NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile

Arriva il consueto bollettino giornaliero sui dati del coronavirus in Italia. Toccato il minimo storico di nuovi contagi da prima ancora del lockdown: scendono infatti da 875 a 675 i nuovi contagi, anche se la Lombardia, osservata speciale del monitoraggio Iss e Ministro della salute, da sola ne conta più della metà. Oggi 326, comunque 73 in meno rispetto a ieri. Scendono ancora leggermente i decessi da 153 a 145 e si liberano 89 posti nei reparti ordinari Covid e altri 13 nelle terapie intensive. Stando agli ultimi dati, sul territorio nazionale i casi attuali positivi sono 68.351, con una diminuzione di 1.836 rispetto al giorno precedente. I guariti sono 2.366, portando il totale a 125.176.

Calciomercato: Smalling si allontana. Gli occhi delle big europee su Zaniolo e Pellegrini

La Roma si prepara alla sessione estiva di calciomercato, prestando particolare attenzione alle operazioni in uscita. La lista dei sacrificabili è già lunga, ma a sorpresa potrebbero esserci anche due nomi piuttosto importanti. Si tratta di Lorenzo Pellegrini e Nicolò Zaniolo. Gli agenti starebbero già valutando alcune proposte. Sul classe ’99 ci sarebbero la Juventus, che lo vorrebbe in cambio di uno dei suoi tesserati, e il Liverpool che tempo fa aveva già sondato il terreno. I giallorossi però chiedono 80 milioni per l’ex Inter, cifra non facilmente raggiungibile per molti club. La clausola da 30 milioni presente invece sul contratto del classe ’96 fa gola al PsgPetrachi vorrebbe trattenere almeno uno dei due giocatori, ma entrambi sarebbero contenti di rimanere nella capitale. Non arrivano buone notizie neanche dal mercato in entrata. Infatti sembra sempre più difficile trattenere nella Capitale Chris Smalling. La situazione finanziaria della Roma parla chiaro: per la prossima sessione di mercato non saranno consentite spese folli, per questo riscattarlo ora non sembra possibile. Il Manchester United lo vuole indietro, non per trattenerlo, ma per fare cassa. Trattenere Smalling significherebbe quindi versare nelle casse del club inglese 20 milioni di euro e dover garantire al giocatore un contratto di tre anni a 5,5 milioni lordi a stagione. In totale il difensore costerebbe ai giallorossi quasi 40 milioni, uno sforzo economico difficilmente sostenibile ora per assicurarsi un classe ’89.

Posticipato l’inizio degli allenamenti di gruppo

Gli allenamenti di gruppo per i club di Serie A non ripartiranno lunedì 18 maggio. Come appreso dall’ANSA, infatti, il Cts non ha ancora approvato le linee guida per gli sport di squadra e, in attesa che ciò accada, si proseguirà con le sedute individuali. A dir la verità, si tratta solo di una questione di tempo, come ribadisce una fonte del ministero dello sport: “La validazione avverrà probabilmente il 18 maggio. Come prevede il punto E del dpcm, le nuove regole possono essere attuate solo in seguito al via libera del comitato“.

L’intervista a Mancini

Il giallorosso Gianluca Mancini si è raccontato in un’intervista alla Domenica Sportiva. Ecco alcune delle sue parole.

Sugli infortuni
“Gli infortuni fanno parte del mondo del calcio, sono sempre più costanti e bisogna stare attenti, soprattutto in questa fase visto che veniamo da due mesi non di inattività ma quasi, perché ci siamo allenati a casa e non è come allenarsi come facciamo al campo, o come tutte le cose che facciamo durante l’anno. In questo momento un po’ più di attenzione ci deve essere, però in questo momento ci dobbiamo rimettere in forma per un possibile ritorno al campionato. L’infortunio di Pau è stato un trauma alla mano, non ci si può fare niente, fanno parte del gioco, sono i più rognosi e speriamo che Pau si rimetta presto perché è importante per noi”.

Lati positivi durante questo stop?
“Lati positivi durante questo lungo stop sicuramente aver passato tempo con la famiglia, io con mia moglie. Noi calciatori siamo quasi sempre fuori a giocare e con loro passiamo poco tempo, quindi in questi mesi di quarantena ne ho approfittato per stare con lei e fare tante cose nuove con lei”.

Il ministro dello sport Spadafora ha parlato della ripresa del campionato

Vincenzo Spadafora, Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport, è intervenuto in diretta Facebook sulla pagina ‘CasaNapoli’ per fare chiarezza riguardo alla ripresa della Serie A. Queste le sue parole: “Io inviterei tutti quanti a non dire che stiamo facendo caos, piuttosto a dire che ci stiamo muovendo con prudenza per evitare che tutto riparta e che poi di nuovo siamo costretti a sospendere. Inviterei tutti a fare un po’ meno i fenomeni. Da fuori si è tutti scienziati, calciatori, arbitri. Mi dicono ‘non sei uno che viene dal mondo dello sport’, per fare il Ministro dello Sport non è vincolante essere uno sportivo. Bisogna ascoltare chi ne sa più di noi, però poi assumersi le responsabilità. Il mondo del calcio ci chiede di essere noi ad assumerci la responsabilità di bloccare, non decideranno in autonomia. Anche nel mondo del calcio ci sono posizioni diverse, anche tra i calciatori ricevo molti messaggi sui social, cercano di contattarmi per dirmi le loro preoccupazioni. C’è una differenza di posizioni che è frutto di una complessità generale”.

La Roma punta sul mercato degli svincolati

La sessione estiva di calciomercato si avvicina, ma la pandemia minaccia di sconvolgere i piani di molti club italiani. Una certezza però c’è: molti sono pronti a puntare sugli svincolati. Anche la Roma sembra intenzionata a dare una chance ad alcuni giocatori svincolati. Come riportato da La Gazzetta dello Sport, nel mirino dei giallorossi ci sarebbero infatti BonaventuraPedro Jan Vertonghen. La società giallorossa sembra essere in pole per il rossonero, seguita da Torino Atalanta. Portare nella capitale gli altri due non sembra però un’impresa facile. Il primo, attaccante del Chelsea, è finito anche nel mirino dell’Al-Sadd di Xavi, mentre il difensore del Tottenham, corteggiato da diversi club tra i quali anche l’Inter, ha un ingaggio che potrebbe mettere in difficoltà le casse giallorosse.

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

  1. Bene, la musica non cambia, via i pezzi pregiati per fare cassa, caro Pallotta stai portando questa società ancor più in basso, un altro anno e non rimarrà più nulla. Spero dal profondo del mio cuore che ci sia qualcuno che possa rilevare la Roma e che tu sparisca per sempre dai nostri ricordi.

Comments are closed.