NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Coronavirus, il comunicato della Lega Serie A

Una conference call per studiare il futuro della Serie A che deve fare i conti con l’emergenza Coronavirus. I club si sono riuniti e hanno stabilito come termine ultimo per riprendere il campionato la data del 9 maggio. Allo studio svariate ipotesi, tra queste anche quella di allungare tutti i contratti (calciatori, sponsorizzazioni e diritti televisivi) al 15 luglio tramite una deroga che coinvolga la norma delle regole Noif.

Nei prossimi giorni le parti si aggiorneranno nuovamente per tracciare una linea anche in base ai dati della Protezione Civile e delle Istituzioni sulla pandemia COVID-19. Durante la conference call non è stato previsto lo stop definitivo al campionato. Mentre Euro2020 dovrebbe slittare di un anno, così come chiederà la FIGC. Lo riporta Tuttomercatoweb.com.

Ecco un estratto del comunicato della Lega Serie A: “I Club, infine, hanno ribadito all’unanimità la volontà di portare a termine il Campionato di Serie A TIM, non appena le disposizioni delle autorità governative e le condizioni sanitarie lo permetteranno. Questa la posizione della Lega Serie A in vista della riunione di domani convocata dall’Uefa”.

Intervista Dzeko

Edin Dzeko ha rilasciato un’intervista a The Athletic in cui si è aperto a 360° sulla sua esperienza nella Roma, di cui, dopo la partenza di Florenzi, è diventato capitano. Queste alcune delle sue parole:

“Non dormo mai dopo le partite. Troppi pensieri, troppi pensieri su tutto. Anche dopo una grande vittoria. Dopo ogni partita, puoi fare analisi, che sia una vittoria o che sia una sconfitta. Magari c’è stata qualche occasione in cui avrei dovuto segnare e non l’ho fatto e penso a come avrei potuto fare”

Dalla Spagna: la Uefa pensa di congelare le classifiche, c’è un precedente

Gravina oggi non ha escluso nemmeno la possibilità di ‘spalmare’ l’attuale campionato su due stagioni ma a Nyon sarebbe un’altra la linea qualora non si riuscisse a portare a termine i tornei a causa dell’emergenza Coronavirus. Secondo “As”, nella videoconferenza di domani con le 55 Federazioni, oltre a rinviare gli Europei la Uefa proporrà di uniformare i criteri per stabilire assegnazione dei titoli, posti in Champions ed Europa League, promozioni e retrocessioni in tutto il Continente. In particolare, l’idea di Ceferin sarebbe quella di congelare tutte le classifiche al momento della sospensione, pur lasciando una certa libertà alle Federazioni in fatto di retrocessioni. Una soluzione che ha un precedente: nel 1999, a causa della Guerra dei Balcani, il campionato jugoslavo fu sospeso
a dieci giornate dalla fine e la Uefa proclamò campione il Partizan che era in testa.

La Figc ringrazia il Governo per i nuovi provvedimenti

“Con il riconoscimento della sospensione dei termini degli adempimenti e dei versamenti fiscali e contributivi anche per le società sportive come richiesto dalla Figc, viene riconosciuta al calcio, al pari di altri comparti produttivi, lo stato di crisi dovuto all’emergenza Covid-19. Tale provvedimento rappresenta un primo passo concreto per consentire all’intero settore di fronteggiare questa difficile contingenza”. Così la Figc sui provvedimenti del governo. “Desidero ringraziare – afferma il presidente Gabriele Gravina – il governo, il ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri e in particolare il ministro per lo Sport Vincenzo Spadafora, dimostratisi sensibili verso le nostre istanze. Trovare soluzioni in grado di fronteggiare questa grave criticità è frutto di un continuo confronto con le istituzioni, così come l’individuazione di altri provvedimenti economici e normativi che rilancino l’intero sistema, in perfetta sintonia con le esigenze del Paese”. In virtù di quanto disposto nel ‘Decreto-legge la scadenza è stata spostata dal 16 marzo al 31 maggio. I versamenti sospesi dovranno essere effettuati, senza applicazione di sanzioni e interessi, in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal mese di giugno 2020.

Figc, Consiglio del 23 marzo rinviato a data da destinarsi

Nuovo appuntamento da rimandare per il calcio italiano. La FIGC, infatti, ha comunicato, tramite i propri canali istituzionali, che il prossimo Consiglio Federale, in programma il 23 marzo prossimo, è stato rinviato a data da destinarsi.

Calciomercato, la Roma pensa a Mudryk

Il calcio internazionale è fermo, ma il mercato non smette mai di tessere le sue trame. Secondo quanto riporta il corrieredellosport.it, infatti, nelle ultime settimane la Roma avrebbe messo gli occhi su Mykhailo Mudryk, attaccante esterno e trequartista dello Shakhtar. Classe 2001, ambidestro, un vero e proprio pupillo di Paulo Fonseca che il 7 febbraio 2019 lo aveva fatto esordire in prima squadra. Il tecnico portoghese è sempre stato affascinato dal talento del ragazzo e avrebbe chiesto a Petrachi – con i suoi scout – di continuare a monitorarlo. Non è una priorità del club, ma se dovesse arrivare un’occasione la Roma sarebbe pronta a coglierla. Così come l’Atalanta che in questa stagione ha affrontato il ragazzo in Youth League e ne è rimasta impressionata.

Coronavirus, 5 contagiati nel Valencia: tampone anche per Florenzi

Il coronavirus continua a diffondersi in tutta Europa. Il contagio ora è molto esteso anche in Spagna, dove si sono registrati i primi casi di positività nel mondo del calcio. In particolare il Valencia risulta essere molto colpito da ciò. Sono ben 5 i contagiati accertati nella formazione iberica, a cominciare dal difensore Garay. Per questo stamattina si è fatto il tampone anche Alessandro Florenzi, ex capitano giallorosso in prestito dalla Roma. I risultati sono attesi nelle prossime ore.

Senti chi parla…

Anche sulle principali frequenze radiofoniche della capitale si parla dell’emergenza Coronavirus e del suo impatto sul calcio italiano. Queste alcune delle parole di Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “Ripartire il due maggio? Non credo. Io penso che noi come persone ne usciremo prima, ma il calcio è difficile”. Queste invece alcune delle dichiarazioni di Daniele Lo Monaco ai microfoni di Tele Radio Stereo: “L’emergenza Coronavirus porterà a una crisi economica devastante. I giallorossi potrebbero perdere 50 milioni a causa di questo stop. La Serie A probabilmente ne uscirà molto ridimensionata”.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email