NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Roma, duro confronto Fonseca-giocatori a Trigoria. Si fermano Pedro e Mkhitaryan

Il clima è ancora pesante in casa Roma. Dopo il pasticcio con lo Spezia e l’allontanamento del team manager Gombar e di Zubiria, a Trigoria ancora non è tornato il sereno. Nella giornata di oggi sarebbe avvenuto un lungo confronto tra la squadra e Fonseca. Dzeko e Pellegrini hanno preso la parola nello spogliatoio e hanno chiesto al tecnico di far tornare il team manager che ieri sera ha salutato tutto lo staff e ha lasciato Trigoria, perché ritenuto solo uno dei responsabili del grave errore commesso contro lo Spezia e non l’unico artefice del disastro. Un confronto a tratti dai toni duri e aspri che ha fatto slittare l’allenamento dalla tarda mattinata al pomeriggio. E dalla seduta di oggi non sono arrivate buone notizie per il tecnico portoghese: si fermano Pedro e Mkhitaryan per problemi muscolari. Sono in dubbio per la sfida allo Spezia, domani sosterranno il provino decisivo.

Visci per il dopo-Zubiria

Ci sarebbe anche il nome di Pierfrancesco Visci, attuale direttore organizzativo e segretario generale dello Spezia, secondo quanto si apprende nella città ligure, tra quelli sondati dalla Roma per sostituire Manolo Zubiria, nel mirino della società capitolina assieme al team manager Gianluca Gombar dopo il pasticcio delle sei sostituzioni in Coppa Italia martedì scorso all’Olimpico, che costerà il secondo ko a tavolino della stagione.

Visci, tornato allo Spezia dopo aver ricoperto per quattro anni incarichi dirigenziali all’Inter, martedì sera sarebbe stato tra i primi ad accorgersi dell’errore compiuto dalla Roma durante i tempi supplementari della partita, persa poi sul campo dalla squadra di Fonseca.

Roma-Spezia, arbitra Pairetto

Sabato per la Roma sarà già il momento di tornare in campo: nuova sfida con lo Spezia, dopo la debacle in Coppa Italia. Ad arbitrare il match ci sarà Luca Pairetto, arbitro torinese che ha già diretto i giallorossi in questa stagione nella partita con il Cagliari, finita 3-2 per la squadra di Fonseca. Insieme a lui gli assistenti Lo Cicero e Fiorito, il quarto uomo Abisso, il Var Banti e l’AVar Del Giovane. Le strade della Roma e di Pairetto si sono incrociate già in sette occasioni. Compresa la già citata partita con il Cagliari, sono cinque i successi per i giallorossi, mentre due sono le sconfitte. L’ultima la scorsa stagione, nel rocambolesco 4-2 subìto a Reggio Emilia contro il Sassuolo.

Calciomercato, ritorno di fiamma per Reynolds. Attesa El Shaarawy

Nuovo colpo di scena nella trattativa Reynolds. Come riporta tuttomercatoweb.com, nelle ultime ore la Roma sarebbe tornata con forza sul giocatore, provando a strapparlo alla concorrenza composta dalla coppia Juventus-Benevento. Ad avvantaggiare ulteriormente il club capitolino c’è anche lo slot da extracomunitario ancora libero, che permetterebbe di tesserare da subito il terzino del Dallas FC e tenerlo in rosa già da questa finestra di gennaio.

Per quanto riguarda il reparto avanzato, invece, l’obiettivo numero uno è sempre Stephan El Shaarawy. Il ‘Faraone’ si sta allenando a Dubai per tenersi in forma e farsi trovare pronto qualora arrivasse la chiamata del club giallorosso. La Roma, però, aspetta novità dal suo fratello-agente Manuel che sta trattando con lo Shanghai Shenua la risoluzione del contratto.

Senti chi parla

Sulle principali frequenze radiofoniche romane il tema principale di discussione è il momento di crisi della squadra giallorossa. Secondo Roberto Pruzzo, intervenuto a Radio Radio, c’è uno scollamento tra i giocatori e il tecnico: “Ho l’impressione che la squadra non lo ascolti nemmeno. Contro la Lazio al 20′ hai consegnato le chiavi. Nel momento decisivo, nelle partite che contano, sbaglia sempre qualcosa. Nel secondo tempo metti qualcuno! Poi arriva una partita contro lo Spezia per cambiare pagina, dici che i tifosi sono delusi e poi vai in campo con una squadra in quelle condizioni? E’ normale che chi comanda inizi ad avere dubbi. Sono tutti responsabili, lo staff deve essere coeso e coordinato. Se è il calciatore a dirti che hai sbagliato siamo alla fine del mondo”. Giulia Mizzoni, ai microfoni di Rete Sport, si interroga sulla ‘fiducia a tempo’ concessa dai Friedkin a Fonseca: “Credo di non capire certe dinamiche: dire “fiducia fino a…” non è già di per sé un ossimoro? Cioè se imbrocchi le prossime 3 ok, se poi sbagli la quarta torna tutto di nuovo in discussione? Servono lo Spezia o la Juve in campionato per, eventualmente, preferire Allegri a Fonseca? Diciamo piuttosto che è atteso al varco. Ma ha senso?”

Print Friendly, PDF & Email

8 Commenti

  1. Spero sia una bufala dei giornali.
    Sarebbe un fatto gravissimo se i giocatori, ossia dei semplici dipendenti, si permettessero di alzare la voce contro una decisione, assolutamente legittima, della proprieta’ che gli paga gli stipendi.

  2. Ora fanno tutti i buoni samaritani , ma l’altra sera hanno fatto pena, Majoral, mi piacerebbe sapere cosa ha da dire, si è mangiato 4 gol già fatti, e Pau Lopez? Cosa ha da dire uno che fa il calciatore e con i piedi prende le mosche!, devono tutti darsi una svegliata! l’allenatore non ha colpa, è solo un incapace ma non l’ha chiesto lui di allenare la Roma, sono andati a cercarlo in Russia, ma se uno finisce ad allenare la un motivo ci sarà pure!

  3. Io li avrei fatti parlare poi avrei detto loro che apprezzavo il loro gesto e per ringraziarli avrei ordinato di fare 300 flessioni li’ e subito…

Comments are closed.