NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

Diawara vicino al recupero, domani ultimo controllo da Fink per Zaniolo

Ultimi allenamenti dell’anno per la Roma, prima di archiviare la stagione che si chiuderà con la sfida di domenica, ore 20.45, contro lo Spezia. Una buona notizia per Fonseca: Diawara oggi si è allenato parzialmente in gruppo e spera di poter essere disponibile per la gara contro i liguri. Discorso diverso, invece, per gli altri infortunati: Veretout, Spinazzola, Smalling, Calafiori, Carles Perez, Pellegrini e Ibanez hanno continuato a lavorare a parte.

Domani sarà un giorno importante per Nicolò Zaniolo. Il classe ’99, infatti, volerà volerà in Austria, ad Innsbruck, per la visita finale con il dottor Christian Fink, il chirurgo che ha effettuato l’intervento al ginocchio. Otto mesi dopo il classe ’99 è in attesa dell’ok definitivo, ma il medico aveva già illustrato la strada all’inizio, sottolineando la necessità di allungare i tempi di recupero per scongiurare rischi. Non è escluso, però, che possa scendere in campo pcon la Primavera prima dell’inizio dei play-off.

Calciomercato Roma, dai nodi Mkhitaryan e Dzeko ai rientri dai prestiti

La stagione della Roma è ormai ai titoli di coda e a Trigoria si programma il futuro con Josè Mourinho in panchina. Uno dei primi compiti estivi di Tiago Pinto sarà capire il futuro di Mkhitaryan e Dzeko. A gennaio per l’armeno è scattato il rinnovo automatico per un anno, opzione che, però, il calciatore può far decadere. Molto dipenderà da Josè Mourinho con il quale il trequartista ha avuto più di qualche problema ai tempi del Manchester United. Nella prossima settimana i due potrebbero avere un colloquio per capire se proseguire insieme oppure no. Intanto, Raiola ha proposto il giocatore al Milan da cui, però, non ha avuto una risposta entusiasta. Discorso simile per Edin Dzeko: il giocatore è attratto dall’ipotesi di andare a Los Angeles, ieri ha organizzato un pranzo con la squadra che ha avuto il sapore d’addio, ma prima di prendere una decisione definitiva dovrà parlare con lo ‘Special One’.

Poi ci sarà da scogliere i nodi riguardanti i calciatori che presto rientreranno da i prestiti. Si tratta di Florenzi (Psg), Olsen (Everton), Under (Leicester), Nzonzi (Rennes) e Kluivert (Lipsia), e, come sottolinea La Gazzetta dello Sport, non è escluso che qualcuno di loro possa diventare una risorsa. Tiago Pinto inizierà a lavorarci già dalla prossima settimana. Tutti e 5 hanno due anni ancora di contratto (tranne il francese, in scadenza nel 2022. Per questo la via del prestito non è percorribile, resta quindi la cessione. E i capitolini sperano di ricavarci almeno 7-8 milioni. Il PSG deciderà sull’ex capitano solo a fine stagione, mentre il turco e l’olandese verranno probabilmente valutati da Mourinho. In caso di addio potrebbero portare una decina di milioni a Trigoria, così come il portiere svedese, che potrebbe essere ceduto a 5 milioni. Potenzialmente la Roma avrebbe circa 40 milioni di tesoretto, a cui aggiungere 25 milioni lordi degli ingaggi.

I nomi per il mercato in entrata, invece, restano sempre gli stessi. In porta piace Rui Patricio, mentre per il centrocampo il nome in pole-position è sempre quello di Nemanja Matic. Il contratto del mediano serbo scade nel 2023, ma il giocatore gradirebbe ritrovare il tecnico lusitano. Per la difesa si guarda Nuno Tavares del Benfica, che può giocare su entrambe le fasce. Per quanto riguarda il reparto avanzato, resterebbe in corsa Carlos Vinicius, anche se a Trigoria piacerebbe Tanguy Ndombele del Tottenham, il cui cartellino costerebbe 40 milioni, ma la Roma potrebbe optare per altre soluzioni come il prestito.

Senti chi parla

Sulle frequenze radiofoniche romane il tema principale di discussione riguarda le mosse del club giallorosso nella prossima finestra di mercato. Secondo Roberto Pruzzo, intervenuto a Radio Radio, la Roma parte da una buona base: “Io credo che la Roma parta da una buona base. Ci sono i giovani che possono essere le fondamenta di una squadra. Credo che la Roma abbia bisogno di un giocatore per reparto, di alto livello. Se aggiungi questi può fare un salto di qualità. Florenzi? Penso sarà titolare in Nazionale, si è rilanciato, nel PSG non è facile giocare”. Francesco Balzani, a Centro Suono Sport, parla di Mkhitaryan: “Un nome che si sta riavvicinando alla Roma è Mkhitaryan, l’armeno potrebbe rimanere nella Capitale. In Italia stiamo molto indietro sui settori giovanili, anche la Roma ha questo problema”.

Print Friendly, PDF & Email