NEWS DELLA GIORNATA – Tutte le news della giornata giallorossa raccolte per voi in un articolo: buona lettura!

Coronavirus, gli aggiornamenti della Protezione Civile

Arriva il consueto bollettino giornaliero da parte della Protezione Civile con i dati relativi al Coronavirus in Italia. Sul territorio nazionale i casi attuali positivi sono 59.322, con una diminuzione di 1.638 rispetto al giorno precedente. 130 i decessi odierni, 26 in meno rispetto a ieri, per un totale di 32.616 da inizio pandemia. I guariti sono 2.160, portando il totale a 136.720. Si registrano 652 nuovi contagiati. Inoltre, sono 45 le persone in meno in terapia intensiva nelle ultime 24 ore ed ora i ricoverati in Italia sono in totale 595.

Serie A, le linee guida per ripartire in sicurezza

Come ha annunciato il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, è stato pubblicato il comunicato che consentirà ai club di Serie A, Serie B e Serie C di riprendere gli allenamenti collettivi. Ecco i punti più importanti del documentonecessità di effettuare test ogni 4 giorni, la possibilità di evitare un ritiro blindato preventivo per tutta la squadra, con l’isolamento fiduciario che scatta soltanto nel momento in cui venga accertata la positività di un calciatore al COVID-19.

Un nuovo ruolo in società per Baldini

Franco Baldini è da sempre uno degli uomini di fiducia di James Pallotta in ambito calcistico. Ecco perché, come riporta La Gazzetta dello Sport, il presidente giallorosso ha chiesto al dirigente toscano di tornare a essere operativo per la Roma. Una mossa dovuta soprattutto alle difficoltà economiche in cui si trova il club capitolino, dopo la mancata cessione a FriedkinBaldini dovrebbe tornare nella veste di consulente esterno per le operazioni di calciomercato. Il suo compito sarà quello di trovare strade e spazi insperati sul mercato soprattutto inglese, ma anche francese o spagnolo. Il club giallorosso deve infatti piazzare giocatori come Pastore, Fazio, Jesus, Florenzi, Schick, Gonalons Karsdorp, oltre a seguire ed eventualmente comprare giocatori come Pedro, Kean, Lovren, Vertonghen, Angel Gomes.

Calciomercato: Joao Pedro nel mirino. Offerta dagli Usa per Pastore

La Roma continua a mettere a punto strategie di mercato. Si cerca ancora il vice-Dzeko. Un nuovo nome sul taccuino di Petrachi, secondo il Corriere dello Sport, è quello di Joao Pedro. Il jolly offensivo classe ’92 del Cagliari ha collezionato 16 gol in 25 presenze con i sardi, con i quali la trattativa sarebbe in salita. Tuttavia, le richieste economiche del calciatore lo renderebbero adeguato alle necessità giallorosse. Potrebbe essere lontano da Roma invece il futuro di Javier Pastore. Infatti, l’argentino è finito nel mirino dell’Inter Miami di Beckham, squadra della MLS. La Roma chiede almeno 10 milioni di euro per il suo cartellino, gli americani per il momento ne offrono 5, ma l’intesa si può trovare. Per Pastore invece è pronto un contratto biennale, con opzione per il terzo anno, a 5 milioni a stagione, una cifra molto simile a quella percepita in Italia. L’argentino ci starebbe riflettendo.

Zappacosta pronto a rientrare: ecco le sue parole

L’avventura di Davide Zappacosta a Roma non è stata di certo fortunata. Pochi minuti in campo contro il Genoa, il problema muscolare prima del derby e poi la rottura del legamento crociato del ginocchio in allenamento. Il terzino, di proprietà del Chelsea, però, ora è pronto al rientro e vuole dimostrare il valore con la maglia giallorossa e ne ha parlato in un’intervista a Sky Sport: “La Premier e il Chelsea mi hanno dato davvero tanto con la possibilità di giocare con grandi campioni e di vincere due trofei. La Premier soprattutto è un campionato in cui la gente non molla mai“.

La tua volontà per il futuro?
“A livello personale sicuramente mi piacerebbe tanto rimanere a Roma per diversi motivi. Il principale è dimostrare alla piazza, ai compagni e alla dirigenza il giocatore che sono. Mi sto allenando, mi sono allenato tanto e ho fatto tanti sacrifici per poter essere a disposizione alla ripartenza del campionato. Naturalmente sto facendo ancora alcune sedute esclusivamente dedicate al ginocchio perché è un infortunio che chiede tempo per recuperare al meglio, ma credo di essere a un buon 90%, quindi penso di essere a disposizione per inizio campionato. Voglio dimostrare chi sono”.

Friedkin pianifica la ‘sua’ Roma

Non solo il caos della Serie A. I giallorossi vivono anche un momento di incertezza societaria, con Dan Friedkin che sembrava ad un passo e poi il Coronavirus che ha fermato ogni trattativa. L’interesse dell’americano però non si è spento, e ora lo statunitense pianifica la sua eventuale Roma. I 700 milioni inizialmente pattuiti per la cessione della Roma hanno lasciato il posto ad una nuova cifra. Ora Friedkin sarebbe pronto a valutare il club 500 milioni. Secondo Milano Finanza, questo significherebbe una perdita di 100 milioni per Pallotta. In ogni caso, qualora il magnate americano subentrasse all’attuale presidente giallorosso, avrebbe a disposizione 85 milioni di euro da investire, grazie anche ad un aumento di capitale. La strategia del capo della Friedkin Group è quella di trattenere i gioielli della rosa, Zaniolo Pellegrini. Questo nonostante il debito del club capitolino sia stato più alto di cinquanta milioni di euro rispetto a quello stimato dallo stesso Friedkin.

Senti chi parla…alle Radio

Come di consueto, ecco i principali interventi di speaker e opinionisti alle frequenze radio giallorosse. Questo il pensiero di Federico Nisii a Tele Radio Stereo: “Non capisco come si possa pensare di giocare alle 16 in piena estate. Le partite diventerebbero una mera prova di resistenza. Spero comunque che si riesca a trovare finalmente un accordo definitivo sulla ripresa del campionato. Non sopporto più questo gioco delle parti che va avanti ormai da settimane. In fondo i dati dell’emergenza Coronavirus in Italia sono sempre più incoraggianti, credo che ora sia davvero possibile ripartire con il calcio giocato”. Ecco invece le parole di Max Leggeri a Centro Suono Sport: “L’eventuale ritorno di Baldini, lascia spazio a diverse interpretazioni. Sarà un affiancamento o un depotenziamento dell’attuale DS? Non c’è dato sapere, ma risulta altrettanto strano che un presidente in uscita dia un nuovo mandato strategico, ad un signore che negli ultimi anni si è distinto per la sua perdurante assenza. Certamente in vista di un probabile passaggio societario, il ruolo di Baldini, considerata la sua elevata esperienza sul campo, potrebbe essere decisivo: provare a salvare il salvabile, risanando in parte i conti e agevolare la cessione del club a chi ha realmente voglia di investire in questa piazza, che merita finalmente un progetto sportivo serio e tendente alla vittoria”.

Print Friendly, PDF & Email