NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Serie A, la nuova ipotesi è riprendere a maggio. Lunedì si decide

Cominciano ad essere diversi i casi di Coronavirus in Serie A, non ultimi Cutrone e Pezzella della Fiorentina e De Paoli e Bartosz Bereszyński della Sampdoria. La Lega è quindi tenuta, dopo lo stop del campionato, a pianificarne il futuro, e come ha detto il Presidente FIGC Gravina, terminare il torneo è una priorità. Lunedì i club italiani si riuniranno in conference call per stabilire le sorti della Serie A. Tra le ipotesi c’è quella di ricominciare gli allenamenti a metà aprile, tornando in campo a maggio e concludendo il torneo il 30 giugno. In questo modo, ovviamente, salterebbe il campionato Europeo. In merito a tale tema i medici della Serie A si sono espressi tramite una nota, consigliando di non riprendere nessuna attività prima di un netto miglioramento della situazione Coronavirus.

In attesa della Uefa giallorossi a Trigoria mercoledì alle 11

Con l’emergenza Coronavirus, i club di Serie A hanno anche sospeso temporaneamente gli allenamenti. Per quanto riguarda la Roma, i giallorossi dovrebbero tornare ad allenarsi al Centro Sportivo Fulvio Bernardini mercoledì 18 marzo alle ore 11.00. Queste sono al momento le disposizioni per la squadra di Fonseca che, come tutti gli altri club di Serie A, resta però in attesa della riunione prevista martedì 17, durante la quale si deciderà il futuro del campionato. Non è escluso che l’esito della riunione possa far sì che la Roma cambi i propri piani.

Coronavirus, Dzeko e Totti a sostegno dell’Ospedale Spallanzani. E Fonseca invita tutti a rimanere a casa.

In questo momento di necessità, tanti volti giallorossi stanno dando il proprio contributo per arginare la minaccia Coronavirus. Edin Dzeko ha reso noto tramite i propri canali social di aver effettuato una donazione a beneficio dell’Ospedale Spallanzani di Roma. L’ex Capitano Francesco Totti ha lanciato un appello per migliorare la terapia intensiva della struttura, e ha esortato tutti a donare. Paulo Fonseca invece tramite Instagram ha incoraggiato le persone a rimanere in casa e rispettare le misure di sicurezza, fiducioso che con la collaborazione di tutti presto si potrà tornare alla normalità. Daniele De Rossi si è invece recato all’Ospedale San Camillo per donare il sangue insieme alla moglie Sarah Felberbaum. L’ex giocatore del Boca ha inoltre esortato a non aver paura e a contribuire anche in questa maniera, perché nel Lazio c’è grande esigenza di sangue.

Roma, problema dei prestiti se la Serie A finisce a luglio. Karsdorp e Coric verso l’addio

Tra le ipotesi per risolvere la questione Serie A ci sarebbe anche quella di terminare a luglio. Questa particolare circostanza, però, creerebbe qualche problema alla Roma, soprattutto sul fronte prestiti. Alcuni giocatori come Smalling e Mkhitaryan, infatti, non potrebbero essere schierati dopo il 30 giugno, termine della scadenza del prestito dei due giocatori. Per quanto riguarda il calciomercato giallorosso in uscita, in più, vista la notevole stagione disputata, Karsdorp potrebbe essere riscattato dal Feyenoord, che verserebbe nelle casse della Roma 8 milioni di euro. Ipotesi simile anche per Ante Coric, il quale potrebbe rimanere all’Almeria, qualora il club spagnolo fosse promosso in Liga. Maxime Gonalons, invece, rimarrà al Granada, fruttando al club capitolino circa due milioni di euro.

Senti chi parla…

Sulle principali frequenze radiofoniche della capitale i due temi più discussi sono stati ovviamente da una parte lo stop del campionato a causa del Coronavirus. Dall’altra lo stallo in cui si trova la trattativa per la cessione della Roma a Dan Friedkin. Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “Credo che Pallotta non veda l’ora di vendere la Roma, si accontenterà anche di un’altra cifra. Mi preoccupano i tempi, temo che il tutto possa slittare di una stagione.” Antonio Felici a Centro Suono Sport è un po’ più pessimista: “Friedkin? Il rischio è che vada da Pallotta e gli dica ‘dammi la Roma gratis’. Più passa il tempo e più ci si avvicina ad una situazione del genere.” C’è poi chi parla di campionato e rinvii, Sandro Sabatini a Radio Radio Mattino: “Pensavo che la Uefa sarebbe arrivata in anticipo, invece è arrivata in ritardo. Le partite dovevano essere dall’inizio a porte chiuse, la riapertura non era possibile” ed infine Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “Quando il campionato riprenderà dovrà farlo a porte chiuse. Se si riesce a fare si farà, altrimenti il campionato salterà”.

Print Friendly, PDF & Email