romanews-roma-coronavirus-siviglia-allenamento-gabbiadini
Foto Getty

NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata raccolte per voi in un solo articolo: buona lettura!

La Roma scrive alla UEFA

La Roma è stata costretta a saltare l’impegno di Europa League contro il Siviglia, a causa dell’allarme Coronavirus. Prima della notizia della riunione programmata dalla UEFAil 17 marzo per stabilire il futuro delle coppe europee, la Roma ha inviato una lettera a NyonIl club giallorosso avrebbe invitato l’UEFA a procedere con la sospensione di Europa League e Champions League il prima possibile.

Stop alle competizioni europee

Questo pomeriggio la Roma avrebbe dovuto giocare l’andata degli ottavi di Europa League ma il club giallorosso non è potuto partire alla volta di Siviglia. Da domani si fermeranno tutte le competizioni europee ed è imminente il rinvio degli Europei 2020, che si disputeranno, probabilmente, nel 2021. In questo modo i club avrebbero modo di disputare le partite delle coppe europee a giugno senza alcuna scadenza.

Qui Trigoria

La Roma torna ad allenarsi domenica 15 marzo alle ore 11:00. I giallorossi sarebbero dovuti essere in Spagna a disputare l’andata degli ottavi di Europa League, ma si ritroveranno invece in pausa per poi continuare tra qualche giorno la preparazione a Trigoria.

Roma Cares e Pallotta donano allo Spallanzani

L’Ospedale Spallanzani di Roma affronta l’epidemia in prima linea e in questi giorni sono state aperte campagne per donare fondi a sostegno della struttura. Tra i donatori anche James Pallotta e Roma Cares, che hanno devoluto 50.000 euro rispettivamente per migliorare le attrezzature e per l’assistenza ai contagiati, come rende noto lo stesso club giallorosso tramite social.

Rinviate le partite di Juve e Real

Il Coronavirus ha costretto il calcio a molteplici rinvii, tra cui i match di Champions League Juventus-Lione e Manchester CityReal Madrid. Bianconeri e Merengues non potranno infatti disputare le gare a causa della quarantena dovuta al contagio di Daniele Rugani a Torino e un cestista dei ‘Blancos’ a Madrid che ha costretto l’intero centro sportivo di Valdebebas all’isolamento.

La Liga si ferma

Dopo la Serie A, anche la Spagna ha detto stop alla Liga e decretato la sospensione di tutte le manifestazioni sportive. Anche la Premier League potrebbe compiere il primo passo decretando l’obbligo di porte chiuse per le partite di Premier League. Oggi le leghe più importanti del continente saranno in video conferenza con l’Uefa per discutere del futuro.

Roma-Friedkin in stand-by

Il presidente della Roma sarebbe spazientito per il protrarsi della firma dei contratti preliminari facendo trapelare che non sarebbe il coronavirus a rallentare l’affare, ma il magnate texano. È evidente che il tycoon di Boston abbia fretta di vendere il club alla cifra inizialmente pattuita per non perdere diversi milioni, ma è nei diritti di Friedkin capire come evolverà la situazione italiana ed europea prima di buttarsi in un investimento così oneroso.

La Fiorentina su Spinazzola

Con il campionato fermo a causa del Coronavirus, alcuni club di Serie A cominciano a volgere la loro attenzione al calciomercato. La Fiorentina sarebbe interessata al giocatore della Roma Leonardo Spinazzola come alternativa per la fascia e per la difesa, anche se i viola prima dovranno risolvere la questione DalbertBiraghi con l’Inter.

Senti chi parla…

Ecco cosa si dice sulle principali frequenze radiofoniche romane. Guido D’Ubaldo a Radio Radio Pomeriggio: “La due diligence è stata completata prima del dilagare del virus. Prima di chiudere l’accordo Friedkin vuole capire cosa accadrà nel panorama del calcio internazionale. Nessun imprenditore investe a cuor leggero in un paese che dovrà affrontare una lenta ripresa. Sarà necessario rivedere i numeri. Allo stesso tempo Pallotta garantisce la continuità aziendale e ha onorato l’aumento di capitale. Friedkin non è orientato a ritirarsi, ma solamente ad attendere il prezzo reale.” Daniele Lo Monaco a Tele Radio Stereo: “E’ chiaro che una situazione del genere (emergenza coronavirus, ndr) ha trovato una serie di impreparazioni. Mi viene da pensare che l’Uefa stia aspettando qualche intervento dell’Unione Europea, a livello governativo, dei Primi Ministri. Il calcio in Italia non è stato fermato da Gravina o Dal Pino, ma dal Governo Conte. Questo stavano aspettando e questo dovevano fare. E anche l’Uefa sta aspettando che succeda questo. L’Uefa non interviene, ha minacciato di squalificare la Roma sostanzialmente, anche se il club giallorosso ha fatto capire che le responsabilità per giocare non sono le sue. Viene da ridere oggi a pensare che ci sia un paese che accetti di accogliere le due squadre. Sono sicuro, però, che nelle prossime ore verrà fermato tutto”.

Claudia Belli

Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureata in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico il più presto possibile.