la Roma conquistava il terzo scudetto della sua storia. A DAZN, Francesco Totti ha raccontato di quando, durante i festeggiamenti, andò in giro con il motorino di un suo amico: “Delirio totale, era impensabile che potessi camminare per strada anche perché c’erano 6 milioni di persone in giro per Roma. Sai non è che siamo abituati a vincere anno dopo anno, perciò una volta ogni 20 anni, quando succedono questi eventi importanti la vivi diversamente. Poi i romani sono abbastanza caldi. Me la sono vissuta? Non tanto. L’ho vissuta col casco, con la sciarpa, cercando di non farmi riconoscere che non era semplice”.

Calciomercato: accelerata per Pedro

Il calciomercato ripartirà il 1° settembre e la Roma ha già le idee chiare su quale sarà il suo primo acquisto. Come riportato da Il Messaggero, con ogni probabilità i giallorossi punteranno su prestiti, svincolati e giocatori provenienti dall’estero, sui quali è più conveniente investire con il decreto crescita. Ecco spiegata l’accelerazione su Pedro, che rappresenta il perfetto compromesso dal punto di vista economico e tattico. Lo spagnolo avrebbe già accettato il biennale da 3.5 milioni offerti dalla Roma. Secondo The Athletic, sul contratto del giocatore potrebbe essere inserita un’opzione per il rinnovo del terzo anno. Per quanto riguarda la gestione interna del calciomercato, secondo il quotidiano Baldini si occuperà degli acquisti, mentre Petrachi lavorerà alle cessioni.

Il bollettino della Protezione Civile

La Protezione Civile ha diffuso i dati ufficiali aggiornati sulla situazione dei contagi da COVID-19 in Italia. Il numero totale dei contagi ha raggiunto 2237.828 unità, con i 328 – di cui il 73.5% in Lombardia – registrati oggi. I casi attuali registrati sono stati 644 in meno. Oggi le persone decedute sono state 43, portando il numero totale a 34.448. I guariti raggiungono quota 179.445, per un aumento in 24 ore di 929.

Senti chi parla…

Oggi, sulle principali frequenze giallorosse, uno dei temi della giornata è stato quello legato al terzo scudetto della Roma, vinto il 17 giugno del 2001. Ne ha parlato Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Batistuta era micidiale sotto porta e insieme a Totti ha dimostrato la potenza assoluta, la Roma era una grande squadra arricchita da questi due giocatori. Sono da mettere insieme, ma senza tralasciare gli altri perché da soli non si vince”. Ne ha parlato anche Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “Capello, con la Roma in queste condizioni, non sarebbe mai venuto. Una strategia vincente che la Roma non è mai riuscita a mettere in piedi in questi anni. Inoltre, in quella formazione, oltre ad avere calciatori fenomenali tra i titolari, aveva anche una panchina importante. Molti allenatori volevano allenare la Roma perché aveva individualità di alto livello. Gli stessi calciatori avevano voglia di vestire il giallorosso”.

Print Friendly, PDF & Email